PDA

Visualizza Versione Completa : Sostegno a campagna di protesta contro bracconaggio in Libano



volovia
18-02-2013, 08:17
Come gia' molti di voi sanno, vivo in Libano - Beirut - dal 2008 ed e' qui che, del tutto casualmente, ho iniziato con la Falconeria.
Sono l'unica che la pratica ed il motivo e' semplice, guardate qui!

http://www.komitee.de/it/antibracconaggio/bracconaggio-libano

Purtroppo e' la realta'! Con la mia Harris devo scegliere bene le zone di volo per evitare che me la sparino, per andare a caccia ho solo una riserva altrimenti non si trova niente, nemmeno corvidi, gazze, fagiani.

Sabato 2 marzo ci sara' una giornata dedicata alla lotta contro il bracconaggio, conosco bene gli organizzatori ai quali sto cercando di far avere un contributo da parte italiana per il loro progetto SOS = Save our Soaring birds. Partecipero' anch'io portando Amira.

In fondo all'articolo troverete l'invito a scrivere una mail od un fax all'Ambasciata libanese in Italia per sostenere la campagna. Troverete gli indirizzi.

Consiglierei di evitare insulti o pesanti critiche, bensi' ad esortare che vengano prese misure concrete da parte del governo, per evitare queste stragi!

Ringrazio tutti coloro che vorranno sostenere questa campagna!

Margherita

als
18-02-2013, 12:39
appena fatto

volovia
18-02-2013, 13:08
Grazie Als!!

toscano1
19-02-2013, 08:39
ok combattere il bracconaggio ma visitando tutto il sito in questione ci si accorge benissimo che è contro la caccia
ed io non farò nulla contro la caccia, mi dispiace Margherita

volovia
19-02-2013, 10:12
Giovanni, con il sito non hai niente a che fare, ti fornisce solo l'indirizzo (fax o mail) a cui indirizzare la tua protesta contro il bracconaggio e questa si indirizza all'Ambasciata libanese in Italia.
Avro' modo di parlare con i locali e sottolineero' che io SONO FAVOREVOLE alla caccia, occorre sensibilizzare la popolazione, cominciando dalle scuole, per salvaguardare il patrimonio che un domani sara' il futuro dei giovani!
La caccia qui non verra' mai abolita. Se pensi che nel 2011 sono state importate armi, munizioni e accessori per la caccia dal Libano per svariati milioni di dollari, puoi capire che c'e' un giro d'affari non indifferente! E l'Italia, tra l'altro, e' uno dei primi fornitori!

als
19-02-2013, 11:07
Visto pure io ma lo avevo interpretato come ha detto Margherita, la mail l'ho mandata infatti all'ambasciata in Italia.

volovia
02-03-2013, 21:14
Oggi ho preso parte al convegno della Terre du Liban, l'ong che ha fatto pubblicare l'articolo che vi ho linkato. Si e' parlato, discusso e proposto dalle 10 alle 16.
La situazione e' veramente tragica e ci si deve muovere in fretta perche' nelle prossime settimane iniziera' il passo. Ancora una volta si affrontera' il problema con il Governo minacciandolo che, se non provvedera', si andra' sino a Bruxelles. Questa associazione e' gia' stata accusata di aver messo il Libano in una cattiva luce, fornendo foto e materiale per il link, ma questo e' il risultato dell'esasperazione di un gruppo di persone che, a proprie spese, lotta per questa causa.
Quello che mi e' piaciuto particolarmente e' stata la presenza sia di ambientalisti che di cacciatori e tutti hanno discusso insieme molto amichevolmente collaborando per lo stesso fine, la salvaguardia dell'ambiente e degli animali!

Gheppio55
02-03-2013, 23:12
Fatto!!! ;)

volovia
03-03-2013, 15:27
Grazie anche a te! Visualizzato prima della modifica) Gheppio55 tieni presente che qui 1/4 della popolazione va a caccia, soprattutto giovanissimi che non hanno alcuna cognizione di causa, sia sugli animali sia su come usare le armi e la caccia in teoria sarebbe proibita! Non si puo' e non si vuole vietarla, ma "educare" molti cacciatori, con l'aiuto dei cacciatori stessi, questo si' ed e' molto importante!!