PDA

Visualizza Versione Completa : inanellamento pullus



framoss
01-06-2011, 15:36
ho visto immagini in cui un agente della lipu o di qualche altra associazione animalista inanellava dei piccoli di falco grillaio presi dal nido e poi li rimetteva dentro. Ma la madre dei pulli non sente l'odore umano e li uccide? O uccide gli altri se manca quacuno?

toscano1
01-06-2011, 16:58
famosssss

ovviaaaaaaa o icchè tu dici :D

ovvio che non accade nulla, tranquillo...nessuna uccisione !!
non è come accade spesso nei felini che se vengono toccati i piccoli non sono poi accettati dalla madre con pericolo di uccisione o di abbandono come accade con i caprioli ecc

framoss
01-06-2011, 18:28
ok grazie mille

alessiog
02-06-2011, 10:59
I rapaci, tranne i catartidi (avvoltoi Americani imparentati piö con le cicogne che con i rapaci, tipo urubö, collorosso, condor ecc..), hanno un olfatto uguale se non peggiore del nostro, che vuoi che odori sentano!!!
la vita dei rapaci diurni è basata sul senso della vista, non dell'olfatto o dell'udito, se no il cappuccio a che servirebbe? :wink:

Fulmine
02-06-2011, 14:50
Anche se devo dire che per quanto ho visto sul campo di caccia, gli astori usano anche molto l'udito.

stefano
03-06-2011, 11:51
se nn sentissero come farebbero a tornare quando li chiami al logoro o nel fitto? sull'olfatto son d'accordo nn ne hanno praticamente proprio x la loro confomazione fisica.
buon volo

framoss
03-06-2011, 15:04
avete detto che i falchi si basano sul senso della vista quindi se manca un pullus dal nido sente l'odore di predatore puo essere che uccide anche gli altri?

alessiog
03-06-2011, 16:09
E' indubbio che uccelli, e in particolare i rapaci diurni, basino la loro vita di relazione sul senso della vista, ma ovviamente per la quasi totalità* degli altri uccelli anche l'udito è importantissimo (altrimenti nessun passeriforme canterebbe), fino a giungere ai rapaci notturni in cui il rapporto vista/udito è nettamente a vantaggio del secondo. la vista degli uccelli è per forza di cose un senso molto sviluppato, infatti al di la della fondamentale ricerca del cibo, il solo fatto di potersi spostare nell'aria richiede una percezione delle distanze molto accurata. sembra facile atterrare proprio su QUEL rametto, ma non lo è affatto, pensate afferrare una preda in movimento....
ho parlato di udito e rapaci diurni, non di uccelli in generale, proprio per evitare di toccare strigidi, passeriformi ecc.
l'olfatto non si è sviluppato nella maggior parte delle specie perché semplicemente non ne avevano la necessità*, l'eccezione maggiormente conosciuta, i catartidi sud americani, devono poter trovare carcasse di animali anche nelle foreste , dove la vista dall'alto è ovviamente impedita dalla vegetazione.
Il professor Papi dell'università* di Pisa ipotizzo e porto avanti moltissimi studi per dimostrare che anche i piccioni viaggiatori, oltre alla sensibilità* al campo magnetico terrestre, utilizzano l'olfatto per orientarsi.

Framoss, non esiste alcun motivo logico per cui mancando un pulcino gli adulti uccidano gli altri. non sanno contare, finché ci sarà* almeno un pullo continueranno ad alimentarlo, non lo ucciderebbero mai! semmai puo capitare la predazione di pulli di una specie da parte di un'altra. tuttavia una situazione come dici tu puo accadere di fronte ad un disturbo continuo del nido da parte di altri animali o dell'uomo, che impedisca ai genitori di nutrire i pulcini facendoli morire di fame. ma NON ucciderebbero mai intenzionalmente i pulcini. (caso ben diverso l'allevamento in voliera, dove si manifestano turbe comportamentali dovute a stress, imprinting, carenze alimentari ecc. puo accadere che il maschio faccia una bella scorpacciata dei pulcini appena schiusi x es.). riassumendo: uccisione no, abbandono si, ma né l'olfatto né la vista hanno un ruolo specifico in questa cosa!

framoss
04-06-2011, 12:15
ok grazie mille a tutti