cibo naturale per cani altudogCibo per cane corso
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 33

Discussione: Dressaggio cane x falconeria

  1. #16
    Falconiere Esperto
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    275
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    di Giovanni Camerini
    Apprezzo molto quanto esposto da imonedas, perchè denota esperienza e sesibilita, ma di più perchè parla di ibrido volato a vista. Caccia divertentissima, relativamente facile da realizzare e quasi sconosciuta in italia. Per quanto riguarda il rapporto cane falco , mi sembra sia giusto parlarne, poi in pratica è tutto più semplice. Bisogna osare anche con degli animali non perfettamente addestrati. La prima volta probabilmente sarà un disastro, la seconda un po meno.Dopo non molte volte il falco e il cane raggiungeranno un 'intesa che quasi vi esclude dall'azione e questo vi lascerà sorpresi ma molto soddisfatti. Saluti india

  2. #17
    Falconiere Esperto

    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    siena
    Età
    53
    Messaggi
    548
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Io ho una femmina breton di 3 anni, che sicuramente vi e' capitato di vedere nelle foto, ed in alcuni video. Volevo chiedere agli esperti in materia, come si puo' colmare la voglia di contatto con il selvatico, predato dal falco, vista la sua eccellente correttezza e rispetto nei confronti di tutti i rapaci con cui caccia, pellegrini ed astori, anche di altri falconieri.

  3. #18
    Falconiere Esperto L'avatar di deffie
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Castellina in Chianti
    Messaggi
    292
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Ciao Gianluca, Letizia e menzacapo,
    come saprai io sono un novellino ed autodidatta in tutto, quindi di consigli dettati dall'esperienza ne posso dare ben pochi, quello che è successo a me e mi sento fortunato, è che il cane è rispettoso dei falchi nel senso che non li tocca e riconosce il loro eventuale disagio.

    Nonostante questo è un cane giovane ed esuberante e può essere stressante per un falco che non lo conosce; uno degli obiettivi che mi ero preposto ancor prima di prenderlo era quello di evitare tassativamente che un eventuale addestramento prima alla correttezza (che però è necessaria) e poi alla forma (che forse non è indispensabile) intaccasse il suo entusiasmo. Entusiasmo che nonostante ne abbiano da vendere spesso si vedono cani troppo sottomessi, insicuri di se e volenti o nolenti educati.

    Una delle cose di cui ho sentito parlare quando ero già ad un buon punto con l'addestramento di cane e falco è il fatto di avere il cane fermo al frullo; è una cosa che dal punto di vista della forma ha il suo fascino e in alcuni casi potrebbe anche essere utile ad evitare spiacevoli incidenti, fino ad allora, avendo visto come interagivano cane ed astore non mi ero mai posto il problema, il cane fermo al frullo non ci stava, io non glielo avevo mai chiesto e non era mai andato a rompere le scatole all'astore sulla preda; successivamente e per scelta ho deciso di mantenere questa linea. Il cane si diverte, si gode l'azione di caccia, se la preda si rimette è già più vicino che se fosse rimasto fermo, se l'astore cattura mi viene a cercare e mi porta da lui e spesso è utile perché magari l'azione finisce nella collina di fronte , se la preda ci semina tutti e non succede di rado con i selvatici, è salva

    Probabilmente quelli bravi storceranno il naso...io mi sono trovato bene cosi, è anche vero che non frequento nessun'altro a caccia, se lo facessi potrei avere esigenze diverse.

    Ciao,
    Giacomo.
    Ogni istante che lui è lì, con la sua preda tra gli artigli, una vocina nella sua testa gli dice "Eccezionale! Così è questo lo scopo della mia vita! Devo rifarlo!" - Nick Fox

  4. #19
    Falconiere Esperto
    L'avatar di menzacapo
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,438
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Deffie, io credo che tu abbia fatto un buon lavoro e che hai anche un cane intelligente.
    Giunlunca io, che di cani ne capisco quasi ninete, ho fatto nel seguente modo: falco sul pungo che mangia e cane vicino in giro. Successimanete preda morta al falco e cane libero, ora proverò con il vivo e vedremo come va. Ogni volta che si avvicina al falco anche solo per odorare lo sgrido in modo più o meno energico.
    Dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori...

  5. #20
    Banned
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1,313
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Barone Visualizza Messaggio
    Io ho una femmina breton di 3 anni, che sicuramente vi e' capitato di vedere nelle foto, ed in alcuni video. Volevo chiedere agli esperti in materia, come si puo' colmare la voglia di contatto con il selvatico, predato dal falco, vista la sua eccellente correttezza e rispetto nei confronti di tutti i rapaci con cui caccia, pellegrini ed astori, anche di altri falconieri.

    Ciao Gianluca,
    se la cagna lavora bene, è corretta con i falchi, non tende a riportarti "falco e preda" (alcuni cani lo fanno e sono estremamente bravi a prendere la preda senza toccare il falco, ma comunque è un atteggiamento da eliminare) non credo che abbia frustrazioni da colmare per "la voglia di contatto con la preda".
    Il cane portato spesso e per lunghe ore a caccia capisce alla svelta che caccia con noi, non solo per lui. Nel concetto di "squadra" il fine ultimo è trovare la preda e prenderla. Il "morderla" o "riportarla" al capo branco non è indispensabile, infatti non tutti lo fanno (i cani da gara cercano, fermano e stanno fermi al frullo senza problemi, senza MAI abboccare un uccello, per anni. Se fosse fonte di grave frustrazione, non potrebbero resistere così a lungo e con equilibrio...).
    Non esiste un modello perfetto di cane da Falconeria, ogni cane deve essere capito, utilizzato ed eventualmente instradato verso le sue naturali propensioni per aver il massimo risultato verso ciò che vogliamo. Ci sono cani che recepiscono subito e senza traumi ogni tipo di dressaggio, altri che sono restii a "piegarsi" ad ogni insegnamento. Bisogna cercare sempre il compromesso migliore in base alle loro attitudini ed alle nostre esigenze. Non esistono manuali per imparare la sensibilità verso gli animali (cani inclusi).
    Io ho avuto diversi cani da ferma e con ognuno di loro ho dovuto fare operazioni differenti per ottenere più o meno il risultato che mi soddisfacesse. Se poi ci capita il soggetto assolutamente inappropriato alle nostre esigenze, si regala a qualcuno che lo tenga bene sul suo grosso divano.
    Per me il cane ideale da Falconeria deve capire il rispetto per il falco sulla preda a prescindere dalla mia presenza e dal mio controllo.
    Niente comandi imposti (terra, fermo al frullo o altro) o guinzagli, tutto deve essere chiaro nel suo cervello. Già è complicato gestire a caccia per una giornata intera un astore e le sue prede, se poi, con una mano sola, devo anche pensare al cane... anziché divertirmi probabilmente mi stresserei. Per cui il cane deve essere un "ausiliare", non un intoppo ulteriore. Il cane me lo devo dimenticare, deve sapere autonomamente cosa fare e dove stare.
    Se non riesce a capire questo... c'è sempre il grosso divano di cui sopra...

    Ciao.
    Amedeo.

  6. #21
    Falconiere Esperto

    L'avatar di toscano1
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Pisa provincia
    Messaggi
    3,374
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    il cane va portato a caccia, fucile e/o falco
    https://www.tuscanyhoods.it- Attrezzature per la Falconeria

  7. #22
    Falconiere Esperto

    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    siena
    Età
    53
    Messaggi
    548
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Grazie mille per le vostre risposte. Amedeo, la tua risposta e' stata esaustiva per me. La mia breton, e' molto corretta. Non uso mai il guinzaglio, fa il corretto al frullo se lo chiedo, e' correttissima con qualsiasi rapace con cui caccia. Dovro' prendere in considerazione la sua ancora giovane eta' e migliorare il mio ruolo di capobranco.

  8. #23
    Falconiere Esperto

    L'avatar di TYTO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    botticino(bs)
    Messaggi
    387
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    ciao Gianluca , Amedeo è stato molto chiaro , io l'unica cosa che aggiungerei è che il cane più che il bisogno di abboccare la preda (che trova impraticabile cacciando con il falco) , ha bisogno che il suo padrone gli manifesti attenzione e apprezzamento per ilsuo comportamento , come quando c'è un cane in ferma ed uno in consenso bisogna dare subito atto al cane in consenso del nostro compiacimento (l'altro ha gia la soddisfazione di aver avventato la preda), così quando il cane ha ben operato con il falco BISOGNA dargliene atto mostrandogli il nostro piacere per come si è comportato..

  9. #24
    Falconiere Esperto
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    775
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Ricordate l'utilizzo del manicotto come gratificazione al cane ? Non serve che abbocchi, ha pienamente ragione Amedeo, occorre invece mostrare apprezzamento per il lavoro svolto in maniera coerente e tempestiva. Io ho uno springer, grandissimo riportatore, L'ho provato con il falco ed ha capito immediatamente, ora nemmeno gli si avvicina più quando ha catturato. Senza falco continua a riportare meravigliosamente.

  10. #25
    Banned
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1,313
    Downloads
    0
    Uploads
    0

    Fermo al frullo

    Citazione Originariamente Scritto da Barone Visualizza Messaggio
    Grazie mille per le vostre risposte. Amedeo, la tua risposta e' stata esaustiva per me. La mia breton, e' molto corretta. Non uso mai il guinzaglio, fa il corretto al frullo se lo chiedo, e' correttissima con qualsiasi rapace con cui caccia. Dovro' prendere in considerazione la sua ancora giovane eta' e migliorare il mio ruolo di capobranco.
    Gianluca, non so quanti cani da ferma hai avuto, ma a due anni un cane (soprattutto un breton!) che si comporta come la tua è più unico che raro. Mi pare che il riconoscimento del tuo ruolo di capobranco per lei sia già consolidato.
    Il fermo al frullo a comando di solito è difficilissimo da far far eseguire senza forti metodi persuasivi. Il cane al momento del frullo, soprattutto se è stato fermo a lungo, è praticamente nella stessa condizione psicologica di un centometrista che sente lo sparo dello starter. Poichè il fermo al frullo (f.a.f) è un comportamento assolutamente innaturale per un cane da caccia, è l'unico fattore che deve essere sempre insegnato, non è mai istintivo. I cani con molta passione e fisicità molto, molto difficilmente eseguono il fermo al frullo a comando (per quello dicevo che la tua è più unica che rara).
    Il f.a.f. che non rovina gli istinti naturali del cane, come la ferma e la guidata, deve essere insegnato in modo molto attento e con sistemi che devono variare considerando il carattere di ogni soggetto. Se mal posto può rovinare il cane.
    Sorvolo sui metodi tecnici di addestramento (forse siamo nel post sbagliato) ma in pratica il sistema deve tendere a convincere il cane che è l'uccello che frulla che potrebbe creargli problemi, non il conduttore. Se il cane capisce che è il conduttore a creargli disagio, potrebbe non fare il fermo al frullo in assenza del conduttore.
    In questo caso se l'azione di caccia si svolge lontano dal conduttore e la preda decida di frullare, il cane potrebbe inseguire e disturbare l'azione del falco.
    Se invece il cane elabora autonomamente il fatto che debba stare fermo al frullo, non ci sono problemi.
    Ogni azione del cane a caccia è assolutamente più efficace se il cane la esegue autonomamente anziché a comando.
    Per questo motivo io sono un fortissimo sostenitore del fatto che il cane debba CAPIRE il gioco e SCEGLIERE di fare autonomamente, non UBBIDIRE supinamente. E' molto semplice insegnare al cane ogni nostro desiderio. Terra, seduto, porta, fermo etc etc, ma spesso tutti questi comandi confondono il libero arbitrio del cane che rimane poi sempre indeciso, in attesa di un comando che gli dica cosa fare, anche per situazioni cui il comando non c'è e non serve. Ho visto cani non saper più cosa fare sul campo, fermarsi e girarsi a guardare aspettando un comando perché magari il conduttore aveva risposto al telefonino e il cane, sentendone la voce, ma non capendo il significato, non sapeva più cosa fare.
    Un cane intelligente, che ha capito il gioco, è uno spettacolo di furbizia e intelligenza e talvolta anche di disubbidienza cosciente, ma ci può essere intelligenza senza trasgressione? io quando il cane ogni tanto "mi frega" facendo finta di niente, lo sgrido, ma dentro di me sorrido... e me ne compiaccio. Guai ai cani stupidamente sottomessi e senza iniziativa, però, alla fine il capobranco deve essere sempre il conduttore.
    Certo, è più difficile e ci vogliono più situazioni e tempo perché un cane "capisca" la caccia, il nostro ruolo, il gioco di squadra e anche il ruolo dei falchi, con il comando si fa prima, ma il risultato è lontano anni luce.

  11. #26
    Falconiere Esperto
    L'avatar di menzacapo
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,438
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Delfino sosteneva infatti che il cane dove imparare i comandi prima di andare sui campi in cui potesse incontrare selvaggina. Questo metodo a suo dire scongiura un'azione passiva del cane e non intacca l'iniziativa personale dettata dai propri strumenti.
    Dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori...

  12. #27
    Falconiere Esperto
    L'avatar di menzacapo
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,438
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Domanda per gli addetti al lavoro. Un cuicciolo di 60-70griorni dopo quanto tempo seondo voi può essere avvicinato al falco ed in che modo? Immagino che un cane troppo piccolo avvicindo si ad un rapace potrebbe farsi male. Allo stesso tempo sgridare un cucciolo in modo incisivo per non farlo avvicinare al falco forse è controproducente uguale o no?
    Dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori...

  13. #28
    Falconiere Esperto

    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    siena
    Età
    53
    Messaggi
    548
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Volevo ringraziare Tanax. Uno dei suoi suggerimenti, e soprattutto, avermi fatto notare un comportamento dei cani da grande cerca, mi ha permesso di dare una impostazione tutta nuova al mio lavoro con il cane, ed ho ottenuto grandi risultati. Grazie ancora.

  14. #29
    Falconiere Esperto

    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    siena
    Età
    53
    Messaggi
    548
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Menzacapo, per sapere meglio cosa fare, dovremmo sapere la razza del cucciolo, ed il rapace a cui lo vuoi affiancare.

  15. #30
    Falconiere Esperto
    L'avatar di menzacapo
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,438
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    di Giovanni Camerini
    Setter e piccoli rapaci sparviere, aplomado, smeriglio.
    Dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori...

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •