PDA

Visualizza Versione Completa : Modifiche L. 157/92



dddnnn
02-06-2008, 10:53
La prima pagina del numero di giugno, di una nota rivista mensile di Natura e Caccia riporta quanto segue:

…”l’Onorevole Sergio BERLATO, a poche ore dalla formazione del nuovo esecutivo ha aperto una discussione sui maggiori Forum venatori di Internet riguardo una bozza di progetto di Legge di riforma della 157/92, chiedendo ai frequentatori di fornire le loro valutazioni e suggerimenti prima di iniziare l’iter per la sua presentazione in parlamento. Tante le risposte che solo dopo pochi giorni lo stesso BERLATO ne ha presentata una nuova versione…” (per chi volesse consultare la nuova bozza puo trovarla su www.migratoria.it (http://www.migratoria.it)).

Sulle pagine seguenti sono riportati i pareri delle Associazioni venatorie.

La cosa interessa tutti noi, cacciatori e non.

Sarebbe opportuno menzionare il volo libero (non ai fini venatori) in modo da chiarire le idee a tutti e definitivamente,…. e provare a proporre modifiche che agevolino la caccia con il falco.

Questa è l’occasione che tutti aspettavamo da tempo.. BISOGNA PRENDERE LA PALLA AL BALZO … se perdiamo questo treno, chissà* quando passerà* il prossimo.

Federico (Admin) e Piero (di la falconeria.it),come amministratori di siti che comunque, complessivamente, contano oltre 2000 iscritti, avete modo di rappresentare le nostre esigenze nei forum venatori in cui si discute della riforma???

A tutti i tesserati presso le varie associazioni Venatorie,.. fate presente che anche noi esistiamo.

Soci UNCF e di tutte le associazioni di falconeria, interessate immediatamente i rispettivi vertici,…

Ciao, Dom.

Fulmine
02-06-2008, 11:23
Ragazzi!!! Non facciamo scappare questa occasione.
In tutta la mia ignoranza in materia, magari sto dicendo una cavolata, non si potrebbe prendere spunti da alcune leggi sulla falconeria di altri stati?
Es in Carolina se il falco prende una preda fuori stagione di caccia lui è abilitato a mangiarsela ma il falconiere non puo possederla. Pero forse è un po' troppo presto per l'Italia una cosa del genere *:)
Cmq speriamo si muova qualcosa

MRHAWK
02-06-2008, 11:25
Grazie mille per l'interessantissimo Post.
Mi rendo disponibilissimo per per la partecipazione ai forum di dibattito e ho già* dato a Piero il mio pieno appoggio per la collaborazione dei portali al fine di rappresentare la voce di molti.
Conviene mettere per iscritto la proposta di modifica con i punti salienti.

als
02-06-2008, 11:39
L'occasione è troppo importante per non tentare... qualunque sarà* poi il risultato finale. Ma almeno proviamoci.
L'idea di fulmine mi sembra sensata, è piö facile far accettare qualcosa che già* è consuetudine altrove piuttosto che inventarci qualcosa di nuovo.
Chi conosce la normativa europea?

Bene, mi fa molto piacere che ci sia unione di intenti, in questi casi il numero vale tanto quanto il peso delle idee.


ale

dynoc
02-06-2008, 12:09
Io direi di correre subito sui forum anglosassoni, e chidere a loro delucidazioni sulle loro leggi in merito.

ciao
-D-

wapity
02-06-2008, 12:56
davide lasciamo perdere gli anglosassoni, loro hanno una situazione totalmente diversa, impossibile comparare le due cose, ti basti pensare che ai conigli non serve la licenza di caccia ma solo il permeso del proprietario del terreno :cry:

beati loro

dynoc
02-06-2008, 13:34
davide lasciamo perdere gli anglosassoni, loro hanno una situazione totalmente diversa, impossibile comparare le due cose, ti basti pensare che ai conigli non serve la licenza di caccia ma solo il permeso del proprietario del terreno :cry:

beati loro


ah! :cry: :cry:

hanno anche un territorio e una situazione ambientale totalmente diversa...
così cme la maggior parte degli stati europei :cry: :cry:

-D-

oscar
02-06-2008, 14:23
Perchè non si organizza tipo una raccolta di firme, dopo che si è buttata giö una bozza, magari a gorizia dato che c'è questa occasione perchè non sfruttarla. Ciao Ciao Oscar :)

02-06-2008, 14:42
Punti salienti:
-normare il volo libero con previste attenuanti in luogo di predazione accidentale.
-legittimare il rapace a consumare la preda al di fuori del periodo venatorio pur proibendo al falconiere di impossessarsene.
-raccolta firme a Gorizia
-...poi?

portare ad esempio realtà* estere che rappresentano cio che si intende secondo me è convincente e fa giocoforza contro la perenne titubanza del nostro stile di governo in sede di riforme.

-io ci metterei anche di imporre verifiche sulla competenza di coloro che gestiscono i centri di recupero rapaci o simili. :roll: *...comunque mi rendo conto che possa non essere una priorità*.

Tulipano
02-06-2008, 16:17
Se non ho frainteso quello che diceva Piero nel suo ultimo intervento qui sul forum credo se ne stia già interessando qualche altro ministro, magari ci ritroviamo con due esponenti del nuovo governo interessati a questo problema, forse è il caso di spingere e saperne di piö anche da lui.

MRHAWK
02-06-2008, 17:09
Il Deputato al parlamento Europeo, On. Sergio Berlato, si sta occupando personalmente della modifica della 157/92 e stando a quel che leggo, siamo già* in ritardo.
La prossima settimana convocherà* tutti i rappresentanti delle associazioni venatorie riconosciute per stabilire i punti da modificare quindi occorra muoversi velocemente e far sentire la nostra voce. Dobbiamo velocemente inserire tutti i punti a noi essenziali e farli avere a "chi di dovere" in tempo utile. Si, è vero, un altro parlamentare si è anche reso disponibile e assolutamente favorevole nel portare avanti la nostra causa.

Questa è la bozza quasi definitiva della modifica di legge: Bozza modifica legge 157/92 (http://www.sergioberlato.it/m_caccia/pdf/Proposte%20di%20modifica%20alla%20legge%20statale% 20157%2092%20-%20SERGIOBERLATO.pdf)

Gorizia come data è troppo lontana.


Se siete d'accordo, iniziamo ad identificare i punti per poter regolamentare l'addestramento e la caccia col falco.

- Possibilità* di addestrare i nostri falchi durante TUTTO il periodo dell'anno.

- Addestrare il falco su preda artificiale (logoro, traina, pallone, aquilone) o su animale allevato ad uso sportivo o alimentare (piccione Viaggiatore o da carne) non è da considerarsi predazione, quindi sempre lecito e consentito anche senza licenza di caccia.

Poi? Altre idde?

Fulmine
02-06-2008, 17:22
- Se il falco prende una preda fuori stagione di caccia lui è abilitato a mangiarsela ma il falconiere non puo possederla
*(legge della Carolina)
Perchè facendolo volare tutto l'anno c'è il rischio che possa catturare qualcosa *:wink:

Sto cercando le leggi dei vari stati per vedere se trovo altro, fatelo anche voi se potete.

wapity
02-06-2008, 17:32
ok addestramento ma direi che nella caccia è meglio non far regolamentare come se si portasse un fucile ad esempio le distanze minime e quant'altro!!!

dimenticavo come si regola se in caso di inseguimento da zona libera fino a una zona protetta e li avviene la cattura, devo aspettare che il falco si sazi e abbandonata la preda spero di recuperare il fagiano o altra preda o posso recuperare il mio falco, col fucile è abbastanza chiaro ma con il falco????

non so se mi sono spiegato

Fulmine
02-06-2008, 17:33
Vero!
E perchè poter abilitare il car hawking? *:mrgreen: *:mrgreen: *:mrgreen: *:mrgreen:

dddnnn
02-06-2008, 18:12
Ma quale Gorizia.... abbiamo i giorni contati, Mannaro bisogna darsi "una mossa" ed in fretta :wink: .
Mannà*,.. se la predazione è veramente accidentale, la L. 157/92 prevede già* il "caso fortuito",.. quindi l'eventuale cattura non voluta dal falconiere deve essere considerata come l'uccisione involontaria di un selvatico da parte di un automobilsta :wink: ,..(questa tenetela presente,.. potrebbe servire un domani :wink: ).
Ovviamente, in tal caso, "l'incidente" andrebbe segnalato al responsabile dell'A.T.C. per il ripristino del capo ed eventualmente pagare i 10/15 euro per l'acquisto di un nuovo capo da rilasciare.

Fulmine stesso discorso vale per l'esempio da te citato,.. trattasi di "caso fortuito",.. lasciamo stare la Carolina... se scazzi da quelle parti ti "sopprimono" con un'iniezione letale,.. :cry: .. tutt'altro mondo.

Fede, da queste parti voliamo già* tutto l'anno, ma sarebbe giustissimo chiarirlo a livello nazionale una volta per tutte.
Proporrei, per l'allenamento, di citare animale allevato e basta, senza specificare "piccione", perchè di fatto vengono allevati anche fagiani, starne, quaglie, pernici,.... :wink: ,.. peraltro molte province dell'Emilia Romagna già* consentono il rilascio di questi animali,.. (siamo troooooppo avanti :lol: ).
Proporrei inoltre di consentire la caccia con il falco quando "i fucili non possono sparare",.. l'UNCF di Bologna sta già* ottenendo qualcosa in tal senso,.. (tanto per cambiare,.. parliamo di Emilia Romagna).
Quindi volare durante le giornate di silenzio venatorio :wink: .
Bisognerebbe chiarire inoltre che la caccia con il falco non è soggetta alle restrizioni previste per i fucili,.. come le distanze minime da abitazioni o strade,.. giuste per evitare che una rosata vagante danneggiasse qualcosa,.. ma inutili per un falco.

E chi piö ne ha piö ne metta,.. in questi casi bisogna chiedere 100 per ottenere 10..

Claudio sta interessando "i capi" dell'UNCF a livello regionale,..

Se qualcuno ha qualche "asso" nella manica,.. è ora di giocarlo.. :wink: .

Ciao, Dom.

PS: Giacomo, ho letto solo ora, anche il tuo caso rientra nel "CASO FORTUITO" perchè la TUA volontà* non era quella.
Roby,.. non esageriamo *:lol: ... *:wink: *:wink: *:wink: *:wink: .

wapity
02-06-2008, 18:42
non dimenticare conigli e lepri che sono tutte di allevamento ma per introdurre un rapace servono!!!!

dddnnn
02-06-2008, 18:55
E' vero che tu voli un "grosso calibro"... :wink: , hai ragione,.. per questo motivo bisognerebbe citare in modo generico "animali provenienti da allevamenti e da destinare al consumo umano" e non specificare "piccioni" :wink: .

Ciao caro.

gaia_c79
02-06-2008, 20:51
scusate, spero di aver capito male....

a pagina 10 si legge :
Note: Vengono eliminate le giornate di silenzio venatorio (martedà* e venerdà*), dal
momento che l'Italia è l'unico paese in Europa ad adottare questa insensata
restrizione. Il cacciatore potrà* scegliere tre giornate di caccia tra le sette disponibili
nell'arco della settimana.

e poi a *pagina 12 :

Note: Si reintroduce la legittimità* dell'uso degli zimbelli, si sancisce la legittimità*
dell'uso come richiami dell'anatra germinata, del piccione domestico e della civetta
viva proveniente da allevamento.

quindi non ci saranno piö i giorni di voli "salvi" e viene reintrodotta la civetta come richiamo vivo??

MRHAWK
02-06-2008, 20:57
Hai capito bene...ognuno sta portando avanti i propri interessi e noi non dobbiamo essere da meno!

03-06-2008, 02:52
Non so se è già* stato detto e mi scuso se non ho il tempo di verificarlo, ma sarebbe bello che coloro che volessero dedicarsi alla sola caccia col falco non fossero costretti a fare anche l'abilitazione all'uso di armi da fuoco per la licenza, tenete presente che con l'abolizione della leva obbligatoria tutti i giovani che volessero farsi la licenza per cacciare col falco sono costretti a pagarsi un corso al poligono e a dimostrare che sanno usare un fucilE che poi magari non toccheranno per il resto della loro vita. :?

...altra cosa: mi chiedevo se la S.I.F.A di Marostica potesse tornare utile come alleato in questa trafila, considerando che rilascia l'unico (che io sappia) diploma di qualifica professionale valido a livello europeo (tralasciando le annose polemiche in merito) potrebbe avere voce in capitolo e unirsi al coro. Ma visto che c'è un manifesto del corso S.I.F.A. in home page forse la mia è una segnalazione superflua... :oops:

dddnnn, grazie per la dritta sulla predazione accidentale! :wink:

fra
03-06-2008, 04:36
DA cacciatore,sono ASSOLUTAMENTE contrario all'abolizione del silenzio venatorio.
Gli animali hanno bisogno di un po di pace.
Sono contrario anche all'allungamento del periodo cacciabile(febbraio) per lo stesso motivo di cui sopra.

francesco

03-06-2008, 04:39
Sinceramente sapevo che c'erano voci di una modifica ma non pensavo fosse così avanzata la situazione. Mi sono letto il testo di proposta con le nuove modifiche ed ovviamente è orientato a fare gli interessi dei cacciatori con il fucile, alcune cose proposte sono pero comode anche a noi falconieri.

Come a Gaia, mi lascia molto perplesso il fatto di reintrodurre le civette come richiamo vivo ed in particolar modo la proposta di eliminare i giorni di silenzio venatorio.
Confesso che con i falchi con cui non caccio (e non tiriamo fuori la solita storia) quelli erano gli unici giorni in cui potevo andare a volare tranquillo, sapete la stagione scorsa sono stato diretto testimone o comunque messo a conoscenza di ben 4 abbattimenti di falchi di amici da parte dei cacciatori.

zagor
03-06-2008, 06:22
io proporrei volo libero tutto l'anno senza restrizione di territorio di allenamento, ma magari aprendo una sicurazione per coprirci da eventuali danni.

wapity
03-06-2008, 06:31
guarda che l'assicurazione l'abbiamo gia con la licenza di caccia, lunica cosa che autorizzando il volo libero dovrebbero estendere la validità* anche in periodo non venatorio, come del resto la licenza di pesca fips ti assicura ovunque tu sia nel perosto che ti porta al tuo sito di pesa!!

TYGER
03-06-2008, 06:40
Ieri ho telefonato a Vittorio (presidente uncf Emilia Romagna) il quale parlera' con Brusa e si informeranno.
Se effettivamente e' la volta buona per le modifiche a questa vecchia legge poi faremo le nostre richieste tramite la nostra settoriale Federcaccia.
Al momento si parlava di volo libero tutto l' anno etc.,poter cacciare (senza cane) il martedi' e venerdi', caccia dall' auto ai dannosi corvidi e altro che ci verra' in mente a tutti noi.

Saluti
Claudio

zagor
03-06-2008, 07:07
wapity era quello che intendevo, volando tutto l'anno l'assicurazione della licenza di caccia non ti copre.

TYTO
03-06-2008, 09:30
Una domanda...

visto che siamo tutti convinti che bisogna mettere un freno alla situazione attuale in cui chiunque puo "comprarsi" un rapace,non è questa forse l'occasione per inserire un minimo di regole!...
-per esempio possibilità* per chi è munito di licenza di caccia di possedere un numero x (meno di sei?) rapaci (falchi o falconi) da utilizzare ad uso venatorio
-per chiunque voglia detenere altri animali , o un numero maggiore , "patentino" rilasciato da ente/enti da definire che attesti le capacità* (differenziando : animale/i da compagnia (con limte di numero-animali per lavoro (bird ccontrol/volerie)-centri di riproduzione)

ciao franco

zagor
03-06-2008, 09:41
io sarei d'accordo all'inserimento del registro regionale dei falconieri con accesso al soperamento d'esame, potrebbe essere un deterrente nei confronti delle persone non motivate veramente.

Fox71
03-06-2008, 11:43
Mi rendo conto che il Peso dei falconieri nei confronti dei cacciatori è a dir poco ridicolo, ma viasto che loro richiedono la possibilità* di cacciare in tutti e 7 i giorni della settimana e di poter utilizzare le civette come richiamo, potremmo richiedere di inserire all'interno di ogni ATC delle aree a percentuale da definirsi, a modi di zone protette dove sia concessa solo la caccia con i Falco e con l'arco.
Questo non creerebbe lo stesso disturbo alla fauna creato dagli spari delle doppiette e tutelerebbe l'incolumità* dei nostri rapaci almeno in queste aree. :)
oltre naturalmente a quello che si è già* detto!! :wink:

Andrea.

Fox71
03-06-2008, 11:46
...Aggiungo!!
Per i cacciatori con il falco di fare un esame di caccia con o senza l'uso del fucile a seconda se si voglia o meno il porto d'armi!
Ciao
A.

dddnnn
03-06-2008, 12:20
Ottime tutte le proposte sin'ora postate.. :wink: .

Ma una cosa mi stupisce,.. Federico (admin), Piero (admin lafalconeria), i vertici UNCF ed immagino anche di altre associazioni, iscritti ai siti e non,.. TUTTI SAPEVAMO SOLO DI "VOCI" DI UNA PROBABILE MODIFICA... mentre la cosa era in atto da tempo,... e se non avessi (casualmente) letto quell'articolo su DIANA ???

Non ci considera NESSUNO,... :( .. ci fosse stato uno solo che ci avesse interpellato,... :cry: ..
Ognuno tira l'acqua al suo mulino..

Questa mattina ne parlavo con un mio vicino, un anziano cacciatore,... bene.. la sua sezioncina (di paesino), già* da tempo ha stilato una serie di "richieste" di modifica,.. successivamente inviata alla sede nazionale dell'associazione di appartenenza per le valutazioni del caso,... E STO PARLANDO DI 4 ANZIANI PENSIONATI.. :( .. (coetanei di Toscano1,... :twisted: *:lol: ..)
Il tale mi ha pure detto ironicamente,.. è impossibile che voi (falconieri) non ne sapevate nulla,.. anche i miei cani conoscono "la faccenda",.. (seguito da grassa risata).. :cry: ...
Di fatto la bozza cita 1 sola volta la parola "falco",.. non c'è 1 virgola in piö rispetto all'originaria legge del 92.

Che tristezza :( ...

Comunque, le proposte le abbiamo fatte, ora bisogna trasmetterle in fretta a chi di dovere,... amministratori forum o presidente nazionale UNCF,.. (che alla fine è il piö grande tra i "pesci piccoli" della caccia nazionale).

Non proviamo nemmeno a contestare l'uso della civetta o le giornate di silenzio venatorio,... (fra l'altro pare che questo limite non esista negli altri stati europei),.. altrimenti i "pesci grandi" ci mangiano,.. facendo sparire proprio la parola "falco" dalla nuova legge,.. :wink:.. pensiamo ad ottenere qualcosa di utile,.. ricordando di chiedere 100 per ottenere 10 (forse).

Ciao, Dom.

stefano
03-06-2008, 12:29
propongo che i cacciatori col fucile facciano una prova di tiro con l'arco da caccia e di falconeria, visto come stanno le cose. dato che chi caccia solo col falco deve rompersi i maroni con ste armi, giustamente spese x poligono carte bollate a nn finire, visite ecc ecc
scusate ma nn sarebbe piö semplice levare l'uso del falco dall'art. 7 e 13? si taglierebbe la testa al toro e bona notte. creazione di un registro falconieri regionale con prova teorico pratica e fine.
buon volo

Tulipano
03-06-2008, 12:49
propongo che i cacciatori col fucile facciano una prova di tiro con l'arco da caccia e di falconeria, visto come stanno le cose. dato che chi caccia solo col falco deve rompersi i maroni con ste armi, giustamente spese x poligono carte bollate a nn finire, visite ecc ecc
scusate ma nn sarebbe piö semplice levare l'uso del falco dall'art. 7 e 13? si taglierebbe la testa al toro e bona notte. creazione di un registro falconieri regionale con prova teorico pratica e fine.
buon volo

Non è mica sbagliato quello che dici, che dimostrassero anche i cacciatori di saperci fare con archi e falchi se vogliono la licenza, messa cosi dovranno prendere una decisione per forza. Ottimo Stefano :wink:

zagor
03-06-2008, 13:15
ma ce lo vedete un falconiere al poligono di tiro mentre scaglia un moschetto contro il bersaglio a trenta metri? :lol: :lol:

dynoc
03-06-2008, 13:56
bhe, se al centro del bersaglio c'è un bel passero legato....se po fà*!!! *:lol: *:lol: *:lol:

-D-

Nathaniel
03-06-2008, 14:26
1 diversificazione della licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), la seconda resta simile alla attuale. Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo).
2 Caccia col falco possibile tutto l'anno limitando le catture a pochi capi alla settimana con obbligo di consumo della preda catturata fuori stagione venatoria da parte del falco.
3 in alternativa calendario venatorio diversificato per i falconieri, esteso tutto l'anno.
4 inasprimento pene per l'abbattimento dei rapaci sia selvatici che da caccia
5 regole di condotta serie per l'acquisto di un rapace(per lo meno la prima volta) sulla scia di altri paesi europei in cui viene fatto un test per vedere quali sono le reali competenze di chi acquista(e via i bimbogigi della situazione!)
6 regolamentazione del volo libero
7 regolamentazione del bird control con introduzione della possibilità* di cattura durante questa attività*.
8 possibilità* dell'abbattimento controllato, mezzo falco, per specie rinomatamente dannose per l'ecosistema a causa del numero eccessivo e della eccessiva competizione(Gabbiani, Corvidi, Piccioni, Cormorani) da effettuare su autorizzazione del comune in cui si pratica la selezione in base a tabelle nazionali.

meglio ancora, come dice stefano, eliminazione dell'abbinamento Falconeria\Caccia e creazione di un registro dei Falconieri con licenza, esame di abilitazione ed assicurazione ad Hoc. vanno tenuti in considerazione i punti 2, 4, 5, 6, 8.

l'importanete è a questo punto darsi una mossa se no rischiamo di perdere ancora una volta il treno!

03-06-2008, 15:28
Mi sembra che Nath abbia fatto il punto della situazione; TUTTI FAVOREVOLI?
...dai per alzata di mano! :lol:

Mannaro favorevole su tutta la linea. :wink:

als
03-06-2008, 15:30
Ci vuole un'azione di sunto e di riepilogo così come fatta da nath quindi propongo di usare questa discussione per "discutere" le varie proposte e poi postiamo nella discussione aperta da piero solo quelle che riteniamo valide.

Chiederi quindi di mantenere piö pulita possibile l'altra discussione (Cosa chiedere ai politici) in modo che risulti molto piö facile giungere ad un documento di sintesi chiaro, completo e tecnicamente valido.

ale

Nathaniel
03-06-2008, 15:41
fatto copia\incolla...
se ho dimenticato qualcosa comunicatelo a un MOD o a me, magari in questo topic, così edito.
eventuali altri punti li aggiungeremo dopo averli discussi.

Fox71
03-06-2008, 15:43
I punti di Nath mi sembrano condivisibili pero:
Al punto 2) visto che già* i calendari venatori limitano il prelevamento dei capi "interessanti per la Falconeria" a pochi esemplari annui, andrei direttamente al punto 3.

Io avevo anche avanzato l'ipotesi di percentuaali di aree di Atc per la sola caccia con il falco e l'arco da considerare come una sorta di zona meno battuta e quindi con una maggior tutela per la fauna presente, ma su questo punto credo che si andrebbe a cozzare troppo con l'interesse dei Cacciatori armati. (che tra l'altro chiedono di restringere le aree di ripopolamento e cattura). :(

A.

03-06-2008, 15:47
...allora: PUNTO1- si richiede che i falconieri cacciatori abbiano una normativa venatoria dedicata, che contempli modalità* adeguate alle tecniche di caccia per mezzo di rapaci, un proprio calendario venatorio, e che sia data loro la possibilità* di conseguire la licenza di caccia senza l'abilitazione all'uso delle armi da fuoco.
...poi? cerchiamo di concludere il punto1, predazione accidentale, assicurazione personalizzata... forza!

wapity
03-06-2008, 15:49
hei forse sono tordo, ma vuole dire che chi ha la licenza di cacci la deve rifare per la caccia con il falco???? ma scerziamo!!!non freghiamoci con le nostre stesse mani perche sono sempre pronti a spillarci soldi in ogni modo :cry: :cry:

se ho capito male come non detto :x

03-06-2008, 15:56
No, la riforma NON deve essere retroattiva!

Nathaniel
03-06-2008, 15:57
alla fine il punto 2 o 3 sono abbastanza simili...
semplicemente non vorrei che venisse bocciato a priori un calendario falconieri 365 giorni l'anno. l'idea è di tenere entrambe in modo che poi quando Piero parlerà* con la persona interessata, valutino assieme quale è la strada piö percorribile tra le due proposte.

anche a me piacerebbero delle zone esclusive per arco\falco.

un'idea sarebbe che, pur abolendo il silenzio venatorioin generale, ne venga implementato uno piö mirato in modo che anche se i cacciatori con fucile possono andare a caccia quando vogliono(nei limiti di 3 gg settimanali come da loro proposta), alcune zone siano, a rotazione, precluse ai fucili piuttosto che ai falconieri e arceri per alcuni giorni alla settimana. questo darebbe respiro alla fauna e la possibilità* ai falconieri e agli arceri di andare in una certa serenità* a praticare il loro sport.

per fare un esempio:
la zona X nelle settimane dispari di novembre saranno agibili i giorni martedì, venerdì e domenica ai soli cacciatori con falco ed arco, i restanti giorni ai soli cacciatori con fucile.
nelle settimane pari non si applicano restrizioni.

ovviamente in altre zone limitrofe le restrizioni si applicano in altri giorni di modo che il cacciatore possa comunque praticare quando vuole senza doversi sobbarcare viaggi esagerati rispetto a quelli previsti.


come ho detto ci deve essere una licenza di caccia SOLO per falconieri, e una SOLO per fucile o SOLO arco. ma come è successo con la patente di guida prima della riforma, chi ha preso la licenza prima dell'entrata in vigore di questa riforma(che bisticcio di parole), avrà* la possibilità* di praticare tutte e tre le discipline SENZA dover fare altri esami.



Penso abbia ragione MAnnaro in una cosa... ora abbiamo una traccia, ma serve che vengano sviscerati i vari punti in modo da lasciare meno possibile all'interpretazione e all'invenzione del legislatore.

Fox71
03-06-2008, 16:10
No Wapity, l'idea potrebbe essere che per cacciare solo con il falco, si possa fare una licenza senza porto d'armi. Cioè poter fare tutto l'iter della licenza di caccia ad esclusione degli accertamenti della questura e quindi il rilascio del porto d'armi.
Chi vuole la fa completa e quindi con la possibilità* di cacciare in entrambi i modi.

A.

Speriamo che la discussione porti a qualcosa.

Tulipano
03-06-2008, 16:58
1 diversificazione della licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), la seconda resta simile alla attuale. Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo).

Io specificherei meglio al punto 1 che oltre all'assicurazione non obbligatoria non deve essere necessaria nemmeno l'abilitazione alle armi, meglio mettere tutti i puntini sulle i altrimenti rischiamo sempre l'interpretazione e si sa, a noi ci ha fregati per benino.

Il punto 2 sarebbe meglio rivederlo un pochino, scordiamoci che ci autorizzano a "cacciare" tutto l'anno, basterebbe che ci autorizzino a volare tutto l'anno, poi come si è detto "un'incidente" puo sempre accadere!

toscano1
03-06-2008, 17:00
1 diversificazione della licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), la seconda resta simile alla attuale. Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo).
2 Caccia col falco possibile tutto l'anno limitando le catture a pochi capi alla settimana con obbligo di consumo della preda catturata fuori stagione venatoria da parte del falco.
3 in alternativa calendario venatorio diversificato per i falconieri, esteso tutto l'anno.
4 inasprimento pene per l'abbattimento dei rapaci sia selvatici che da caccia
5 regole di condotta serie per l'acquisto di un rapace(per lo meno la prima volta) sulla scia di altri paesi europei in cui viene fatto un test per vedere quali sono le reali competenze di chi acquista(e via i bimbogigi della situazione!)
6 regolamentazione del volo libero
7 regolamentazione del bird control con introduzione della possibilità* di cattura durante questa attività*.
8 possibilità* dell'abbattimento controllato, mezzo falco, per specie rinomatamente dannose per l'ecosistema a causa del numero eccessivo e della eccessiva competizione(Gabbiani, Corvidi, Piccioni, Cormorani) da effettuare su autorizzazione del comune in cui si pratica la selezione in base a tabelle nazionali.

meglio ancora, come dice stefano, eliminazione dell'abbinamento Falconeria\Caccia e creazione di un registro dei Falconieri con licenza, esame di abilitazione ed assicurazione ad Hoc. vanno tenuti in considerazione i punti 2, 4, 5, 6, 8.

l'importanete è a questo punto darsi una mossa se no rischiamo di perdere ancora una volta il treno!


ALT FERMI TUTTI

ma stiamo scherzando?????? eliminare l'abbinamento Falconeria = Caccia ?? ma siete fuori di testa??? eccheccavolo !!!!

ricapitoliamo: FALCONERIA = CACCIA COL FALCO

fermo restando questo principio INCONTESTABILE ed INCONTROVERTIBILE vediamo di arrivare ad un compromesso verso coloro che non vogliono usare il falco per caccia!!!
Ma che davvero vogliamo proporre situazioni dove ci tagliamo i coglioni per contro proprio?

Allora, se Stefano non vuole spendere soldi per la licenza di caccia (o di falconeria) che cambi mestiere o chieda una colletta, faccia una questua od un mutuyo od uno special prestito in banca!!!

Quindi, ricapitolando nuovamente, OK per licenze diversificate, ovvero x falconeria oppure x caccia tutta, dove colui che ha solo la licenza di Falconeria NON puo maneggiare armi e fare tutti gli altri tipi di caccia col fucile; colui che ha la licenza x caccia col fucile, puo fare tutte le forme di caccia, ivi compreso la Falconeria!!

Qualsiasi forma di caccia DEVE avere uno stop annuale di un certo tempo e periodo per il semplice fatto che le popolazioni selvatiche sono in fase di riproduzione ed immediatamente dopo i nuovi nati sono ancora piccoli,deboli ed indifesi, per cui un fermo biuologico CI DEVE ESSERE SEMPRE. (Caccia tutto l'anno non passerebbe MAI, ricordativelo!!)

Le pene per l'abbattimento di specie particolarmente protette esistono già*, dove sono elencati pure tutti i rapaci, diurni e notturni


I cormorani ed i gabbiani sono specie protette, non ti daranno mai la deroga se non verranno tolte, o meglio, debbono essere inserite nelle specie cacciabili, cosa che dubito alla grande che avvenga.

Per quanto riguarda il bird control ed il volo libero ecc ecc, RICORDATEVI che la legge 157/92 è considerata LEGGE QUADRO o LEGGE CORNICE, pertanto la eventuale modifica non snaturerebbe la specificità* della Legge, rimanedo come tele (Legge Quadro), pertanto, i regolamenti sono e saranno sempre demandati alle Regioni..per cui, non diciamo cazzate in merito, cazzate inteso come ingolfare di cose che mai verranno inserite in tale LEgge, proprio per i motivi di cui sopra. Per queste problematiche, la battaglia dovrà* essere fatta in sede Regionale e non sulla Legge Nazionale.

La Legge nazionale deve dare dei Principi incontrovertibili, ovvero, come prima cosa, come ho detto sopra, il falco o rapaci tutti, debbono essere inseriti nei mezzi di caccia!!! questa è la cosa piö importante di tutte!! poi verranno i regolamenti attuativi e che disciplinano il solo volo libero, l'allenamento, i luoghi ecc ecc

03-06-2008, 17:18
toscano, ...e quelli che allevano notturni? e quelli che fanno spettacoli coi nibbi? ...c'è tutto un mondo di "allenatori di rapaci" che chiede normative ad hoc, il panorama sta evolvendo in svariate branche e specializzazioni. La tua posizione in merito è ben nota e rispettata ma piö di qualcuno potrebbe trovare scorretto ed egoistico il fatto che ora tu ti metta a remare contro. Una volta mi hai detto che le divergenze ci stanno, ma che la tendenza deve essere univoca ...intendevi dire che la tendenza deve essere la tua???
Quindi, FALCONERIA=CACCIA COL FALCO e VOLO LIBERO=ALLENAMENTO DI RAPACI SENZA PREDAZIONE ...dov'è il problema? perchè gli allenatori di rapaci non possono avere una normativa che li contempli??????
Dai!

toscano1
03-06-2008, 17:25
Mannaro, *****, questa è una modifica alla LEGGE SULLA CACCIA e NON principi generali che con la caccia non hanno a che fare!!!
NOn so se mi spiego...la caccia è una cosa, il volo libero è un'altra cosa!!!! che c'azzecca con la legge sulla caccia??????

te l'ho detto, i regolamenti li faranno le regioni NON la legge nazionale

03-06-2008, 17:46
...per il fatto che in piö occasioni sono state applicate leggi venatorie e conseguenti ammende e sanzioni a chi praticava il volo libero! Quanto meno sarebbe utile che la riforma in questione mettesse in chiaro che il volo libero non centra con la caccia (come tu insegni) e episodi di intervento degli organi competenti alla caccia in  ambito di volo libero NON SONO LEGITTIMABILI!

melk
03-06-2008, 18:09
Purtroppo moltissimi che praticano il "volo libero" non fanno altro che far predare i propri falchi senza la licenza di caccia infischiandosene dei tempi e modi. Non ti puoi nenche immaginare quanti ne ho conosciuti e ne conosco. (Naturalmente non mi riferisco a qualcuno in particolare che scrive quì)
Secondo mè un passo importantissimo sarebbe quello di distinguere la licenza di caccia dal porto d'armi, così che chi vuole praticare la falconeria non deve fare altro che prendere la licenza di caccia e poi se vuole praticare il volo libero puo farlo quanto gli pare.
Un altra cosa molto importante sarebbe quella di avere anche l'opportunità* di spazi e tempi diversi in modo da non dovere a tutti i costi cacciare negli stessi luoghi dei cacciatori con fucile.
Proporre di poter cacciare con il falco nelle due giornate di silenzio venatorio (senza cane) potrebbe essere una buona cosa.
Poter iniziare prima (metà* agosto) e finire dopo (fine febbraio), oppure anche poter frequentare zone di rispetto.
Le rievocazioni storiche, gli spettacoli e l'allontanamento nocivi sono già* normati in quanto non mi risulta che siano stati fatti verbali di origine venatoria a chi fa queste cosè.

nibbio59
03-06-2008, 19:16
Salve dico la mia:
fare due distinzioni:
nella prima falconeria caccia regolamentata o apportare migliorie tipo (diversita' mesi di apertura e chiusura),
Nella seconda poter ionserire quelli che non vogliono cacciare ma fare volare il falco dandogloi da mangiare.
Insomma diversificare come per chi ha il fucile per caccia e chi ha il fucile per piatello.
Uso venatorio e uso sportivo. :) :) :)

als
04-06-2008, 07:06
Io penso questo... ma è già* stato detto da altri *:wink: :
1) sostituire la parola falco con quella rapace (notturni compresi);
2) prevedere alcune zone e/o periodi in cui non ci sia conflitto tra cacciatori e falconieri;
3) mantenere il silenzio venatorio a cavallo della fase riproduttiva;
4) definire atteggiamento venatorio con il rapace.

Il punto 4 è particolarmente difficoltoso nella sua corretta applicazione (verifica e controllo in campo) ma ho avuto testimonianze in provincia di lucca che non sia così chiaro e certo. Ovviamente si tratta di pensieri e di parole scambiate con rappresentanti degli uffici preposti al controllo e vigilanza (niente di scritto) ma il fatto che un rapace predi e si cibi della preda fino a completo soddisfacimento (dopo la predazione il rapace è inutilizzabile... gozzo pieno) per taluni non costituisce azione di caccia. L'azione di caccia veniva individuata con la successiva messa in carniere della preda. Con il fucile questo non è chiaramente fattibile perchè l'abbattimento di una preda è finalizzato al solo divertimento dell'uomo.

ale

MRHAWK
04-06-2008, 08:41
Ricapitolando:

1 diversificazione della licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), anche senza porto d'armi la seconda resta simile alla attuale.

Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo) e nemmeno il porto di fucile.
Non valgono le distanze minime di caccia come per la caccia col fucile vicino ad abitazioni o sentieri *poichè il rapace non crea nessun pericolo o danneggiamento a cose o persone.

2 possibilità* di addestrare i rapaci tutto l'anno su prede artificiali o su animali di allevamento.

3 zone atc dedicate ai falconieri e ai cacciatori con l'arco.

4 inasprimento pene per l'abbattimento dei rapaci.

5 regole di condotta serie per l'acquisto di un rapace(per lo meno la prima volta) sulla scia di altri paesi(NON RIGUARDA LA MODIFICA DI LEGGE IN QUESTIONE)( Si puo proporre una autorizzazione per l'acquisto di un rapace dietro permesso scritto di una associazione di falconeria riconosciuta che ha gestito un corso)

6 regolamentazione del volo libero tutto l'anno (NON RIGUARDA LA MODIFICA DI LEGGE IN QUESTIONE)

7 regolamentazione del bird control con introduzione della possibilità* di cattura durante questa attività*.

8 possibilità* dell'abbattimento controllato nocivi, mezzo falco, per specie rinomatamente dannose per l'ecosistema a causa del numero eccessivo e della eccessiva competizione(Gabbiani, Corvidi, Piccioni, Cormorani) da effettuare su autorizzazione del comune in cui si pratica la selezione in base a tabelle nazionali e in tutto il periodo dell'anno anche da veicoli in movimento.

Se i punti sono corretti, possiamo procedere alla fase successiva

oscar
04-06-2008, 09:07
Ciao Tutti
non so se dico una stupidata, perchè non provare a mettere una cosa del genere, diversivicare anche le zone di caccia, cioè quelle per la falconeria sono proibite al fucile, e viceversa per evitare spiacevoli incovenienti come l'anno scorso.
Ciao Ciao

stefano
04-06-2008, 12:37
quest'ultimo post di hawk m'è piaciuto lo condivido appieno. se serve lo sottoscrivo.
buon volo

Fox71
04-06-2008, 13:28
mi basterebbe che ne passassero metà* di quelle indicate......
Dove si firma?? :wink:

Andrea.

als
04-06-2008, 13:33
Ciao Tutti
non so se dico una stupidata, perchè non provare a mettere una cosa del genere, diversivicare anche le zone di caccia, cioè quelle per la falconeria sono proibite al fucile, e viceversa per evitare spiacevoli incovenienti come l'anno scorso.
Ciao Ciao

lo ha previsto al punto 3.... togliere qualcosa ai cacciatori sarà* ben difficile ma se vogliamo ottenere bisogna chiedere quindi ben venga anche questo punto *:wink:

04-06-2008, 13:34
Se i punti sono corretti, possiamo procedere alla fase successiva


ok! ...ovvero?

Fulmine
04-06-2008, 14:02
5 regole di condotta serie per l'acquisto di un rapace(per lo meno la prima volta) sulla scia di altri paesi(NON RIGUARDA LA MODIFICA DI LEGGE IN QUESTIONE)( Si puo proporre una autorizzazione per l'acquisto di un rapace dietro permesso scritto di una associazione di falconeria riconosciuta che ha gestito un corso)

Tutto perfetto, ma questa cosa mi preoccupa un po', se per esempio io seguo un falconiere perchè dovrei farmi rilasciare un attestato da un'associazione dopo aver seguito i loro corsi?! Non si potrebbe fare in modo che questo falconiere rilasciasse lui un'autorizzazione? Cioè a me l'idea di fare un corso in una associazione non mi va tanto... resto sempre per l'idea del falconiere maestro che insegna a un suo alievo. *:wink:

Certo questa cosa eviterebbe l'acquisto sconsiderato di rapaci da parte dei nuovi arrivati, ma già* la falconeria come passione non è molto economica se poi devo pure farmi un corso (che non costerà* poco, perchè è sempre così); cioè non so su questo punto sono un po' dobbioso.

Boh vorrei sentire altri pareri, perchè magari ho detto una boiata *:wink:

04-06-2008, 14:08
...per me potrebbero esserci entrambe le possibilità*: corso o maestro falconiere... no?

Nathaniel
04-06-2008, 14:11
secondo me basterebbe un test tipo quello della patente con 40 proposizioni che vertano su tutti gli argomenti del caso(legger sulla caccia, addestramento, biologia dei rapaci, nozioni di pronto soccorso, ecologia, etologia etc 4 errori e sei fuori). Studi, ti irscrivi e poi vai a dare l'esame presso l'ufficio della forestale in una data prestabilita.
chi ha la fortuna di avere il maestro sarà* avvantaggiato, chi invece deve fare da solo suderà* di piö, ma questo è già* nel normale andamento delle cose(sia per la falconeria, ma anche per la patente, basta vedere chi da l'esame in motorizzazione).
io eviterei come la peste che siano privati a dare le abilitazioni perchè questo si presta a magna magna tipici italiani. ci deve essere un metro unico valido per tutta l'Italia.

Fulmine
04-06-2008, 14:11
x Mannaro: Si quello che pensavo, pero il dubbio è con quale autorità* il falconiere puo rilasciarti l'attestato, e nel caso non fosse iscritto a nessuna associazione?

x Nath: Si ma i costi! Cioè cavoli verranno fuori delle spese esagerate, e diventerà* proibitivo anche per chi è realmente interessato.

Fox71
04-06-2008, 15:14
secondo me basterebbe un test tipo quello della patente con 40 proposizioni che vertano su tutti gli argomenti del caso(legger sulla caccia, addestramento, biologia dei rapaci, nozioni di pronto soccorso, ecologia, etologia etc 4 errori e sei fuori). Studi, ti irscrivi e poi vai a dare l'esame presso l'ufficio della forestale in una data prestabilita.
chi ha la fortuna di avere il maestro sarà* avvantaggiato, chi invece deve fare da solo suderà* di piö, ma questo è già* nel normale andamento delle cose(sia per la falconeria, ma anche per la patente, basta vedere chi da l'esame in motorizzazione).
io eviterei come la peste che siano privati a dare le abilitazioni perchè questo si presta a magna magna tipici italiani. ci deve essere un metro unico valido per tutta l'Italia.

L'esame di caccia (la parte scritta) è già* di fatto così! 30 domande e bisogna superarne 21 per passare all'orale. Le materie, che poi sono argomento anche delle 5 interrogazioni orali sono: Pronto soccorso, Biologia, Ambiente, legge sulla caccia, Armi.
Basterebbe, come mi pare sia già* stato fatto dall'UNCF per i falconieri trentini, fare un piccolo test per accedere all'albo dei falconieri.
http://www.uncf.it/articoli/Esame%20di%20falconeria.pdf
Secondo me le due cose dovrebbero essere in qualche modo legate: dalla licenza di caccia ho imparato tantissimo e credo che un test basilare sulla gestione dei rapaci possa solo che fare del bene ai falchi e alla falconeria. Non dico che bisogna saper riconoscere una sottospecie da un'altra o quante penne ha su un'ala un girfalco. Credo che un minimo di conoscenza sulle abitudini alimentari di un gheppio anzichè di un Astore, o come si arma un rapace, o come lo si maneggi, come va fissato al blocco non siano argomenti stratosferici.... poi la conoscenza per diventare un ottimo falconiere va approfondita.
:wink:

dddnnn
04-06-2008, 15:18
Effettivamente prevedere corsi obbligatori, (che finirebbero per costare un botto) non mi sembra una buona idea,... il corso potrebbe superare il costo del falco e scoraggiare i piö giovani.

Chiedere fette di ATC o fasce orarie riservate è inutile,.. qualsiasi richiesta contrastante con quelle dei "fucilieri" non sarà neanche presa in considerazione,... ma tentare non nuoce.

Per il resto ci siamo :wink: .

Ciao, Dom.

Fox71
04-06-2008, 15:30
Dddnnn, non parlo di corsi, ma solo di esame sulla gestione basilare di un rapace per essere autorizzati alla detenzione. Il corso di caccia io l'ho pagato 100 euro..... e tutto il resto che para su il conto!!
Un esame superabile dopo aver letto il De arte Venandi o il libro del Toscano. :wink:

zagor
04-06-2008, 17:07
anche io quando ho detto esame per entrare nell'albo dei falconieri non pensavo certo a dei corsi, ma proprio all'esame, perchè chiunque abbia studiato puo superarlo e normalmente chi studia conosce, quindi i rapaci non andranno in mano ai modaioli ma a gente competente.

MRHAWK
04-06-2008, 18:29
Ma se questi esami non li organizzano le associazioni, chi o quale ente dovrebbe farli?
Chi identifica un maestro da un cialtrone? Chi sarebbero sti "maestri falconieri?" 8O

Nathaniel
04-06-2008, 18:35
@MRHAWK: Esattamente per questo motivo che io dico che debba esistere un test nazionale, magari compilato con il consulto persone esperte(come ho detto, tipo la patente: una serie di 5000 domande da cui ne estraggono 30 o 40 e in cui ci sono un massimo di errori. se sbagli, aspetti la prossima sessione. hai 3 possibilità*, poi paghi di nuovo!).

normalmente dove si va a prendere la licenza di caccia?(ignorante io :P ) bene, per una licenza solo per Falconeria si andrà* nella stessa sede, con la differenza che magari, invece che fare una prova di tiro come esame pratico, ti chiederanno di prendere un falco dal blocco, e fissarlo al guanto, pesarlo, fare girare un logoro etc.
il costo dovrebbe essere leggermente piö contenuto che per la licenza completa.

il corso invece è una cosa facoltativa: come chi prende la patente puo decidere di fare da privatista, anche in questo caso sarà* possibile fare lo stesso. ovviamente chi sarà* seguito è facilitato perchè vede e tocca con mano, ma con il giusto impegno tutti possono riuscire.
dopotutto chi identifica una associazione seria da una cialtrona?

faccio un esempio:
io ho appena terminato un corso di formazione professionale per Operatore Socio Sanitario presso un ente accreditato dalla Regione Sardegna. ebbene, a mio avviso l'ente è gestito da cialtroni e il corso non è servito a molto alla maggiorparte delle persone promosse(100% degli iscritti). in altre ragioni a parità* di ore e di costi si ha una abilitazione e una formazione superiore(OSS Specializzato). in altre invece è stato farlocco ancora di piö e si sono "versati" titoli obsoleti(OTA e OSA) in cambio di uno moderno(OSS Specializzato), senza pero avere alcuna formazione.

dimostrazione pratica di come un corso, anche nazionale, possa essere farlocco\buono\mediocre a seconda di chi lo gestisce, di chi da mandato etc.
meglio un test oggettivo che sia uguale per tutti. le manfrine ci saranno comunque, ma secondo me in maniera decisamente piö limitata.

wapity
04-06-2008, 18:50
nath è piu complicato di quanto tu possa pensare perche comunque dovrai studiare come per tutta la licenza di caccia che prevede tutte le norme che regolano lattività* venatoria, il riconoscimento degli animali selvatici, e anche tempi delle coltivazioni, l'unica cosa che si potrebbe evitare è la parte teorica con i fucili, ma la parte pratica si fà* al poligono, comunque la vedo una cosa costosa come sempre in italia!!

ciao

Nathaniel
04-06-2008, 21:51
m a me va bene che si studino quelle cose.
l'unica cosa che non mi interesa è appunto la pratica col fucile. quello che non serve è un corso ad hoc, visto quello che ho spiegato nel post precedente. dando per buono che il corso di MArostica è serio, se fosse necesssario un patentino rilasciato da un'associazione, spunterebbero corsi come funghi, nove volte su dicei di qualità* scarsa e sicuramente moooolto costosi vista l'obbligatorietà*.

05-06-2008, 15:44
Secondo me è possibile che un corso diventi molto piö serio se non c'è certezza di promozione alla fine. Ovvero, se uno paga, frequenta si e no un corso ...tanto alla fine in un qualche modo ce la fa, non merita di approcciarsi a quella discipina perchè molto probabilmente non ne è all'altezza; mentre il rischio serio di essere "bocciato" potrebbe essere di stimolo a impegnarsi. Da quello che ho potuto vedere in vari corsi frequentati la differenza la potrebbe fare lo "studente" nel bene e nel male: ci sono corsi scadenti dai quali alcune persone ingamba traggono comunque stimoli da approfondire e ne escono arricchite; ci sono corsi molto ben strutturati frequentati da emerite teste di cavolo che ne escono piö ignoranti di prima ...magari perchè non c'era lo spauracchio di una bocciatura a motivarli (che tristezza!)
Io sono favorevolissimo al brevetto obbligatorio per detenere un rapace (prima ancora della licenza di caccia), resta pero da definire la modalità* per conseguirlo e purtroppo vari malcostumi tutti italiani (paraculate) non semplificano le cose.

toscano1
05-06-2008, 18:19
Chi farebbe poi il corso/i ? gestiti da chi? i docenti dove sono? eppoi, ogni provincia dovrebbe farlo, giusto? ma visto lo sparuto numero che siamo o saranno campacavallo!!
in piö, dove sono i docenti in ogni provincia? mah, utopia!!

dddnnn
05-06-2008, 19:17
Tutte giuste le proposte riguardanti i corsi, ma non la vedo di facile ed immediata realizzazione la cosa.
Non credo che ci sia tutta questa voglia di stravolgere la 157/92, con tanto di integrazioni riguardanti corsi e prove d'esame, per un gruppetto di 4 gatti, di cui molti cacciatori non conoscono l'esistenza,..
Come dice Giovanni ogni provincia dovrebbe "attrezzarsi" come per l'attuale esame di caccia, con tanto di modulistica,.. programmazione e tutta quell'organizzazione che stà* dietro a corsi ed esami.
Facile da scrivere su un forum,.. quasi impossibile da realizzare.

Pensiamo alle altre richieste,... come il volo libero tutto l'anno o il rilascio di animali provenienti da allevamento ai fini dell'allenamento,.. cose semplici e che non richiedono impegno alla pubblica ammnistrazione :wink: .

Ciao, Dom.

fra
05-06-2008, 20:25
Tutte quasi impossibile da realizzare.

Pensiamo alle altre richieste,... come il volo libero tutto l'anno o il rilascio di animali provenienti da allevamento ai fini dell'allenamento,.. cose semplici e che non richiedono impegno alla pubblica ammnistrazione :wink: .

Ciao, Dom.

FINALMENTE Questo è il problema :!: *:!: *:!:

06-06-2008, 02:15
Certo Dom hai ragione, vorrei solo chiedere una cosa per colmare una mia ignoranza: quando si diceva che alcuni cani (molossidi) non erano detenibili da chi non avesse un brevetto specifico.... qualcuno sa come è andata a finire? ...Perchè si è molto discusso recentemente sulla facilità* con cui ci si procura rapaci anche per per chi è digiuno di qualsiasi basilare nozione! e mi chiedevo se fosse possibile prendere spunto dalla questione "molossi" per arginare il fenomeno. ...probabilmente un altro vicolo cieco... :roll:

MRHAWK
06-06-2008, 18:42
Ricapitolando:

1 diversificazione della licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), anche senza porto d'armi la seconda resta simile alla attuale.

Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo) e nemmeno il porto di fucile.
Non valgono le distanze minime di caccia come per la caccia col fucile vicino ad abitazioni o sentieri *poichè il rapace non crea nessun pericolo o danneggiamento a cose o persone.

2 possibilità* di addestrare i rapaci tutto l'anno su prede artificiali o su animali di allevamento.

3 zone atc dedicate ai falconieri e ai cacciatori con l'arco.

4 inasprimento pene per l'abbattimento dei rapaci

5 regole di condotta serie per l'acquisto di un rapace(per lo meno la prima volta) sulla scia di altri paesi(NON RIGUARDA LA MODIFICA DI LEGGE IN QUESTIONE)( Si puo proporre una autorizzazione per l'acquisto di un rapace dietro permesso scritto di una associazione di falconeria riconosciuta che ha gestito un corso)

6 regolamentazione del volo libero tutto l'anno (NON RIGUARDA LA MODIFICA DI LEGGE IN QUESTIONE)

7 regolamentazione del bird control con introduzione della possibilità* di cattura durante questa attività*.

8 possibilità* dell'abbattimento controllato, mezzo falco, per specie rinomatamente dannose per l'ecosistema a causa del numero eccessivo e della eccessiva competizione(Gabbiani, Corvidi, Piccioni, Cormorani) da effettuare su autorizzazione del comune in cui si pratica la selezione in base a tabelle nazionali e in tutto il periodo dell'anno anche da veicoli in movimento.

Se i punti sono corretti, possiamo procedere alla fase successiva

Null'altro da aggiungere? Altre idee? Modifiche?

wapity
06-06-2008, 20:05
il punto 8 io direi + che possibilità* di abbattimento lo chiamerei, partecipazione ai piani di controllo dei "nocivi o invasivi o che altra denominazione si vuol dare" da parte dei falconieri.

dddnnn
06-06-2008, 20:44
Ok ci siamo :wink: .
Valido il suggerimento di Giacomo.

Speriamo almeno in 2 o 3 punti,.. sugli 8 proposti.

Ciao, Dom.

PS: Mannà i molossidi li vedo al parco al guinzaglio di ragazzini,.. credo che chiunque li possa condurre.

huntingu
06-06-2008, 20:56
Il discorso sui nocivi è fondamentale per i falconieri, ma la lotta ai nocivi previo abbattimento dell'animale in atteggiamento di caccia non è contemplato. Il piccione non *si puo' sparare ma si puo sterminare in piazza s. marco col veleno....
quindi andrebbe introdotta la possibilità* di abbattere i nocivi (volpi, corvi, etc...) previo censimento.
A questo punto punto chi fa il censimento??? negli atc dovrebbero farlo le associazioni venatorie, nelle AFV i concessionari delle riserve...comunque ci entrerebbe anche la ripartizione faunist. venatoria.
Chi si occupa degli abbattimenti a questo punto dovbbe essere il guardacaccia/guardia venatoria, o i falconieri, perchè no!???! * *la cosa fondamentale pero è il concetto di ABBATTIMENTO DEGLI ANIMALI NOCIVI!!!! passasse questo sarebbe una gran cosa....

MRHAWK
07-06-2008, 09:31
Andando a ricapitolare i punti che interessano la modifica della legge sulla caccia i punti sono questi:


1) Diversificare la licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile.
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), anche senza porto d'armi; la seconda resta simile alla attuale.

Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo) e nemmeno il porto di fucile.
Non valgono le distanze minime di caccia come per la caccia col fucile vicino ad abitazioni o sentieri *poichè il rapace non crea nessun pericolo o danneggiamento verso cose o persone.

2) possibilità* di addestrare i rapaci tutto l'anno su prede artificiali o su animali di allevamento.

3) inasprimento pene per l'abbattimento dei rapaci.

4) regolamentazione del bird control (contenimento e allontanamento Nocivi mezzo falco) con introduzione della possibilità* di cattura durante questa attività* come avviene in altri paesi comunitari.

5) possibilità* di abbattimento controllato nocivi, mezzo falco, per specie rinomatamente dannose per l'ecosistema a causa del numero eccessivo e della eccessiva competizione(Gabbiani, Corvidi, Piccioni, Cormorani) da effettuare su autorizzazione del comune o della Provicia in cui si pratica la selezione in base a tabelle nazionali e in tutto il periodo dell'anno anche da veicoli in movimento.


Con queste modifiche, automaticamente anche il volo libero è autorizzato e lecito tutto l'anno.

TYGER
07-06-2008, 09:41
OK Sono d' accordo!!! :)

Disciplinare come in certi Stati il possesso di un rapace al momento in Italia non e' possibile, non interessa a nessuno e non c' e' la cultura per farlo. :(

Claudio

TYTO
07-06-2008, 09:49
chiedo scusa , ma non concordo sul taglio che sta prendendo tutta la discussione...:

mi sembra che stiamo mettendo davanti a tutto il "benessere" del falconiere e ci dimentichiamo del benessere del falco!

Se utilizziamo questa opportunità solo per fare rivendicazioni (in parte tra l'altro quasi assurde..) ci giochiamo credibilità e simpatie (ammesso che ce ne siano ) sia nel mondo venatorio che ambientalista.

io inviterei nuovamente tutti ad una riflessione in questo senso!

ciao franco

sirpiolo
07-06-2008, 10:30
Che punti cambieresti o aggiungeresti, Franco??

Paolo

TYTO
07-06-2008, 11:09
primo punto
i rapaci possono essere tenuti SOLO se si garantiscono le seguenti condizioni:
-alimentazione adeguata
-ricoveri adeguati-
-fitness adeguato!_
a garanzia
informazione sull'alimentazione
normalizzazione per i ricoveri
per il fitness (secondo me altrettanto importante se non di piö dei primi due ) capacità dimostrata di poter garantire un adeguato spazio/tempo disponiibile.
Cerco di spiegarmi: la licenza di caccia dovrebbe garantirmi in questo senso presupponendo che chi se ne munisce per avere il/i falchi lo fa per praticare questa attività e quindi i suoi animali ne avranno il conseguente beneficio (SE il numero è limitato 3/6? e le specie usate sono quelle adatte.!!!)
per chi si avvicina a questa Arte :tutoraggio e se minore firma dei genitori con massimo 1/2? esemplari (specificare specie ammissibili?)
per chi vuole detenere animali particolari e tutti gli altri senza limiti di numero abilitazione ed iscrizione ad un registro "professionale" per Volerie, allevamento ecc

spero che si capisca il senso di quello che voglio dire e soprattutto i risultati che si vorrebbero ottenere !

ciao a presto franco

dddnnn
07-06-2008, 13:20
Franco, sei stato chiaro,.. ma quello che tu proponi ha poco a che fare con la 157/92.
Qua si parla "solo" di caccia,.. quindi le proposte devono limitarsi all'impiego del falco in ambito venatorio.. :wink: .

Quindi, proporre requisiti da richiedere al "possessore" di rapaci,.. problemi di alimentazione,.. ricoveri,.. fitness,.. specie adatte o meno,.. numero di rapaci da detenere,.. NON CREDO INTERESSI A QUALCUNO.. visto che, ripeto, in questo caso bisogna limitarsi "SOLO" al mondo venatorio.

Se poi si vuol proporre una Legge che disciplini la falconeria in generale va benissimo quanto suggerisci :wink: .

Ciao, Dom.

MRHAWK
07-06-2008, 13:54
Sono d'accordo con dddnnn, tutto cio che propone Franco è giustissimo ma non riguarda la modifica di questa legge.
Avete Visto il numero di letture di questo post(ad ora 1309) ? Evidentemente l'argomento interessa molto. 8O

TYTO
07-06-2008, 14:22
[
1) Diversificare la licenza di caccia col Falco con licenza di caccia con Fucile.
La prima permette di cacciare solo col rapace(ogni specie), anche senza porto d'armi; la seconda resta simile alla attuale.

ok..da perfezionare
credo piö fattibile avere una licenza di caccia (quella attuale opportunamente integrata) e prevedere una diversa "normativa" per volerie,allevamento animale d'affezione,

Per la Licenza di caccia col falco non è necessaria assicurazione salvo una facoltativa per ripagare eventuali animali domestici catturati accidentalmente(massimale piö basso:10000û massimo) e nemmeno il porto di fucile.
Non valgono le distanze minime di caccia come per la caccia col fucile vicino ad abitazioni o sentieri  poichè il rapace non crea nessun pericolo o danneggiamento verso cose o persone.

questo è da dimostrare... evidentemente nessuno ha cacciato con femmine di harris o di astore...per non parlare di aquile , visto che sarebbero (come sono...)libere  a tutti..!!
qualcuno ha mai pensato ad un falco che inseguendo una preda in città attraversa la strada ad auto e o ciclisti?
se l'assicurazione è facoltativa chi paga i danni?

2) possibilità di addestrare i rapaci tutto l'anno su prede artificiali o su animali di allevamento.

assolutamente si , stabilendo modo e luoghi

3) inasprimento pene per l'abbattimento dei rapaci.

assolutamente si , anche per il maltrattamento...

4) regolamentazione del bird control (contenimento e allontanamento Nocivi mezzo falco) con introduzione della possibilità di cattura durante questa attività come avviene in altri paesi comunitari.

ok

5) possibilità di abbattimento controllato nocivi, mezzo falco, per specie rinomatamente dannose per l'ecosistema a causa del numero eccessivo e della eccessiva competizione(Gabbiani, Corvidi, Piccioni, Cormorani) da effettuare su autorizzazione del comune o della Provicia in cui si pratica la selezione in base a tabelle nazionali e in tutto il periodo dell'anno anche da veicoli in movimento.

ok, aggiungerei le specie non autoctone





Con queste modifiche, automaticamente anche il volo libero è autorizzato e lecito tutto l'anno
solo in parte ... le modalità possono e devono essere diverse ...

ciao franco

ps. il fatto che la proposta di legge sia solo sulla modifica della 157 non credo che vieti un sano dibattito in generale sulla detenzione dei rapaci..forse presentarsi con un "pacchetto" completo e coerente  potrebbe aiutarci ad ottenere cio che vogliamo...forse è meglio spiegare (a tutti ,mondo venatorio e non ) che i falchi DEVONO volare , e non che noi vogliamo usarli tutto l'anno..

07-06-2008, 14:52
...pero considerata l'occasione anch'io sono dell'idea di cavalcare l'onda e provare a ottenere capra e cavoli, tutto sommato la caccia col falco non puo prescindere da tutte le cure, lo studio, l'esperienza e la responsabilità* che sono necessarie, lo stesso vale per chi semplicemente detiene un rapace all'infuori del ambito venatorio, giusto? ...quindi le necessità* sono le stesse a partire dal fatto che si riferiscono alle medesime specie di rapaci "utilizzate" per differenti fini, ma la scuola è quella e il legame lampante: i rapaci. Se si trovasse il modo di sfruttare l'occasione per disciplinare la semplice detenzione di un rapace come presupposto a tutto il resto sarebbe un bel colpo messo a segno! :wink:

TYGER
07-06-2008, 21:25
Si e' vero, hai ragione Franco; l' assicurazione serve sicuro e poi qualcuno si sentirebbe "tranquillo" di volare e cacciare tra le case con tutti i problemi che ne conseguono.
Comunque, io non credo che adesso con tutti i gravi problemi che abbiamo in Italia, i politici abbiano il tempo di modificare la legge sulla caccia. :(
Vedremo, chissa'..........

Claudio

crisaetos
07-06-2008, 23:29
Salve a tutti, sono con voi sull'addestramento prolungato all'intero arco dell'anno solare ,e non venatorio, per la semplice ed evidente ragione che, mentre il fucile si pulisce ed olia, prima di riporlo nell'armadietto blindato, e si risprende all' apertura della nuova annata venatoria, pronto all' uso per cui è stato costruito. Ben diverso è il falco che ha bisogno di essere ginnasticato per mantenersi in forma ( questa considerazione è valida, a mio modesto parere, sia per l'alto volo, che io pratico da un bel po di tempo, sia per il basso volo che qualche volta negli anni ho sperimentato). * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *Dalla considerazione suddetta scaturisce,come logica e piö che ragionevole conseguenza, che il falco da caccia ( Falconeria )è per sua natura un *mezzo *per esercitare la caccia, ma in nessun caso puo essere consideratoa un arma , come di fatto viene trattato dalla legislazione vigente.Il fucile, invece( nel nostro caso da caccia " monocanna, doppietta, sovrapposto o automatico ") è al contrario per sua stessa natura un arma a tutti gli effetti, che puo servire anche ad altri scopi oltre quello venatorio.
Personalmente, riproporrei la modifica già* presentata qualche anno addietro da un parlamentare
del nord di abolire il porto d'armi per la caccia con l'ausilio del falco, e di istituire una licenza specifica per la Falconeria.
A tutti auguro per la nuova annata venatoria : * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * USQUE AD SIDERA

dddnnn
08-06-2008, 08:43
Ciao Crisaetos,.. benvenuto.
Con le stesse motivazioni che tu hai postato, qui in provincia di Rimini, già* da tempo abbiamo ottenuto il volo libero tutto l'anno in ATC.. *:wink: .

Giustissima l'assicurazione,.. non si sa mai...

A prescindere dall'aria euforica ed ottimistica che si respira su questo topic, alla fine,... non crediate che sia tutto rose e fiori,... presentare il "pacchetto" caccia+salute+fitness+lifting,.. + trik, trak e bombe a mano .. va MOOOOOOLTO oltre quello che la nostra debole "vocina" puo chiedere,..(oltre ad essere fuori "tema") ripeto, rischiamo che non ci prendano proprio in considerazione *:cry: ,..
Migliaia di "fucilieri" con conoscenze a destra e sinistra,... con centinaia tra post, e-mail e lettere,.. vedrete,.. faticheranno ad ottenere QUALCOSINA,.. noi 4 disperati, visti da molti come ladri di nidiacei e bracconieri,.. cosa sperate che otterremo?

ANDIAMO AL SODO.

Ciao, Dom.

toscano1
08-06-2008, 09:34
Non c'è bisogno di fare tante e troppe richieste..il sistema per volare tutto l'anno a tutt'oggi c'è, sia con predazione che senza predazione. In emilia-romagna è stato istituito un campo volo solo ed esclusivamente dedicato ai rapaci dove dal 1° gennaio al 31 dicembre si puo allenare ecc ecc. Basta darsi da fare con regione e provincia che tutto si puo fare!!
Per quanto riguarda l'assicurazione: federcaccia ha 3 tipi di assicurazione tra cui la minima costa 52,00 euro e ti copre in tutto e per tutto oltre a darti il diritto di esserne socio ecc ecc.
Tutto il resto della regolamentazione è demandata alla regione 8come lo è oggi), pertanto, e mi ripeto fino alla nausea, tale battaglia se e come vogliamo farla, va fatta con la regione!!!!
in alcune regioni già* da anni tale attività* di falconeria è rogolamentata pertanto non vedo tutte queste insistente sulla legge statale.
L'unica cosa che potrebbe essere richiesta è lo svincolo dal porto di fucile, per cui, solo licenza di caccia..altro non vedo

stefano
09-06-2008, 12:01
in emili in emilia si fa questo e si fa quello, ma io sto a reggello e mica posso andare in emilia a far volare il falco xchè li si puo.staro vicino a casa o al massimo nella valle affianco. in toscana, Toscano che si fa? si fa come in emilia? dimmi qualcosa di piö.
stralciare dalla 157 la caccia col falco sarebbe la cosa piö veloce e rapida, poi le regioni si attrezzeranno, ci lavorano un monte di persone, pagate bene, facciamoli lavorare.
buon volo

toscano1
09-06-2008, 14:25
Stefano, non dire cazzate!!!! addirittura stralciare il falco come mezzo di caccia dalla 157 !!! te sei proprio fuori dal mondo Stefano!!! se te non vuoi andare a caccia con i tuoi falconi, non andarci, mica te l'obbliga qualcuno!! ma lascia andare chi vuole andare!!!

Ma a parte questa "polemica" tra noi poveretti...mi sa che l'iniziativa dell'On Berlato sia solo una mossa "pubblicitaria" sua e solo sua!! forse per farsi rieleggere un domani nuovamente al parlamento europeo?? ho pero i miei dubbi in merito :wink: chi vivrà vedrà :wink:

toscano1
09-06-2008, 14:32
eppoi dimenticavo...se in emilia-romagna hanno tutto cio (campi di volo, permessi vari ecc ecc) non è perchè lassö hanno il "fiocco rosso" (come diciamo quì in toscana)!! ma perchè si sono sbattuti le palle in regione, in provincia ecc ecc per ottenere quello che è stato ottenuto, cosa che nelle altre regioni, o quasi, nessuno ha mai fatto!! se vogliamo ottenere le cose bisogna pur guadagnarsele col sudore e non aspettare che arrivino come la manna dal cielo standosene in panciolle a casa propria o criticare a destra e a manca senza muovere un dito

Tulipano
09-06-2008, 18:35
Da qualche tempo mi sto muovendo a livello provinciale/regionale per ottenere i permessi necessari per volare tutto l'anno (senza attività* venatoria) i miei rapaci, venerdi scorso ho parlato direttamente con un alto funzionario provinciale che mi ha ribadito tutto quello che *ha detto *Giovanni qualche giorno fa, la 157 è una legge quadro che (piö di tanto) non puo essere modificata, quindi tutte le carenze della legge stessa dovrebbero essere regolamentate dalla regione di residenza, ma essendo realmente 4 gatti sul territorio nazionale frazionandoci ancora a livello regionale *non avremo mai voce in capitolo. La vedo dura, io nel frattempo, consigliato da lui, sto inviando una richiesta di autorizzazione per volare in aree private definite da me i miei rapaci, sto allegando fotocopie dei documenti dei vari animali e per conoscenza la sto inoltrando ai vari uffici provinciali e forestali del mio comprensorio. Secondo il suo parere un'avviso preventivo scongiurerebbe il dolo in caso venissi fermato da qualche agente e, se non dovessero rispondermi entro un mese il silenzio diverrebbe assenso, vediamo come va a finire!

stefano
10-06-2008, 12:35
xchè fuori dal mondo? sarebbe la soluzione economicamente e legislativa piö veloce, se ci pensi giovanni stralciare la parola falco è molto piö semplice che stare a creare dibattiti e discussioni e guerra tra poveri come in questi giorni, le regioni avrebbero l'onere e l'onore di poter regolamentare la caccia col falco, sempre piö veloce che stare a sbattersi in giro a portare fogli e foglietti domande che nn hanno risposta e risposte che nn hanno senso. eliminando disparità* legislative regionali, se la regione toscana vorrà* fare qualcosa di utile prima o poi dovrà* fare i conti con una tradizione che in toscana ha profonde radici, conosco dei personaggi politici regionali i quali mi hanno sconsigliato di intraprendere un'azione simile xchè in giunta ci sono un sacco di verdi e nn si otterrebbe niente di niente.
buon volo

10-06-2008, 15:21
...io ho insegnato al harris a vocalizzare le arie di "faccetta nera", e "avanti popolo" così a seconda dell'orientamento politico del burocrate di turno ho un espediente per addolcirlo!!! :wink:
Scusate la boiata, ma mi sono reso conto di una cosa racapricciante, ho visualizzato Raphael in volo sopra le chiome degli alberi in campagna coi campi di frumento sconfinati all'orizzonte; poi ho visualizzato un grigio burocrate deforme tra le sue scartoffie e mi sono chiesto: possibile che non si possa avere la prima cosa senza la seconda??? com'è possibile che le due "visualizzazioni" siano in relazione tra loro??? scusate lo sprazzo di filosofia, ma se si fa un passo in dietro e si rivaluta la situazione è veramente assurda. Chi norma non ha nessuna cognizione dell'oggetto da normare! ...sbaglio?

toscano1
10-06-2008, 16:19
Stefano, ma allora proprio non la vuoi capire!! se puta caso viene tolta la parola "falco" dai mezzi di caccia consentiti , ecco che ogni azione di caccia col falco è illegale!! eppoi, dal momento che non è mensionato sulla legge nazionale, le regioni NON possono ampliare, bensi ridurre cio che legge statale ha sancito, per cui, neiente caccia col falco!! io non ne faccio una questione di soldi..se c'è da pagare per cacciare e mi piace farlo,io pago, altrimenti vado a pescare..mica me l'ha ordinato il dottore!!! e si ritorna lì col discorso: chi non ha lilleri non lallera!!!

Comunque, tanto per tagliare la testa al toro: tranquillo, per adesso NON cambierà* nulla...potete o possiamo sbizzarrirci su mille proposte, ma l'iniziativa dell'On Berlato non passerà*, ne verrà* presa in considerazione dato le moltissime castronerie fuori luogo che verranno richieste (non dai falconieri, ma da tutti gli altri cacciatori)

jegua
10-06-2008, 17:12
ragazzi ho letto solo adesso di questa cosa e avete tutto il mio sostegno.
anche secondo me come dice Giovanni è solo una trovata pubblicitaria...per quanto questo onorevole ci mette il cuore il problema sta nella burocrazia. finchè chi fa le leggi starà* seduto dietro alla sua scrivania non si risolverà* mai nulla purtroppo...ma non solo x quanto riguarda la caccia.
cavolo non è possibile che x volare con il proprio falco bisogna fare i salti mortali quando poi ci sono cacciatori che non sanno nemmeno da che parte spara il fucile...e ne conosco tanti...
che poi se la dicitura passa da falco a rapace che succede? anche chi ha un barbagianni deve prendere il porto d'armi e la licenza di caccia? mi sembra alquanto ridicolo.
si potrebbe portare ad esempio anche la situazione olandese...caccia col falco aperta tutto l'anno....
ragazzi sono con voi!!

10-06-2008, 19:52
ciao Jegua :)

Secondo me ci vorrebbe un ragionamento piö creativo, mi spiego: burocratizzare serve solo a sollevare muri di cartastraccia, alzare la voce in mezzo al coro aumenta il casino ma non rende comprensibili i concetti... resta il mezzo comunicativo, il forum ne è un esempio lampante, ma va bene a coordinare e non a farsi ascoltare. Quindi io la butto li ...
1-allegare alle nostre richieste del materiale che delucidi quello che facciamo, a questo proposito mi viene in mente un video di 2 minuti che mostri un po' i rapaci e i falconieri a caccia e gli allenatori col volo libero (...così forse qualcuno scoprirà che la realtà dei rapaci in cattività non è solo la caccia) e che comunque avere a che fare con i rapaci è molto piö articolato di quanto non sembri.
2-diffondere questa realtà ai mas media, con un comunicato stampa o una lettera...boh, quello che si usa di solito per informare redazioni ecc.

Per quanto "bislacca" è un'idea nata dalla presa di coscenza che quasi tutti coloro che leggiferano in questo ambito non hanno la benchè minima idea di chi siamo e cosa facciamo 8O ...non pare anche a voi? 8O

stefano
11-06-2008, 12:22
in fin dei conti sono solo chiacchere e distintivo! vuol dire che si pagherà* o si continuerà* come sempre a far volare al logoro.
buon volo

jegua
12-06-2008, 20:55
:? mannaro sei sicuro che sia positivo elargire nozioni di addestramento dei rapaci? secondo me servirebbe solo a tirarvi la zappa sui piedi da soli...
ovvio che la falconeria è caccia e quindi morte....detta poco poeticamente ma in soldoni è così.
non so quanti apprezzerebbero vedere queste cose....

per quanto riguarda i molossoidi di qualche 3ad fa...non ce nessun patentino o attestato o qualsiasi altro pezzo di carta che possa attestare la capacità* dell'individuo a detenerne uno..o anche solo a portarlo a far pipì.
si si sul sito dell'enci ce la lista delle razze pericolose...se avete tempo e voglia di leggerla tutta vedrete che c'è anche lo Yorkshire terrier e il pinscher....ridicolo? beh forse no visto che secondo l'osservatorio dell'asl la maggior parte dei cani morsicatori sono cani di piccola taglia....ovvio che sentire che il pitt bull di turno ha azzannato la nonnina fa piö notizia di uno yorky che si è incazzato xke gli è stata pestata la coda....
si potrebbe discorrere mesi su questo argomento finendo ulteriormente in ot.

cmq secondo me....la vedo dura...soprattutto xke siete troppo pochi... e ci sono troppi animalisti incompetenti che non capiscono che la falconeria come caccia è fondamentale x il rapace...

toscano1
18-06-2008, 08:24
Silenzio, tutto tace...dov'è finito il vostro iniziale entusiasmo? vi siete già* adagiati sugli allori oppure avete capito che....gl'è tutto sbagliato, gl'è tutto da rifare? (Bartali) *:wink:

Tulipano
18-06-2008, 10:00
"Ascolta l’istinto, ma segui la ragione" :(

menzacapo
14-09-2008, 20:11
salve ho letto tutto il dibattito...

dunque com'e' andata a finire la storia che ci saimo resi conto che non possiamo fare nulla e non e' stata inviata nessuna proposta di modifiche? 8O




"Ascolta l’istinto, ma segui la ragione" :(

dddnnn
15-09-2008, 17:31
La proposta dell'onorevole Berlato, per quanto "estremista" sotto alcuni punti di vista, è stata pienamente condivisa dalla Confavi che alla data del 1 agosto aveva già* raccolto 180.213 firme (con allegati documenti d'identità* o licenze di caccia dei firmatari) e che come obiettivo si pone la raccolta di 500.000 firme,.. ed un numero con tutti quegli zeri incomincia a pesare...
.. chi non farebbe un pensierino a 500.000 voti (qual'ora fossero raggiunti) *:wink: *???

Ho dato un'occhiata rapida all'ultima proposta di Legge,.. non ho visto nulla inerente la falconeria, forse perchè mai inviata una proposta, forse perchè siamo 4 gatti, (ho di recente appreso da queste pagine che nel lazio non è presente neanche una delegazione dell'UNCF,.. per non parlare di quelle associazioni che per far numero hanno iscritto nonni e neonati).


Ciao, Dom.

toscano1
15-09-2008, 18:14
la propsta Berlato al momento risulta come tale...vedrete che se ci sarà* una discussione o altro sulla modifica della legge sulla caccia che chi di dovere si muoverà*..e per chi di dovere mi riferisco alle principali assoc. venatorie, quelle che contano
La Confavi...bohhhhhhh, o chi l'è?

comunque, l'UNCF, se dovrà* fare il proprio percorso di proposte, vedrete che le farà* appoggiandosi, e per mezzo, alla "casa madre", dove potrà* avere, come è dato per scontato capire, le sue maggiori chances

hawk
10-10-2008, 14:14
Ciao a tutti ragazzi!
E' da un po che non scrivo e, tornato sul forum, sono andato subito alla proposta di Berlato sulle modifiche della 157/92 pubblicate qui sul sito.....vorrei chiedere a chi ha capito qualcosa, se cio che abbiamo proposto come "falconeria.org" è stato preso in considerazione, perchè ho le idee un po confuse!
Spero che tu, Fede, possa illuminarmi
Grazie
Andrea

p.s. BUON VOLO A TUTTI!!!!!!!!!!!