Caccia con l’Astore ai Lagomorfi

0
837
Cibo Naturale per cani
0
(0)

astore lepre

Descrizione generale

È una tecnica di caccia classica a prede di elevato valore, anche culinario. È una caccia mirata principalmente a Lepre e Coniglio e, dove presente, anche alla Minilepre.  Per le Lepri è consigliabile usare esclusivamente femmine di Astòre, per la caccia al Coniglio si possono usare sia femmine che maschi, mentre per la caccia alla minilepre è consigliabile usare il maschio. 

Livello di difficoltà e risultati

Una delle tecniche di caccia con i rapaci da falconeria più difficili, tanto per le difficoltà di gestione/addestramento dell’Astòre quanto per le difficoltà di catura delle prede: i Lagomorfi sono animali molto veloci, agili e furbi. Se praticata nel modo giusto può regalare immense soddisfazioni. 

Preventivi di spese-spazio-tempo-impegno

Le spese sono elevate sia per l’addestramento (il costo dei Lagomorfi negli allevamenti specializzati per selvaggina è elevato) sia per gli spostamenti (carburante) sia perché è richiesto il supporto del cane. 

Ambienti

Sono quelli tipicamente frequentati da queste prede, sia chiusi, boscosi, ricchi di vegetazione sia aperti, sia in pianura che in collina. 

Stagioni e orari

Durante tutta la stagione venatoria. L’Astòre può cacciare in tutte le ore del giorno, ma l’alba e il tramonto sono i momenti migliori per la cattura di queste prede. 

Uso di cani o altri ausiliari

L’uso del cane è consigliato, a meno che non si abbia la possibilità di cacciare in zone molto ricche di prede da poterle individuare senza cane. Si possono usare sia i cani da ferma che da cerca (Setter, Breton, Dhrahaatar, Beagle etc.).  Ove consentito si può anche usare il furetto. 

Addestramento ed introduzione

L’addestramento di base è finalizzato ad avere un Astòre che risponde prontamente al pugno e al logoro. Già dall’addestramento di base si deve dare al rapace giovane la possibilità di conoscere le future prede, somministrandogli esemplari morti e dandogli già la possibilità di uccidere. Come logoro va usato un modello che simula un Lagomorfo (“Dummy rabbit”) e conigli o lepri o minilepri morte trainate. Il modo di richiamo e allenamento al logoro è il traino. Successivamente il rapace va introdotto sul vivo, dapprima in circostanze facili e quindi via via più difficili. 

Esperienza e fitness

Entrambe devono essere ai massimi livelli, l’Astòre deve fare una lunga esperienza prima di imparare sia le tecniche di bloccaggio di questi animali sia le migliori tecniche di avvicinamento e attacco sul campo: i Lagomorfi sono prede difficili, furbe, veloci e molto forti nella difesa una volta catturate. 

Caccia pratica

La caccia può avvenire in diversi modi: 1) Senza cane, ricerca a piedi, lancio dell’Astòre quando fugge una preda (ci si aiuta con un bastone che aiuta a reggere l’Astòre nei momenti di riposo e a battere la vegetazione). 2) Caccia con cani da seguita o da ferma: si lancia l’Astòre all’inseguimento della preda una volta che il cane l’ha individuata. 3) Caccia in tana: si effettua con furetto o apposite razze di cani, il falconiere attende fuori dalla tana l’uscita della preda con l’Astòre già pronto al volo dal pugno. 4) Caccia in battuta: un certo numero di battitori battono una ampia zona, il o i falconieri, sistemati logisticamente davanti ai battitori lanciano l’Astòre una volta individuata una preda in fuga.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Votazione 0 / 5. Votazione: 0

Ancora nessun voto, perchè non ci pensi Tu?

As you found this post useful...

Follow us on social media!

Dedicato ai Falconieri Professionisti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.