PDA

Visualizza Versione Completa : chi mi aiuta?



jegua
30-12-2006, 20:45
ciau....
sto navigando come mio solito e ovviamente sono sul sito del centro falconiformes in olanda...e oltre ad avere le lacrime agli occhi quasi x la bellezza dei loro esemplari e per la vastità* di specie allevate volevo sapere se qualcuno di voi c'è stato e se prendono studenti a fare stages nel centro di recupero e soprattutto a chi mi dovrei rivolgere....
grassie ragassuoli e non....
e soprattutto.....HAPPY NEW YEAR!!! da me, Blacky, Ralph, Fiocco e Tommy... :wink:

Fulmine
31-12-2006, 15:03
Beh senza andare fino in Olanda... c'è anche un centro di recupero sopra a Merano. Fanno anche degli spettacoli di falconeria, pero non so se fanno stages... Cmq hanno il sito se cerchi in google lo trovi. :wink:

02-01-2007, 12:33
Ciao. Io ci sono stato, è molto bello. Se usi il form di contatto, loro stessi gireranno la tua mail a chi di dovere nel loro staff, vedrai che se hai un buon inglese non dovresti avere problemi ad avere l'opportunità* di uno stage presso di loro. Per quanto rigurada le assunzioni... boh. Credo sia la stessa trafila.
Invece il centro di Castel Tirolo lo gestisce Campei. Ha fama di essere un uomo simpatico, ma per lavorare in Alto Adige di solito è necessario il bilinguismo Italiano/Tedesco. Comunque una telefonata puoi sempre fargliela, no?
Buon anno.

dynoc
02-01-2007, 12:59
Si, Jegua, credo anch'io che contattarli tramite il loro sito/mail sia la cosa migliore e piö veloce!

Chiedere direttamente e semplicemente non costa nulla ed è la soluzione migliore, basta scivere una bella richiesta in lingua...ecco tutto.

-D-

jegua
02-01-2007, 15:34
grassie ragassi....si l'ho visto il form sul sito...ma volevo proprio evitare la trafila e parlare col diretto interessato :wink: se pero gli girano la mia mail allora è tutto un altro discorso....eh...lavorare li...sarebbe bello...x ora inizio ad andare a ficcare il naso e poi...se mi vogliono hanno solo da dirmelo :lol:

stefano
04-01-2007, 13:04
adesso che mi viene in mente c'è un grande ospedale esclusivo per falconi a dubai city negli UAE. ho conosciuto un vet che ci ha lavorato x parecchio tempo, molto bravo
buon volo

jegua
04-01-2007, 19:01
8O negli emirati x quanto possano essere belli non ci vado manco morta....mi scambiano con 10mila cammelli!!! :lol: cmq grazie x la dritta

stefano
05-01-2007, 08:27
10mila? saranno un po' troppi!
nessuna donna vale così tanto x un emiro.(purtroppo nn hanno idea di quanto valga una donna veramente)
buon volo

07-01-2007, 10:50
O.T.
Mr, semmai non hai tu nessun idea di che patrimonio siano 10000 cammelli.

corax
07-01-2007, 12:03
Io non mi fossilizzerei sul numero di cammelli, secondo me era solo ironia, voleva dire, credo, che non è un ambiente molto favorevole per le donne; anche a me piacerebbe molto fare un tirocinio all'ospedale per falchi, ma il fatto che là* le donne non possano nemmeno guidare e non so nemmeno se possono avere la carta di identità*, mi trattiene un pochino :P

ventudeca
07-01-2007, 12:38
non mi sembra il periodo migliore per andare negli emirati, possibile che in Italia non ci sia un centro che permetta ai futuri veterinari di farsi le ossa??? e tutti quelli che già* praticano come hanno fatto?

jegua
07-01-2007, 12:45
meno male che NOI DONNE abbiamo capito l'ironia del mio post.... :wink:
qui in Italia che io sappia ci sono solo dei centri di recupero fauna selvatica dove ovviamente trattano anche rapaci....ma pur non essendo esterofila le cose fatte all'italiana non mi vanno a genio...senza nulla togliere a chi lavora con cognizione di causa ovviamente. purtroppo per motivi burocratici o di mentalità* delle persone sulle questioni ambientali siamo 50 anni indietro :cry: rispetto al resto d'Europa...senza considerare l'Europa del nord che li proprio non ce ne x nessuno...

X Stefano: fidati che una donna chiara di carnagione, capelli rossi, occhi verdi e prosperosa ne vale anche di piö di 10mila di cammelli...ma che vita...non ne vale la pena.
senza nulla togliere al Dubai Hospital o come si chiama...sarebbe eccezionale andar a far pratica li...è la culla della falconeria...ma se poi x uscire ti devi mettere il chador...

corax
07-01-2007, 17:03
...e soprattutto se poi non impari quasi niente perchè non ti fanno nemmeno toccare i falchi perchè sei una donna... 8O
A mio padre in Egitto offrirono di scambiarmi con 150 cammelli... Non ne fece di niente perchè non avrebbe saputo dove metterli :P
Ritornando in topic, purtroppo per specializzarti in questi animali in Italia devi fare da te, seguire qualche bravo veterinario, qualche master che a volte fanno ecc..., ma fra le altre cose dubito che qui da noi un veterinario possa vivere curando solo falchi, o uccelli in generale, purtroppo... :cry:

aliante
07-01-2007, 18:35
ma fra le altre cose dubito che qui da noi un veterinario possa vivere curando solo falchi, o uccelli in generale, purtroppo... :cry:

Mi tocco i cosiddetti.. meno male che i veterinari non vivono con falchi e uccelli, non per dire ma portate un po sfiga.

Jegua se vuoi imparare qualcosa sulla vita dei falchi devi o seguire un falconiere esperto(piö unici che rari), o riuscire a entrare in uno dei centri recuperi che ti ho menzionato in pvt (poi ce ne sono anche altri(pochi)di buoni) ma lungi da te l'idea di affiancarti a un veterinario (se vuoi imparare veramente).
Per esperienza personale mai riporterei il mio falco dal veterinario da cui ero andato..tanta teoria ma poco amore e credimi che questo è uno che se ne intende, coi controcoglioni per dirlo chiaramente, uno conosciuto nell'ambiente..ma non faccio il nome.
Per mia fortuna ho conosciuto un bravissimo ragazzo che gestisce un centro di recupero che maneggia gli animali col dovuto rispetto, non come merce da riparare e fatturare e con le giuste cure e il tempo Tato si sta rimettendo, senza tanti meccanicismi che l'altro voleva attivare sul mio amico pennuto.
A te la scelta, come in matrix, pillola rossa o blu :lol: lavorare SUI falchi o PER i falchi
Spero di avere lanciato il sasso giusto..
Ciao
Ale

jegua
07-01-2007, 22:03
X aliante: lo sai che con me sfondi una porta aperta con questo discorso. x me gli animali sono degli amici da rispettare....in qualche modo cmq gli abbiamo tolto la libertà*...almeno amiamoli e curiamoli al meglio. loro ci danno tante (x non dire solo...) soddisfazioni. :wink:

x corax: ecco xke vorrei andare a "ficcare il becco" all'estero...x imparare davvero qualcosa.

corax
08-01-2007, 08:57
Mi tocco i cosiddetti.. meno male che i veterinari non vivono con falchi e uccelli, non per dire ma portate un po sfiga.

Aliante mi sa che te il mio discorso non lo hai capito minimamente... NON sto dicendo che mi auguro che questi animali, nella fattispecie i tuoi, stiano male per poterli curare, volevo solo dire che in Italia, a differenza che in molti altri paesi, non ci sono abbastanza di questi animali per potersi specializzare nella medicina aviare e poter curare questi, che sono la mia vera passione. Se poi tu hai avuto una brutta esperienza con un veterinario, non è colpa mia e non è giusto generalizzare e a fare di tutta l'erba un fascio... La mia veterinaria per esempio è veterinaria e appassionatissima... e ha salvato i miei uccelli in piö di un'occasione. Come la mettiamo allora?
Mi dispiace ma io da uno che non ha la laurea in veterinaria non mi fiderei a farmi curare un animale, come fai tu... Sono punti di vista. Cioè,se voglio imparare a volare i falchi vado da un falconiere, ma se voglio imparare a curare malattie mi affianchero ad un veterinario, non assegnamo ruoli che non spettano. Che si debba lavorare per e non su gli animali, questo è scontato, e curarli, almeno per quanto mi riguarda, sarà* un lavoro fatto per loro e non su di loro.

aliante
08-01-2007, 13:36
Difficile farsi capire via scrittura quando si parla ironicamente..mi riferisco allo portare sfiga.
Il problema comunque non è certo che mancano i rapaci in Italia,piuttosto il marcio è all'interno delle università*.Grazie Letizia!
A proposito non è la laurea a fare l'uomo ma viceversa quindi.. tu daresti in mano il tuo falco a un veterinario bravissimo ma che non sa maneggiare i rapaci o a un "non laureato" che ha anni su anni di esperienza e ci vive assieme costantemente e ne ha viste di cotte e di crude? Uno senza laurea non puo studiare e deve rimanere ignorante?
Non voglio fare di tutta l'erba un fascio ma la maggior parte dei veterinari italiani non sa una cippa di rapaci, che tu ci creda o pure no a me non cambia niente tanto chiudo qui la questione perché, come dice Jegua, sfondo porte aperte.e speriamo siano solo le porte :lol:
Ciao
Ale

stefano
08-01-2007, 13:45
purtroppo credo che come in ogni caso quando la intivano sono tutti bravi quando toppano sono bestie piö di quelle che curano. il chador lo mettono solo le donne mussulmane negli UAE le occidentali nn hanno di questi problemi, magari proveranno a rapirti e metterti in un harem, ma son pochi quelli che se lo possono permettere.
x il resto chi fa veterinaria ama gli animali altrimenti nessuno gli dirette di fare tutti quegli esami. se uno poi si specializza in un genere o specie meglio, sarà punto di riferimento.x i falchi vale lo stesso discoroso x curarli bisogna conoscerli.
buon volo

corax
08-01-2007, 15:27
Tra un veterinario bravo ma che non sa maneggiare rapaci e un non veterinario che sa tutto di rapaci cosa scelgo? Semplice: vado a cercarmi un veterinario che sa tutto di rapaci. Ma mai e poi mai farei curare un mio animale "alla maccheronica", come ai tempi degli sciamani: un bravo falconiere non è un veterinario. Come fai a dire che non ci sono veterinari bravi sui rapaci in Italia? Li conosci uno per uno? Mi sembra una grande presunzione. Io ne conosco invece, e ho avuto la riprova sulla pelle delle mie bestie. E poi, come giustamente dice Stefano, finchè ti sanno curare l'animale son bravissimi, poi basta un errore e al rogo tutta la categoria. Purtroppo finchè ci sarà* gente che la pensa così non arriveremo mai ai livelli di sviluppo in campo veterinario di altri paesi.

jegua
08-01-2007, 17:45
hai proprio ragione corax...errare è umano e nessuno è perfetto...ma perseverare è diabolico. fai una cazzata e ti dipingono come un mostro da lapidare sulla pubblica piazza....x qualcuno hanno ragione...ma x altri è eccessivo. purtroppo anche io diffido dei "tuttologi" o dei praticoni x quanto ne possono sapere di un argomento senza nulla togliere alla loro passione e agli anni trascorsi a fare di questa passione la loro vita sono persone che "fanno così xke è sempre stato fatto così" senza magari chiedersi il perchè delle cose.
e poi parliamoci chiaro...se la gente tenesse benissimo gli animali come fa Aliante o te o io...la categoria sarebbe a spasso...noi purtroppo viviamo e ci guadagnamo la pagnotta sui proprietari distratti e spiace dirlo ma anche sugli animali maltrattati....e x maltrattati non parlo solo di bastonate...
il vet viene considerato un medico della mutua...ma non è così...quante volte vedo clienti del mio vet che chiedono se devono pagare la visita..ma stiamo scherzando? è una prestazione di un professionista! ovvio che si paga....come dal parrucchiere o dal panettiere...guai a farli aspettare...come se uno fosse in ambulatorio o in studio a grattarsi le ginocchia tutto il giorno....prova dal dentista a lamentarti xke aspetti 10 min..ti mandano via a calci nelle palle!
anche io quando ero solo una proprietaria apprensiva volevo tutto subito...ed è normale che sia così...ma cerchiamo di metterci anche nei panni del povero disgraziato col camice...magari sono 24 ore che non dorme x varie urgenze o ci sono ricoverati fin fuori dalle gabbie...cerchiamo di dargli fiducia se se la merita. del resto una laurea se l'è presa...e ti posso dire che almeno dove studio io...non è affatto semplice passare gli esami...la media di veterinaria secondo l'almalaurea sono quasi 10 anni...il doppio di quelli curriculari...ci saranno anche tanti che scaldano la sedia...ma credimi....te li fanno proprio sudare i 18....
ovvio che essendo quasi dall'altra parte della scrivania dei caciottari me ne accorgo subito xke anche se parlano in veterinariese li capisco...il bravo vet, secondo me, è quello che con 4 parole ti sa spiegare anche il processo piö complesso... xke sa di cosa sta parlando...

stefano
08-01-2007, 17:59
credo che il fatto di studiare ancora vi stia aprendo scenari nuovi sui quali confrontarvi e questo puo essere solo un bene. io nn sono un vet ma dopo tanti anni passati a governare i miei cani e gatti e da poco tempo i miei 2 ragassi, posso dire che molte cure e diagnosi x così dire la faccio da solo, pero quando nn so' chiamo il mio "amico" vet e ripeto amico xche mi consiglia sempre x il meglio nn mio ma dei compagni pelosi. la fiducia dei proprietari nei confronti dei vet si crea con il dialogo e senza presunzione alcuna di sapere già* cosa ha l'animale. x i miei ragassi è lo stesso, massima fiducia, anche se prima di concederla ho fatto piö consulti sulla stessa patologia, prima sono stato da una poi sono passato al maestro e infine tornato da questa "amica" vet specializzata in rapaci x congratularmi con lei, e da quella volta mi sono peritato di contattarla sempre x tutti gli esami. da altri nn mi farei nemmeno mettere punti sulla mano mia. xcio eccellenti sudentesse di vet ovunque lavoriate fatelo nn tanto x il soldo, ma x quello x cui avete iniziato a studiare una facoltà* così difficile.
buon volo

jegua
08-01-2007, 18:11
grazie Stefano sei molto gentile :D x quanto mi riguarda gli animali sono la mia vita....x uno di loro mi butterei nel fuoco dovessi...e credimi... x un cristiano non lo farei....
gli animali ci guardano l'anima e ci capiscono al volo...forse i rapaci no ma credo che cmq sentano il nostro stato d'animo e si comportino di conseguenza..ovviamente non fanno le fusa o non scodinzolano...ma x quanto piö o meno possano essere animali sociali avvertono qualcosa.
io non so se diventero una brava veterinaria ma faro di tutto x curare i miei amici nel migliore dei modi.

corax
08-01-2007, 18:12
xcio eccellenti sudentesse di vet ovunque lavoriate fatelo nn tanto x il soldo,
Ciao Stefano, questo è poco ma sicuro, sono finiti i tempi in cui il veterinario era una di quelle figure professionali che ti dava garanzia di un guadagno ben superiore alla media... Adesso, a meno di non essere luminari famosi in tutta europa, non si guadagna di piö di un impiegato dell'imps, sfacchinando il doppio. Per quanto questo costringa molti giovani veterinari a doversi trovare un secondo lavoro per portare a casa la pagnotta, è una cosa abbastanza positiva, così ci sarà* una selezione alla radice, e solo chi davvero ama gli animali ed è disposto a sacrificarsi pur di stare a contatto con loro sceglierà* questa professione.

aliante
08-01-2007, 19:58
Cosa vuoi che ti dica..pensa quello che vuoi di me di come agisco, fatto sta che il mio falco ora è in perfetta forma e non ho dovuto metterlo sotto i ferri come voleva il vete, che guardacaso è considerato fra i migliori in Italia in quanto a rapaci e patologia aviare.
Dico solo che per ogni problema bisogna vedersi bene dal buttare il proprio amico nelle mani di una persona solo perché è considerata la migliore nel campo.
Vuoi portare il tuo amico rapace solo ed esclusivamente dal veterinario solo perché l'altro non ha la laurea?Bene Alice, ce ne sono un sacco al paese delle meraviglie..dove si trova anche l'imps, che in Italia è l'inps
Ma guarda te se dovevo scontrarmi con una partigiana al cosa?primo anno di veterinaria? :wink:
A proposito che fine ha fatto Tuco?dopo essersi proposto come risolutore di problemi e grande vetrinario ortopedico leggo sul post di Joe(con profonda tristezza)che non si è piö fatto sentire.Meno male c'è King Aragorn che conosco bene..ecco imparate da lui che oltre alla laurea si è sbattuto x un anno al corso di falconeria

jegua
08-01-2007, 20:06
Aliante hai perfettamente ragione....mai fidarsi alla cieca anche del piu grande dei vets...cavoli ormai con internet si trova di tutto....ci si puo documentare e almeno si capisce di cosa sta parlando il vet...

aliante
08-01-2007, 20:15
Aliante hai perfettamente ragione....mai fidarsi alla cieca anche del piu grande dei vets...cavoli ormai con internet si trova di tutto....ci si puo documentare e almeno si capisce di cosa sta parlando il vet...

hai fatto centro Jegua! internet è un rubinetto sempre aperto...dimmi una cosa e in cinque minuti so se parli perché sai o per arieggiare il palato.
E comunque come dicevo in un altro post, la teoria senza la pratica è inutile ma la pratica senza teoria è pericolosa. Jegua tu mi conosci un po e sai che voglio solo il bene del mio falchino quindi non l'ho certo messo in mano a un non laureato senza cognizione di causa.

corax
08-01-2007, 21:38
Guarda aliante, non ti rispondo piö...se sei ridotto ad attaccarti ad un errore di scrittura, sei povero di argomenti... :lol:
Ps. no, non sono al primo anno :D
Ps2 Ho capito, allora per poter curare i falchi bisognerà che mi iscriva al corso di falconeria come hai fatto tu :lol:
Ciao ciao

jegua
08-01-2007, 22:17
Aliante....io te e pochi altri siamo delle goccie nel mare...ovvio che tutti vogliamo il meglio x i ns animali.... setu hai ritenuto che portandolo dal tuo amico hai fatto la cosa giusta hai fatto bene a farlo...ma porta pazienza se io e corax (senza nulla togliere al tuo amico da parte mia)non ci fidiamo dei "praticoni" sicuramente il tuo amico di cose ne saprà* tantissime..ma purtroppo sono i titoli che contano...

aliante
09-01-2007, 01:12
Questa è bella: "sono i titoli che contano" me la devo segnare..e so già* dove :lol:
Corax, non dirmi non ti rispondo piö, non rispondere e basta se no non fa effetto :lol:
E ora vi lascio tranquille sul vostro breve o lungo sentiero
Buona Fortuna

wapity
09-01-2007, 08:25
ragazzi non è il veterinario che fa la persona ma viceversa, io da mia esperienza di veterinari ne ho provati tanti bravi e meno bravi mà* con il quore pochi anzi 1 solo, quando presi morgana mi diede l'indirizzo di un altro collega specializzato.
questo per dire che se un vet. dice di non saperne niente, mi fà* pensare che anche se una persona per quanta esperienza possa avere macherà* sempre di alcune fondamenta, comunque non sono daccordo che solo il titolo conta mà* l'esperienza insieme ad esso.
come al solito mi sebra di aver fatto ancora + confusione ma spero che mi abbiate inteso.

ciao Jago

jegua
09-01-2007, 09:55
X Aliante: hai omesso il mio purtroppo nella tua frase.

X Wapity: io preferisco un vet che mi dice che non sa che pesci prendere e mi indirizza verso uno specialista piuttosto che faccia cose x le quali non è competente. comportandosi così ammette i suoi limiti in un campo...per fortuna anche la veterinaria si sta specializzando e si stanno eliminando i tuttologi...non ce piö il vet di paese che sa curare dal canarino alla vacca in travaglio....

è ovvio che non è l'abito che fa il monaco...ma cmq x fortuna o purtroppo...la gente ti considera x il titolo che hai...l'amico di Aliante sarà* anche piö bravo di un vet...ma cmq non ha voce in capitolo nonostante le sue conoscenze. non potrà* mai curare lui direttamente il rapace di un privato..non potrà* mai somministrargli farmaci ne far diagnosi...ovviamente lo fa..ma sappiate che è esercizio improprio della professione...e soprattutto (cosa magari anche discutibile) toglie del lavoro a persone competenti in materia...

aliante
09-01-2007, 10:23
Non ha voce in capitolo??
Vedo che quello che ti ho detto l'altra sera ti è entrato dagli occhi e uscito dalle orecchie...
Allora spiegami come mai la provincia di Padova lo riconosce come centro di recupero avifauna autorizzato.E puo benissimo curare e ospitare qualsiasi animale ferito.
Ovvio che per casi dove è costretto a ricorrere a radiografie, esami e quant'altro di tecnico anche lui ha il suo veterinario di fiducia anche perché con i quattro soldi che gli passa la lipu dubito che sia in grado di acquistare apparecchiature costose con le agevolazioni che magari hanno solo i veterinari...in questo caso ti dico che hai ragione e il titolo conta, ma solo per gli utili.

corax
09-01-2007, 10:44
Wapiti, anche secondo me quel veterinario che ti ha mandato da un suo collega specialista (se ho capito bene) ha dimostrato una grande serietà*, riconoscendo che quello non è il suo campo, invece di cercare di curarlo lui per guadagnarci e rischiando di fare del male al tuo animale... Che poi a molti veterinari importi poco degli animali è vero, ma è un problema loro non della categoria.

jegua
09-01-2007, 10:51
8O agevolazioni???? i vets non hanno nessuna agevolazione sui macchinari!! se li comprano di tasca loro e sono decine di migliaia di euro a botta! non ce un S.S.N. x quanto riguarda gli animali....
cmq continui a non capire....che il suo centro di recupero sia un centro di referenza è lodevole...ma lo scrivi anche tu che si deve appoggiare ad un vet...x quante cose possa sapere non puo fare lui....e ti ripeto...se le fa è esercizio improprio della professione...e come se io mi mettessi a fare i vax agli animali dei miei amici...non mi sognerei mai di farlo xke se poi capita qualcosa sono nella cacca fin sopra la testa visto che è penale!! se lui sa il fatto suo buon per lui...e se lo fa avrà* le spalle coperte da qualcuno che si prende la responsabilità*...
somministrare farmaci o diagnosticare malattie non è una passeggiata...non ci farebbero studiare tutti sti anni (con tutte le pecche del sistema universitario)...non ci andrebbe la laurea e non ci andrebbe l'esame di stato x quanto sia una cosa discutibile...
e cmq in questo caso l'abito fa il monaco anche se poi sotto è un emerito ignorante, sbagliato quanto vuoi ma è così. se non lo conoscessi ti fideresti di lui? o meglio....a parità* ti fideresti di piö di lui o di un vet?


è proprio vero che siamo considerati da tutti degli ignoranti....è lo stesso discorso dei falconieri che prendono le uova nei nidi...
qualcuno lo fa ma non tutti x fortuna. anche tra di noi c'è l'ignorante purtroppo ma c'è anche chi ha i controcoglioni...
se hai avuto cattive esperienze coi vet mi dispiace..io ti posso dire che prima di trovare quello x i miei pelosini ne ho girati ben 5 tra cui 2 centri privati che annoverano tra i loro dipendenti dei luminari...come in tutte le cose sta al personaggio informarsi e avere la passione x quello che fa....xke credimi, scusando il francesismo, che x mettere un dito nel culo ad un cane o un braccio in quello di un cavallo o tosare mezzo rotweiller x togliergli le larve di mosca che lo stavano mangiando vivo (fatto dalla sottoscritta)...devi averne di passione...

wapity
09-01-2007, 11:18
ESATTO CORAX è QUELLO CHE INTENDEVO!!!! :lol:

SALUTI JAGO

aliante
09-01-2007, 11:32
Ci vuole piö passione a riempirsi il proprio giardino di animali storpi che devi mantenere a tue spese!!
Se chi non sa non deve parlare allora è meglio che ce ne stiamo zitti tutti.

Un veterinario è un imprenditore con tanto di partita iva pertanto ha senz'altro delle agevolazioni fiscali sull'acquisto di macchinari nuovi, per piacere..
o non te la raccontano giusta!

jegua
09-01-2007, 11:47
un vet è un libero professionista non è un imprenditore...ha la partita iva x farti pagare il suo onorario come corrispettivo della prestazione professionale da te richiesta.
non c'è nessuna agevolazione e nessuna tutela...non ci sarebbero 14 facoltà* di vet nella sola Italia se qualcuno ci tutelasse...
quando ho iniziato ero contro l'ammissione a numero chiuso (120 posti) perchè lede il diritto allo studio...ma ora ben venga!!! x me dovrebbero aprire le ammissioni ogni 5 anni..così si darebbe tempo ai vet che ci sono di andare in pensione...e si creerebbe nuovo lavoro e soprattutto menti fresche...

corax
09-01-2007, 12:16
Jegua tu stai dicendo cose giustissime, ma forse troppo complicate per chi è rimasto ancora al medioevo. Io fossi in te non mi sforzerei piö di cercar di far capire cose che non si vogliono capire... Chi vuole rimanere ancorato alle sue convinzioni senza neppure sapere come stanno le cose, ci rimanga. E chi vuole portare i suoi animali dallo stregone, lo faccia :lol:
x Wapiti: scusa, avevo capito che affermavi il contrario :oops:

wapity
09-01-2007, 13:54
purtoppo so di essere unpochino confusionario.

ciao Jago

jegua
09-01-2007, 14:29
lo so Corax ma quello che voglio far capire è che il vet della mulino bianco non esiste!!! siamo, xke mi metto in mezzo visto il mio futuro, una classe bistrattata...x miseri 30 euro veniamo ritenuti dei ladri!!! la nostra laurea non vale meno di quella di avvocato o di un medico umano!!
solo che la bravura loro è proporzionale alla loro parcella!!! e mi raccomando....zitti tutti..xke ovviamente sto scrivendo stupidaggini...dai ragazzi...siamo tutti grandi e abbiamo gli occhi! basta con le prosopopee e la demagogia....e nessuno fa niente x niente.
il vostro panettiere vi fa credito? e il macellaro? e il verduriere? nemmeno x pochi euro lo fanno....non sto scrivendo cio x dire che i vets sono superiori xke tutti i lavori sono nobili...ma se non lo fanno loro non vedo xke dobbiamo farlo noi dopo il panaro che ci siamo fatti (e i soldi spesi....e i soldi che dobbiamo spendere) x studiare e far fruttare il nostro impegno....è ovvio che voglio fare la vet xke adoro gli animali...ma anche x fare una vita decente e xkè no togliermi qualche sfizio ogni tanto...xke non dovrei volerlo?
tutti aspiriamo ad avere una buona condizione economica non è un male...chi con la laurea o chi con un buon lavoro...

corax
09-01-2007, 15:02
Ciao jegua, concordo in tutto tranne che in una cosa: purtroppo ormai è difficile fare il veterinario e aspirare ad una buona posizione economica; te lo dico perchè ho molti amici vet, che mi dicono senza secondi fini che fare il veterinario non rende bene per niente, specialmente per i primi (molti) anni che occorrono a farsi una posizione... A meno di non essere fortunati e potersi permettere di fare dei master all'estero e poter rimanere là*. :wink:

aliante
09-01-2007, 15:08
Sempre peggio...
corax perché non inventi anche qualcos'altro al posto del cappuccio,i geti,il blocco,la lunga,la girella...sono tutti del medioevo :lol:
Andateci piano con le offese prima di chiamare dottore del mulino bianco o sciamano una persona che non conoscete..e tutto questo perché non ha un pezzo di carta..igienica visto che si parla di sanità*

jegua
09-01-2007, 15:19
X corax: lo so ma cmq tentar non nuoce :wink: .

X aliante: ma ci fai o ci sei? ma vuoi capire quello che dico?? il vet della mulino bianco non è riferito al tuo amico! non girare il discorso a tuo favore travisando cio che scrivo...
i vet alla Herriot non esistono mettitelo in testa! l'importante è avere la coscienza a posto non fare gli speculatori...sono pur sempre vite e anime!

aliante
09-01-2007, 15:34
Allora...tu non trovi giusto che il mio amico si arrangi quando puo con le sue conoscenze o no?hai detto tu che ci vuole piö pulizia nell'ambiente infatti anche l'ANMVI ha scagliato i NAS contro gli allevatori che si arrangiano e fanno la fame.
Mettiamo che il mio amico spenda 30 miseri euro (quando sono pochi) per ogni animale che ha in cura.
Bene, moltiplica 30 x 1000(quando sono pochi) e dimmi se uno deve lavorare per mantenere il suo veterinario perché non ha il pezzo di carta e perché la lipu è già tanto se gli passa il cibo..tu lo faresti? rispondimi..

jegua
09-01-2007, 16:09
Ale...cerca di capire le mie parole e non ti arrabbiare si sta solo parlando. io non tolgo i meriti al tuo amico sto solo dicendo che cmq se ha bisogno di qualcosa anche lui chiama il vet! e poi ci sono dei vet che sono convezionati con i centri di recupero...ti sto solo dicendo che se lui con il tuo Harris sbagliava qualcosa e ti consigliava male tu l'avresti appeso x le palle...ma la colpa sarebbe stata tua xke l'hai portato da una persona che non ha i titoli (non che non è competente) se invece era un vet a sbagliare...gli potevi anche dar fuoco e avresti fatto anche bene. che credi che anche a me non facciano guardare i cavalli i miei amici? dopo 13 anni ne sapro qualcosa forse...ma mai mi sognerei di dirgli cosa fare...gli posso dire cio che penso ma cmq li rimando al vet.
quel pezzo di carta igienica come lo chiami tu cmq fa la differenza.
sul tuo animale puoi fare cio che vuoi....ma su quelli degli altri..beh...è sempre un azzardo.
nessuno sta mettendo in croce nessuno....è solo un mio pensiero.

corax
09-01-2007, 16:20
Chiariamo alcune cose:
1) Con medioevo non mi riferivo alla categoria...ma soltanto ad una persona. :wink:
2) Perchè continui a dire che questo tuo amico deve mantenere 1000 uccelli e che non ce la fa a tirare avanti la baracca se deve spendere x il vet? Questo s'è capito, ma eri tu a dire che i tuoi uccelli li porti dal tuo amico xchè secondo te è molto piö bravo dei veterinari... Gli argomenti qui sono diversi: il tuo amico, stando così le cose, fa bene a fare come fa e a curarsi da sè gli animali. Il discorso "si arrangia quanto puo con le sue conoscenze" va bene per lui, tanto se sbaglia una diagnosi mal che vada farà* morire un animale che probabilmente se non lo avesse raccolto sarebbe già* morto da un pezzo, quindi lui è giustificato. Ma questo "si arrangia quanto puo" non ha nulla di scientifico, e se si arrangia su animali non suoi rischia legalmente grosso.

wapity
09-01-2007, 16:21
jegua ti devo correggere era un veterinario di un amaro!!! :lol:

X aliante perchè la prendi sul personale? era chiaro che intendesse i veterinari dei sogni, ossia come voremmo tutti la vita "sempre perfetta e priva di problemi irrisolvibili" sappiamo tutti che la vita purtroppo non è cosi

CIAO JAGO

aliante
09-01-2007, 16:25
Io prima l'ho portato dal mio amico, poi sono andato dal veterinario, e dopo l'ho riportato da lui..
Ovvio che se ho un problema piö grave torno da lui che a sua volta (non essendo uno sciamano del Timbuctö) mi sa dire se mi puo aiutare o senz'altro mi rimanda al veterinario se non rientra nelle sue capacità intellettuali o strumentali.
Pero, seguendo la logica del vostro discorso, anche tu sai mettere dita e braccia nei culi degli animali o rasare un cane per toglierli le larve, benvenga, ma rubi il lavoro (e forse il piacere di infilare il braccio in un buco :lol: ) ai tuoi futuri colleghi.
Non hai ancora il pezzo di carta..
Guarda non sono proprio arrabbiato, ci giro attorno per vedere dove volete arrivare.
Ti chiedo scusa se ho frainteso quello che volevi dire col vete della mulino bianco.

jegua
09-01-2007, 16:49
Ale io lo faccio xke sto imparando e sono quasi 5 anni che faccio pratica dal mio vet e visto che sarà* il mio lavoro affianco la teoria datami dall'uni alla pratica che posso imparare in una clinica. e credimi che dopo pranzo, sotto il sole di luglio (mi sono messa in cortile x non riempire il ricovero di larve), non è facile pulire un cane in quelle condizioni...ma l'ho fatto e lo rifarei mille altre volte...o quando vedi dei cani o gatti che con lo sguardo che ti chiedono pietà*...guarda che non è semplice. vedi delle creature indifese che soffrono e tu x quante cose puoi sapere non li puoi salvare xke magari non ce la cura o perche il proprietario te l'ha portato troppo tardi...non puoi piangere tutte le volte..poco x volta ti si crea la corazza...le eutanasie sono le peggiori x me..eppure lo dovro fare xke capiterà* e sarà* in coscienza il piu bel dono che posso fare ad un anima sofferente.
non si possono salvare tutti gli animali del mondo!!
ti posso raccontare mille aneddoti sugli animali e su quanto mi sono incazzata e quanto ho pianto...ma poi pensandoci l'importante è che i miei stiano bene e che io faccia tutto il possibile x loro...x gli altri mi dispiace...ma non è colpa mia.

X wapity: si lo so che era di un amaro ma visto che ce stata una denuncia in merito volevo rendere le cose piö rosee...un saccottino al cioccolato non ha mai fatto passare nessuno x ubriacone :wink:

stefano
10-01-2007, 09:41
un saccottino no ma una paccata fa diventare ipertesi............
putroppo il campo si sta minando, nn scadete nel personale la discussione è così bella ed interessante x nn sciuparla in liti sterili. posso dire che chi si auto-medica, chi cura i animali x conoscenza acquisita con l'esperienza e la pratica, sa molte cose, sopratutto nelle patologie che affliggono i falchi, nata da esperienza millenaria, con metodi curativi descritti anche prima della veterinaria che conosciamo oggi. nel de arte venandi c'è tutta una parte dedicata ai mali e alle cure da prestare ai falconi. xcio se effetivamente nn so cosa abbia il falco lo guardo,ne parlo con chi ha piö esperienza di me, e se vedo che nn si va ne avanti ne indietro vado dal vet.
quindi il discorso di aliante mi torna bene. il vet sicuramente ha gli strumenti e le conoscenze(spero) x fare una diagnosi e dare una cura.
buon volo

aliante
10-01-2007, 13:05
Non preoccuparti Ste, il mio era solo un avvertimento non me la sono ancora presa.
Anch'io penso che se posso evitare di spendere 30 euro(che dalle mie parti sono sempre 50)lo faccio visto che non ho solo il falco da mantenere..come la maggior parte di noi immagino.
Fossi uno sceicco di Dubay il discorso cambierebbe...ambulatori veterinari mobili all'interno di TIR, stanze climatizzate SOLO per i falchi, macchinari ultramoderni ecc ecc..

10-01-2007, 15:43
Allora: era ovvio che eravate ironici. Comunque quel numero di cammelli è mostruoso, una mandria enorme!... pero se sei rossa è tutta un'altra storia, comincio a comprare cammelli e casa a Dubai oggi stesso.

Per fare un discorso piö serio, gli emirati non sono così retrogradi come la maggior parte dei paesi del medio oriente e, in questo momento, non sono nemmeno uno stato che fonda la propria legislatura sulla sharija. Non per nulla sono una meravigliosa meta di vacanza per noi "poveri" occidentali stressati.

jegua
10-01-2007, 17:42
nessuno vuole togliere i meriti agli emirati arabi...ma cmq appena metti fuori il naso dalla zona occidentalizzata è tutto un altro discorso...
se uno vuole curarsi il proprio amico con il fai-da-te puo farlo benissimo nessuno dice il contrario e nessuno sta facendo nomi o riferimenti a persone....ma credetemi che o il fai-da-te lo sai fare proprio bene o se no si fanno piö danni che altro...e cmq è solo in riferimento al PROPRIO animale...quando uno mette le mani su un altro animale o cmq non di proprietà*...sono falchi acidi se si sbaglia!!!
gli animali registrati ad un'anagrafe come i cani o col libretto sanitario come i cavalli o col cites come gli esotici sono considerati x la legge come cose xke si possono ricondurre ad una persona...
se io x esempio trovo un cane con chip o col tatuaggio e me lo tengo...posso essere denunciata x furto! lo so che è pazzesco ma è così. a maggior ragione se attuo su una "cosa" un azione specialistica senza averne i titoli. poi ognuno ha una coscienza e si comporta come meglio crede....

X cherrug: guarda che dei cammelli mio padre non se ne fa nulla :lol: e non devi andare fino a Dubai city....voglio dire...parliamone... :wink:

stefano
11-01-2007, 08:10
ho visitato gli uae tanti anni fa e già* allora erano un paese molto tranquillo, c'erano si donne in chador e burka o maschera addirittura
comunque immagino adesso sia migliorato ancora
immagino che i cammelli siano superati, magari adesso trattano con petrodollari sonanti.
buon volo

hawk
11-01-2007, 08:48
se io x esempio trovo un cane con chip o col tatuaggio e me lo tengo...posso essere denunciata x furto! lo so che è pazzesco ma è così.


Questo invece, secondo me, è giusto.....non puoi sapere perchè un cane col chip o col tatuaggio sia finito in mezzo ad una strada (anche se la maggior parte delle volte è incuria del proprietario!).........con i rapaci è ancora peggio........non sai a quanti falconieri sia capitato di dover fare mille peripezie, nonostante il documento in mano, per ri-avere il proprio animale finito in mano a privati, Lipu, centri di recupero ecc.......il minimo che la legge ti permette di fare è proprio la denuncia.....ben venga quindi!
Andrea

aliante
11-01-2007, 09:33
Già*, inoltre non esiste un'anagrafe statale, per i rapaci almeno, quindi è ancora piö difficile risalire al legittimo proprietario.
Non fatemi parlare della Lipu...qualche anno fa sotto Natale trovai una cornacchia ferita, provai a contattare la lipu e la segreteria diceva che erano chiusi per ferie..vi rendete conto?un'intera associazione Nazionale in ferie!
Saluti

dynoc
11-01-2007, 09:56
vabbè, aliante, che non esiste un'anagrafe,
ma se non tolgono l'anello con il numero,
quello non è riportato sul cites?

chi è in possesso del cites è il legittimo proprietario, almeno si spera...

poi se invece rimuovono l'anello....allora sono dei criminali, ma ho paura che ci fai poco, a meno di aver fatto un'identificazione con il dna prima di perderlo (a questo non avevo pensato nenache io !! :D )

-D-

jegua
11-01-2007, 10:18
certo Hawk...ma se io perdo il mio cane o il mio rapace...è mio dovere come proprietario di denunciare la perdita! non di denunciare il povero cristo che l'ha trovato! dovrei ancora ringraziarlo! certo è che se poi mi fa storie allora li si che lo denuncio e gli taglio anche le gomme della macchina :evil: :wink:
i cani persi, devono andare al canile e giustamente fanno mille controlli prima di ridartelo e credo che anche i rapaci persi debbano seguire lo stesso iter...io non sono contro i controlli prima della restituzione, sto solo dicendo che gli animali iscritti ad un'anagrafe o ad un registro o cmq riconducibili ad una persona sono visti dalla legge come delle cose. e quindi tutto cio che viene fatto su di loro in maniera "abusiva" viene punito secondo tali norme.
poi ovviamente ci sono mille variabili su questo discorso.

Dynoc ha ragione...finchè c'è un riscontro tra il numero di identificazione e il documento sul quale è registrato puoi dimostrare che il proprietario sei tu. ma quando viene tolto (nei modi piö disparati che ci possano essere... :cry: ) tu non puoi piö dimostrare nulla! se non con l'analisi del DNA ammesso che si possa fare e che sia valido ai fini del riconoscimento dell'animale (non che non sia valido come esame in sè ma magari non è considerato dalla legge) ma cmq devi averlo fatto in precedenza se no con cosa lo confronti?
ecco xke x esempio non si puo dichiarare la proprietà* di un gatto..non hanno un'anagrafe ma se io al mio gatto gli faccio fare il tatuaggio o gli metto il chip allora il discorso cambia perchè poi il numero viene messo sul libretto sanitario che senza quello, non ha valore ai fini del riconoscimento.

dynoc
11-01-2007, 11:06
Forse non ha valenza legale vera e propria, l'analisi DNA,
pero qualcosa, a livello terra-terra varrà*! *****!
vabbè, in italia tanto siamo indietro!

comuqnue,
una domanda magari OT,
il chip si puo mettere anche ai falchi (inteso tutti)?????
avete notizie di qualcuno che lo ha fatto, magari all'estero??

ciao e grazie
-D-

11-01-2007, 11:48
D.N.A.

vale. è il metodo per attirbuire la paternità* degli esemplari sottoposti a C.I.T.E.S. La nazione di provenienza deve avere un archivio. Tramite l'allevatore si puo risalire al documento necessario.
I problemi sono solo legati alle lungaggini burocratiche.

CHIP

si, lo puoi mettere. Devi pero contattare il servizio C.I.T.E.S. del C.F.S. per conoscere la procedura da seguire per far trascrivere il numero del chip sul documento del rapace

DONNA DAI CAPELLI ROSSI

e cosa mai potrei offrire al tuo genitore?

jegua
11-01-2007, 12:15
X cherrug: tu al mio genitore non devi dare nulla...preoccupati di riuscire a dare qualcosa a me :wink: :lol:

X l'altro discorso: allora ragassuoli...semo in una botte de fero! sta a noi cercare di non perdere i nostri amici peluti o pennuti :wink: e se proprio scappano...(vi parla una che ha sempre il suo jackino in giro x il villaggio xke fa i buchi alla rete di ferro :evil: ) almeno andiamoli a cercare! le anime buone ci sono...ma ci sono quelle anche no... :cry:
secondo me dovrebbero vendere gli animali già* dotati di chip o tatuaggio o anello o quello che volete e dovrebbe essere imposto x legge! si eviterebbero tante spiacevoli situazioni..

iuribb
11-01-2007, 14:02
Ciao jegua x i rapaci infatti l'anello o il chip lo devi mettere x legge e il numero va riportato sulla denuncia di nascita che fai al cfs.
Un saluto Iuri

jegua
11-01-2007, 15:11
ecco quindi anche i rapaci x la legge sono considerati come delle cose xkè c'è un atto di proprietà* o cmq un documento che ne certifica il possesso. quindi se uno decide di farlo curare da un non-vet sono falchi suoi...e x il non-vet che lo cura, se sbaglia, sono falchi amari... :)

11-01-2007, 16:22
Non è del tutto esatto, solo gli appartenendi all'appendice 1, in Italia gli appartenenti all'allegato A, devono necessariamente essere marchiati/inanellati/chippati.

aliante
11-01-2007, 16:55
Povera Italia...
Poi c'è gente che vola senza targhetta e senza radio...e s'incazza pure se perde il falco :lol:
O non sa se ha le batterie della tx cariche
O attacca il tutto con una fascetta da elettricista infilata al contrario,perde la radio in volo e se ne accorge a fine voli (e meno male che il falco è tornato!)..questa è successa a uno che conosco..poi non è manco riuscito a trovare la trasmittente!
Non pratico da molto la falconeria ma ne ho viste (e combinate) di tutti i colori quindi non mi meraviglio di niente.
Questo ho imparato:non si puo fare affidamento sugli altri, noi siamo i responsabili dei nostri animali e dobbiamo organizzarci per evitare i problemi, non per affrontarli.
Purtroppo in Italia è così, a uno va bene e trova il centro che restituisce e a un altro va male e deve lottare duramente per riavere cio che è suo.
E' come giocare al lotto, non esiste una regola standard e nessuna tutela perché siamo una goccia nel mare.
Quindi, per quelli che il falco devono ancora comprarlo, prendetevi prima una buona radio e esercitatevi, andate in un timbrificio e fatevi fare delle targhette con i vostri dati, non aspettate che scappi il vostro amico!!!sarà* troppo tardi per imparare!!!
E se sta male portatelo da chi credete possa venirvi incontro con il cuore, non proponendovi un leasing...senza nulla togliere ai veterinari, ce ne sono di cuore e di portafogli.

Ale

11-01-2007, 17:39
In linea generale sono del tuo stesso parere, ma la soluzione migliore è quella piö difficile: trovare un vet. che sia di cuore e COMPETENTE in materia. Io sono a Roma, ho un vet. qui per le emergenze immediate e un vet. (quello di cui mi fido e le cui parole sono vangelo) in Puglia. da Roma a Bari c'è ne sta di strada! Questo per dire quanto siano rari ma non introvabili.
Se devi comperare il Baycox va bene pure un pappagallaro per fare la ricetta. Se devi operare il rapace, è ben altro argomento.

In piö, credo che al riguardo di:

"Questo ho imparato:non si puo fare affidamento sugli altri, noi siamo i responsabili dei nostri animali e dobbiamo organizzarci per evitare i problemi, non per affrontarli."

ci sia da dire qualcosa. I problemi non sono tutti prevenibili/evitabili. Il falco non è un meccanismo svizzero. Devi essere organizzato anche per affrontarli. A un falconiere mio amico, qualche settimana fa si è sfilata la tailmount con tutta la penna. Sappiamo tutti che sono cose che capitano. La lanaria è rientrata al logoro la mattina successiva, per la radio: tre giorni di ricerche. Che poi siano state coronate dal successo è stato anche una botta del cosidetto "culo", perchè la trasmittente stava cominciando a scaricarsi.

Ora ha montato il backpack, magari non si perderà* altre penne, ma anche questo ha i suoi rischi.

PER FORTUNA la falconeria è uno sport fatto anche di rischi. Per uomini (e per donne, che in molti casi ci danno i punti) con i nervi saldi e una grande determinazione. E che, come sarebbe bene in tutte le cose, non siano perfetti ma sappiano imparare dagli errori.

jegua
11-01-2007, 18:10
cmq qui insorge un altro problema secondo me di etica. il fatto che x alcuni tipi di rapaci non sia previsto l'inanellamento non vieta cmq di apporgli un qualcosa (chip o altro) per poterlo riconoscere...se io ho un animale (e x me vuol dire 1 x la vita qualsiasi cosa succeda) vorrei evitare di perderlo..e se capita, xke puo capitare, vorrei cercare di ritrovarlo...ma senza un segno di riconoscimento diciamo "approvato dalla legge" non posso dimostrare che il rapace piuttosto che il cavallo piuttosto che l'animale che volete sia di mia proprietà*. ecco xke dovrebbe già* essere l'allevatore che me lo cede con l'anello o cmq che io debba entro dei termini di legge andare dall'organismo preposto a farmelo mettere (come capita coi cani con il tatuaggio o con il chip). mio pensiero poi magari sbaglio....non ce nessuno che si occupa di questo discorso che mi/ci puo chiarire le idee?

aliante
11-01-2007, 18:56
Non vorrei sbagliare ma credo che tutti i rapaci necessitano di inanellamento,quelli nati in cattività* si intende.
Che poi non tutti, come l'harris, debbano essere accompagnati dal cites al momento dell'acquisto è un'altra cosa, dipende dall'allegato in cui si trova,soprattutto.
Per il resto è tutto scritto sulla convenzione di Washington e la lista della flora e fauna inserite nel cites..downloadabile dal sito del cfs aggiornata addirittura al 2000

Cherrug, il falco non è un meccanismo svizzero, il falconiere puo essere svizzero ma non un meccanismo quindi l'errore è sempre in agguato.
L'esempio che riporti calza a pennello perché io mai monterei la radio sulla coda proprio per quei tre motivi, rischi di perdere radio(preziosa),penna(piö preziosa),falco addestrato(inestimabile :lol: ).
A zaino è ottimale ma difficile da mettere e poi devi sempre lasciargli addosso lo zaino.
Io la monto sulla zampa e non ho mai avuto problemi pero non volo in zone con tralicci e fili di alta-media-bassa tensione quindi sono tranquillo.E' capitato rare di volare in altre zone con fili e tralicci ma non sono mai bei voli, perdi il contatto con il falco perché pensi sempre "speriamo bene"...
In generale quello che volevo dire al di là* dei metodi che uno preferisce è che bisogna cercare sempre di concentrarsi su quello che si fa, ogni azione non va compiuta perché "tanto lo faccio tutti i giorni, cosa vuoi che succeda"..anche questo è Falconeria, niente al caso, ogni "armamento" in piö al falco va calcolato, dai geti al cappuccio perché ne va del suo bene psico-fisico.tutto qua :wink:

stefano
12-01-2007, 08:27
convengo con te sulla variabilità* dei falchi e dei falconieri, radio perse staccatesi da penne o da geti legati male, ma tutto rientra sulla responsabilità* del falconiere, se controlla male armamento del falco se nn controlla bene reattività* e peso se e se e se .
putroppo le variabili sono infinte nn si puo parlare di orologio\svizzero, ci sono anche fattori esterni che possono influire, vi è mai capitato di farvi volare sopra la testa uno di quei cosi veloci ? aerei da caccia! o un elicottero turistico che vola basso? beh ora pensate al vs. falco in alto volo e poi parliamao delle reazioni.
uscire co' falchi èsempre un terno al lotto!
x i chip o altro sono d'accordo magari ci fosse, così l'harris ritrovato a cortona sarebbe di qualcuno adesso mentre ora, viene tenuto un po' alla buona in un centro asl d'arezzo
buon volo

13-01-2007, 01:32
Certo che è buona cosa inanellare e/o chippare COMUNQUE, ma si è tutelati nel limite del fatto che, sempre, al momento del rilascio del CITES (all. A) o della denuncia di nascita (all. B e suucessivi) ci dovrebbe essere prelievo del "D.N.A. genitori e prole" da parte del Corpo Forestale.
Tramite la stessa analisi si puo avere il riscontro. Un anello si taglia. Il chip si puo espiantare o puo dare rigetto. Il D.N.A. non è ancora modificabile.
Questo non toglie che, qualunque sia la specie d'appartenenza, inanellarli è meglio.

"Non vorrei sbagliare ma credo che tutti i rapaci necessitano di inanellamento,quelli nati in cattività* si intende.
Che poi non tutti, come l'harris, debbano essere accompagnati dal cites al momento dell'acquisto è un'altra cosa, dipende dall'allegato in cui si trova,soprattutto."

No, ti sbagli. Tutti devono essere accompagnati da CITES (che nel caso del "B" è semplicemente copia della dichiarazione di nascita da parte dell'allevatore al CFE + dichiarazione di cessione) ma non c'è obbligo di inanellamento dell'allegato B nè di livelli piö bassi di "protezione".

Saluti, filo a nanna

aliante
13-01-2007, 07:44
Ho qualche dubbio sul fatto che non serva l'anello agli allegati B, parlando sempre di rapaci, non di altri animali.Mi informero appena possibile poi vi so dire..
L'atto di cessione serve se io possessore lo vendo ad un altro, ma non al momento dell'acquisto dal allevatore.
Ciao
Ale

iuribb
13-01-2007, 08:50
Aliante non è vero neanche questo... :roll: l'allevatore ti deve rilasciare comunque un foglio con i dati dell'animale(numero di anello data di nascita ecc..) specie se non è in allegato A e non ha un certificato cites.
Cherrug... al momento della denuncia alla foresteale entro 10 giorni, se non metti gli anelli o il microcip sulla denuncia che metti??
Poi nel caso tu prenda il registro x appendice 2 allegato B come fai a segnare gli animali che sposti o vendi se non sono marcati??
Un saluto Iuri

13-01-2007, 10:59
Iuri, anche io ho i registri. Sia dell'A che del B. Ma nonostante ci sia lo spazio per inserire la marcatura, questa non è obbligatoria. Non c'è niente da fare, è la legge che è lacunosa.

Aliante, il fatto che siano gheppi americani, falchi della prateria o camaleonti pardalis NON CAMBIA NULLA in materia di legge. Sono sottoposti alla stessa disciplina. Vanno registrati (se hai motivo di avere i registri) sugli stessi registri assieme anche alle piante dello stesso allegato! Che mi vuoi dire, che si inanella una pianta?! Comunque, hai fatto il corso con Salvatore, no? Roberto queste cose le dice, se ha fatto lui la lezione sul C.I.T.E.S... altrimenti scaricati il testo della convenzione, è online.

Piö di qualunque altra cosa, ragazzi, evitiamo di affermare opinioni personali in materia di legge come se fossero legge loro stesse. Rischiamo di essere causa di qualche guaio se un fesso ci legge e le prende per postulati invece che per opinioni. C'è gente che, se non è scritto nelle istruzioni, asciga i capelli dei bambini nel microonde... non diamo adito ad altra confusione.

Comunque, il fatto che il marchio non sia NECESSARIO per legge sugli all. B non toglie che sia meglio metterlo. Non toglie che sia SEMPRE meglio poter identificare con un colpo d'occhio.

Tornando al discoro vet, c'è la stessa situazione che riguardo al C.I.T.E.S.
Per la nostra legge gli animali non sono piö "oggetti" per via dell'articolo 727 del codice di procedura penale. Questo significa che se curi in maniera medico-veterinario senza esserle tale violi i diritti dell'animali in questione sottoponendolo ad un rischio che non è necessario che corra e che puo costargli la vita.
In parole piö spicciole, per quale sia la tua conoscenza e competenza in materia, stai comunque violando la legge e compiento un maltrattamento.
L'intento puo aver peso, forse, in ambito processuale.
Ma se ti muore sotto le mani, sono cavoli acidi.

Saluti a tutti, baci alle donne.

jegua
13-01-2007, 11:33
cosa o non cosa, gli animali vanno curati da chi ne ha le competenze e ha il pezzo di carta igienica che attesta la sua preparazione (con tutte le varianti sul caso purtroppo o per fortuna).
poi x il riconoscimento del rapace o dell'animale in generale...sta al proprietario. la legge non mette limiti.

aliante
13-01-2007, 16:35
Non mi sembra di parlare arabo..
dichiarazione di nascita (dati animale, n°anello ecc.) SI
dichiarazione di cessione (da allevatore a compratore) NO
Sono due cose ben distinte.
Ho fatto il corso, ho avuto Roberto come docente, appunto a lui volevo domandare questa cosa su l'inanellamento, che ne sa sicuramente piö di tutti noi.
Ciao
Ale

iuribb
14-01-2007, 12:50
Scusa aliante ma quindi secondo quello che dici l'allevatore ti darebbe un falco in allegato B senza nessun tipo di documentazione?? Mi sembra strano .... :roll:
Ho visto che anche canape x i falchi in allegato B rilascia un certificato e anche l'allevatore olandese dove ho preso il mio maschio di harris mi ha dato un certificato.
Certo se poi tu vai da allevatori poco seri che pensano solo i soldi... :roll: e
che ti cedono falchi di qui non sai neanche la data di nascita :roll: Comunque anche alla forestale quando cedo un falco nato da me mi hanno detto che devo rilasciare un certificato di cessione (magari non necessari in allegato A visto che hanno gia un certificato Cites con i dati necessari):

DENUNCIA DI CESSIONE Al FINI CITES N. /_______(anno)_______(località*)__________
(data_________________
OGGETTO: Cessione di esemplari vivi (uccelli) di specie iscritte all'allegato B del regolamento CE n. 230/97 del 18 novembre 1997

ecc......................

Alla fine ...
Il ricevente, ai sensi dell'art. 9 paragrafo 4 del Regolamento CE n. 338/97, è stato adeguatamente informato della sistemazione, delle attrezzature e delle operazioni richieste per garantire una corretta assistenza.

Quindi lo deve rilasciare anche l'allevatore quando cede un falco anche se in allegato B.
Cherrug.. non metto indubbio quanto dici ma come fai a segnare gli animali sul registro o sulla denuncia di nascita se non li marchi?
La forestale mi ha detto che gli harris li dovevo comunque marcare :roll: Come al solito la legge come hai detto tu è lacunosa e fatta male... :roll:
Un saluto Iuri

aliante
14-01-2007, 14:37
Iuri ma leggi quello che scrivo o quello che vuoi leggere?
L'allevatore del mio è Tedesco e mi ha dato il certificato omettendo la data di nascita..vabbè non ho voglia ne tempo di andare in germania a tirargli il collo..
Per il resto mi devo informare da fonti certe.

stefano
15-01-2007, 10:35
effettivamente ho riguardato il certificato di cessione che ho dell'harris ed è riportato sia data di nascita che n° di anello posto dall'allevatore, sempre tedesco.
adesso poi che in germania gli allevatori di rapaci sono posti sotto osservazione stretta, le cose miglioreranno da un punto di vista "legale". anche se qualcuno continuerà* a fare il furbetto!
buon volo

jegua
15-01-2007, 10:52
i furbi ci sono in tutto il mondo non solo in Italia....sta al proprietario dell'animale adoperarsi x la sicurezza del falco...il mio futuro gufo...(poco x volta ci sto riuscendo a convincerli :wink: ) farà* la pcr x il DNA e se riesco gli metto anche il chip...per prima cosa mi metto dalla parte della ragione e poi sarebbe una perdita incredibile sia in termini di soldi che di affetto se lo perdessi...lo so che lui non prova sentimenti nei miei confronti...ma io si! :D

aliante
15-01-2007, 19:40
Ciao Jegua, scusa se batto lo stesso chiodo ma potresti intanto fare un po di pratica con una radio, magari chiedi ad Andrea se ti spiega qualcosa... scarica QUI (http://www.lafalconeria.it/portal/index.php?option=com_smf&Itemid=35&topic=336.0) un buon articolo sulla telemetria (sul primo post c'è un allegato in pdf) così intanto ti fai un'idea di cosa potresti prenderti.
Ad ogni modo sarebbe bene che all'arrivo del gufo tu sapessi già* perfettamente come si esegue una ricerca radio-telemetrica...
La teoria è necessaria per sapere come manovrare l'apparecchiatura ma la pratica la fa da maestra :wink:
Ciao
Ale

jegua
15-01-2007, 20:05
grazie "papino"...aggiungo la domanda alle altre da fare ad Andrea... :wink: credo che entro fine mese forse inizierà* a non poterne piö di me... :lol:

stefano
16-01-2007, 08:17
ha ragione aliante l'uso della radio va capito bene, tra saperla usare e no ci corre nel mezzo la possibilità* di ritrovare la trasmittente, se integra attaccata al proprio falco, o x terra..........altrimenti sperare che il segnale vewnga captato da qualche falconiere amico nella zona.
buon volo