PDA

Visualizza Versione Completa : Harris ucciso in Tiro a piattello Rho



max65
28-03-2011, 21:17
Sabato pomeriggio presso il tiro a volo di Rho e stata sparato volutamente un maschia di Harris con radioe e campanelli .....vorrei scrivere molte cose ma preferisco non esprimere il mio pensiero ..... il falco era di un caro amico con cui condivido la passione per la falconeria e le nostre cacciate ......
ciao Peter....

Max

demmy78
28-03-2011, 21:24
Denuncia?Un fatto cosi' e' da denunciare senza se e senza ma....

max65
28-03-2011, 21:30
il mio amico ha gia intrapreso la via legale ....

demmy78
28-03-2011, 21:34
Bene che gli ignoranti paghino..e di piu' se gli ignoranti hanno in mano un fucile!

max65
28-03-2011, 21:36
non ho parole.....
che amarezza....

wapity
28-03-2011, 22:31
quando è successo queto fatto ?
non mi ricordavo neppure che a Rho ci fosse un tiro al piattello.
ciao Jago

menzacapo
28-03-2011, 22:33
Ma il falconiere volava nei pressi di un tiro al piattello :?:

max65
28-03-2011, 22:52
Ha Rho esiste un campo di skeet ...volava distante ,ma poi causa vento i falchi si sono portati nelle vicinanze del campo .. l' Harris era distante dal tiro ....poi si e' spostato diciamo nelle vicinanze ma sempre all'esterno .. ad una 40ina di metri su una pianta e li e stato colpito .... il tipo si e' avvicinato fin sulla strada e da distanza ravvicinata a poi sparato ...il mio amico in quel momento stava richiamando l'altro harris perchè stava richiamando la femmina ....come fa' sempre ....

bas
29-03-2011, 07:00
spero quella persona paghi per bene in modo da fare anche da monito ad altri imbecilli.
nel tiro al piattello dove vado io, anni fa c'era una lepre che sbucava dal tronco del percorso caccia che simula l'uscita della lepre, ed è rimasto li per 2 anni, tra gli spari e il piombo, senza che mai nessuno osasse fargli del male.

volovia
29-03-2011, 07:34
Bene che gli ignoranti paghino..e di piu' se gli ignoranti hanno in mano un fucile!

Ignorante??? No quello sapeva benissimo quello che stava facendo! Mi auguro che gli tolgano il porto d'armi a vita!!! :evil:

Tanax
29-03-2011, 10:29
Per quanto riguarda casi come questo, per esperienza diretta, posso dire che lo sparatore, se ha sparato fuori dal campo di tiro, non solo probabilmente non vedrà* piö il porto d'armi, ma dovrà* rispondere per via penale all'uso improprio di arma da fuoco. Tra l'altro per reati di questo tipo non sarei neanche sicuro che la condizionale sia prevista.
Per quanto riguarda l'Harris', essendo un animale di proprietà* e non un selvatico, non rientra nella tutela della 157/92 (per cui non ci sarà* azione penale verso lo sparatore per l'abbattimento di fauna protetta) e verrà* risarcito dalla assicurazione dello sparatore nei tempi e nei valori che verranno concordati con il proprietario (nel conto ricordatevi di metterci anche la trasmittente, che di solito si becca qualche pallino...).
La morte e la causa della morte del falco vanno certificate da un veterinario ed il cadavere va conservato (freezer) per le perizie assicurative.
I tempi di risarcimento sono lunghi, ma alla fine l'assicurazione paga.
L'alternativa all'azione legale, in questi casi, è trattare subito, con calma, con lo sparatore e facendogli capire che rischia la galera..., cercare di farsi firmare subito un assegno di "molto congruo" risarcimento... facendo così, in pratica il prezzo lo fate voi ... :mrgreen: ma lo sparatore legalmente la fa franca.
Funziona quasi sempre, ma io ai soldi, preferisco fargli fare il mazzo...
:wink:

mesca
29-03-2011, 11:31
non ho parole :(
è una vergogna ,gli devono fare il culo ha strisce :evil:

wapity
29-03-2011, 12:17
tanax tutto quello che dici te è vero, ma ho una domanda da fare, intanto penso che sia importante sapere se era stagione di caccia o meno, inoltre è questa la domanda, essendo un tiratore, non necessariamente cacciatore, allora avrebbe il porto di fucile per uso sportivo e penso che le cose potrebbero aggravarsi ulteriormente per lui o no ? lassicurazione coprirebbe il danno causato al difuori dell impianto?

grazie Jago

max65
29-03-2011, 12:18
personalmente la mia indicazione e stata quella di agire lgalmente ....
e cosi ' dovrebbe essere sempre .... per un falconiere non esiste prezzo per i propri falchi e quindi sapra' lui come quantificarne il risarcimento ....
Max

als
29-03-2011, 12:22
à‰ un atto vergognoso e pure io sono d'accordo che vadano perseguite tutte le strade che la legge consente. Manderei al diavolo qualunque risarcimento per vederlo dieci anni in miniera!
Un errore ci puo sempre stare ma così no.

tutta la mia solidarietà* e prego il mio Dio perché non mi faccia mai trovare davanti ad una cosa del genere

ale

max65
29-03-2011, 12:23
il fatto e successo sabato 26 marzo 2011....stagione di caccia chiusa e in zona con divieto di caccia ecc...ecc...

wapity
29-03-2011, 12:27
urca.... allora non è che si becca anche un concorso di colpa ????

denis
29-03-2011, 12:55
tanax non e' propio cosi l'animale rientra nella 157 visto che e' nell'allegato b ed ha un cites rientra nella fauna nocivi ed e' reato penale ... mi spiego meglio non rischia il carcere ma il tesserino venatorio sempre se e' un cacciatore se lo scorda come il porto d'armi .

toscano1
29-03-2011, 13:29
denis
mi sa che fai troppa confusione !!
che c'azzecca la 157 e relativi "nocivi" ....
è giusto cio che ha detto tanax, anche in virtö di "esperienze" vecchie e non

dal momento che un rapace è come minimo un F2 quindi allevato da generazioni in cattività* ed è di esclusiva proprietà*, non ha piö lo status di selvatico e quindi non rientra nella "fauna particolarmente protetta" ecc ecc ecc

TYGER
29-03-2011, 15:03
:( :( :(
Che gente :!: :evil: :!:

Claudio

Tanax
29-03-2011, 15:29
tanax non e' propio cosi l'animale rientra nella 157 visto che e' nell'allegato b ed ha un cites rientra nella fauna nocivi ed e' reato penale ... mi spiego meglio non rischia il carcere ma il tesserino venatorio sempre se e' un cacciatore se lo scorda come il porto d'armi .

No, in modo assoluto e te lo dico perchè ho visto personalmente almeno tre episodi di questo tipo.
La fauna selvatica per la legge 157/92 si definisce all'art 1 "patrimonio indisponibile dello Stato" ed un falco appartenente ad una specie presente anche in natura, ma di mia proprietà*, in quanto acquistato in regola con le normative CITES, è MIO, non dello Stato. Per cui se tu me lo uccidi è come se uccidessi il mio cane. Paghi tutte le conseguenze di valorizzazione e di maltrattamento animale, ma NON quelle relative agli animali selvatici protetti.
Se un cacciatore uccide un cane a caccia, il cane gli viene pagato dall'assicurazione e la sospensione del porto d'armi.
In questo caso c'è la volontarietà*, la premeditazione e il fatto che NON si puo sparare al di fuori dei poligoni e delle zone con sparo consentito, in periodo di caccia chiusa. Per cui lo sparatore rischia una condanna penale perchè ha violato il codice penale, piö che la 157/92.
Poi, come giustamente dice qualcuno, dato che lo sparatore ha commesso un dolo, puo essere che l'assicurazione non paghi, ma in questo caso il giudice stabilirà* che sarà* direttamente lui ad estingere il danno.

menzacapo
29-03-2011, 16:58
...e il Falconiere non rischia nulla? Mi apiego meglio. Se il falco, non selvatico e non di proprietà* dello stato, è mezzo di caccia(come un fucile) poteva volare in quella zona.

Ps. quanto ho scritto sopra è per capire e non per screditare il falconiere o giustificare chi ha commesso il reato. Al falconiere in questione va tutta la mia solidarietà*.

lupinIII
29-03-2011, 17:02
Ciao a tutti, leggi a parte... è un atto veramente ignobile! :evil: A gente come questa il tesserino venatorio va strappato e mai piö ridato!! E' un insulto anche per la categoria di quei Veri cacciatori che fanno tutto come si dovrebbe fare!
Ciao Emiliano :(

davidepioltelli
29-03-2011, 17:42
:( :( :( :( :evil:

Tanax
29-03-2011, 18:30
...e il Falconiere non rischia nulla? Mi apiego meglio. Se il falco, non selvatico e non di proprietà* dello stato, è mezzo di caccia(come un fucile) poteva volare in quella zona.

Ps. quanto ho scritto sopra è per capire e non per screditare il falconiere o giustificare chi ha commesso il reato. Al falconiere in questione va tutta la mia solidarietà*.

In tutti i casini seri che ho visto succedere a cani e a falchi a caccia in vita mia, una parte di responsabilità* dell'uomo c'è sempre.
Purtroppo a volte si rischia, sapendo di farlo, per magari sfruttare un'opportunità* di predazione, oppure per volare in una zona dove magari non c'è la sicurezza al 100% (vicino a luoghi tipo ferrovie, linee elettriche, zone antropizzate con giardini o altro, zone addestramento cani con altri cacciatori e cani in giro etc etc), ma che ci è comoda per qualche motivo.
In questo caso penso che tutti abbiamo pensato al fatto che la caccia è chiusa e che gli Harris' non sono girfalchi... per cui, vento o meno, sicuramente non credo abbiamo fatto 3 km da dove volavano e comunque sia il falco in questione se si è allontanato così, era fuori controllo...
Cio nulla toglie alla disgrazia ed alla solidarietà* verso il falconiere e alla condanna verso lo sparatore, ma volare nelle vicinanze di un tiro al volo, non è proprio il massimo della prudenza..., perchè, come sappiamo, la madre degli imbecilli è sempre incinta... :wink:

lanticovolo
29-03-2011, 19:27
:evil: fajela pagare tutta!!!nn concedetevi asconti o a ripensamenti o a scuse improvvisate!!!!!!1denuncia alle autorità*..causa civile e penale!!massimo risarcimento danni materiali e morali.....vediamo se buffalo bill si divertirà* poi a sparare alle sagome animate...terroristi e vij :evil: acchi...

paolo
29-03-2011, 20:31
Che gente che c'è in giro............
Schifo :evil:

max65
29-03-2011, 21:58
al mio amico ho fatto un ragionamento piu' compelsso , legato nello specifico all'uso di armi in condizioni diverse da quelle permesse dalle normative attuali ....vedremo cosa succcedera' ...
comunque rimango sempre dell'idea che ha certe persone neanche la fionda bisognerebbe dargli tra le mani .....
Max

30-03-2011, 04:32
menzacapo ha scritto:...e il Falconiere non rischia nulla? Mi apiego meglio. Se il falco, non selvatico e non di proprietà* dello stato, è mezzo di caccia(come un fucile) poteva volare in quella zona.

Ps. quanto ho scritto sopra è per capire e non per screditare il falconiere o giustificare chi ha commesso il reato. Al falconiere in questione va tutta la mia solidarietà*.



In tutti i casini seri che ho visto succedere a cani e a falchi a caccia in vita mia, una parte di responsabilità* dell'uomo c'è sempre.
Purtroppo a volte si rischia, sapendo di farlo, per magari sfruttare un'opportunità* di predazione, oppure per volare in una zona dove magari non c'è la sicurezza al 100% (vicino a luoghi tipo ferrovie, linee elettriche, zone antropizzate con giardini o altro, zone addestramento cani con altri cacciatori e cani in giro etc etc), ma che ci è comoda per qualche motivo.
In questo caso penso che tutti abbiamo pensato al fatto che la caccia è chiusa e che gli Harris' non sono girfalchi... per cui, vento o meno, sicuramente non credo abbiamo fatto 3 km da dove volavano e comunque sia il falco in questione se si è allontanato così, era fuori controllo...
Cio nulla toglie alla disgrazia ed alla solidarietà* verso il falconiere e alla condanna verso lo sparatore, ma volare nelle vicinanze di un tiro al volo, non è proprio il massimo della prudenza..., perchè, come sappiamo, la madre degli imbecilli è sempre incinta... :wink:

Amedeo penso che menza intendesse che la caccia è chiusa e quindi anche l'harris non avrebbe potuto essere in volo visto che è considerato mezzo di caccia.

Tanax
30-03-2011, 08:56
menzacapo ha scritto:...e il Falconiere non rischia nulla? Mi apiego meglio. Se il falco, non selvatico e non di proprietà* dello stato, è mezzo di caccia(come un fucile) poteva volare in quella zona.

Ps. quanto ho scritto sopra è per capire e non per screditare il falconiere o giustificare chi ha commesso il reato. Al falconiere in questione va tutta la mia solidarietà*.



In tutti i casini seri che ho visto succedere a cani e a falchi a caccia in vita mia, una parte di responsabilità* dell'uomo c'è sempre.
Purtroppo a volte si rischia, sapendo di farlo, per magari sfruttare un'opportunità* di predazione, oppure per volare in una zona dove magari non c'è la sicurezza al 100% (vicino a luoghi tipo ferrovie, linee elettriche, zone antropizzate con giardini o altro, zone addestramento cani con altri cacciatori e cani in giro etc etc), ma che ci è comoda per qualche motivo.
In questo caso penso che tutti abbiamo pensato al fatto che la caccia è chiusa e che gli Harris' non sono girfalchi... per cui, vento o meno, sicuramente non credo abbiamo fatto 3 km da dove volavano e comunque sia il falco in questione se si è allontanato così, era fuori controllo...
Cio nulla toglie alla disgrazia ed alla solidarietà* verso il falconiere e alla condanna verso lo sparatore, ma volare nelle vicinanze di un tiro al volo, non è proprio il massimo della prudenza..., perchè, come sappiamo, la madre degli imbecilli è sempre incinta... :wink:

Amedeo penso che menza intendesse che la caccia è chiusa e quindi anche l'harris non avrebbe potuto essere in volo visto che è considerato mezzo di caccia.

Grazie della spiegazione, ma rileggi bene quello che ho scritto...
A caccia chiusa si puo volare nelle zone addestramento cani e per quello che ne sappiamo, l'Harris' avrebbe potuoto volare in una ZAC vicino al tiro al volo. Se invece volava fuori dalle norme, allora, se venisse verbalizzato da un agente, il falconiere potrebbe incorrere in sanzioni, ma questo nulla toglie al fatto che lo sparatore ha commesso deliberatamente un dolo grave, uccidendo consapevolmente (e non in modo colposo) un animale di altrui proprietà* ed utilizzando un'arma in modo improprio. Contravvenendo, ripeto, al codice penale.

denis
30-03-2011, 10:35
ok ragagazzi allora visto che avete ragione voi come sostenete e visto che propio oggi finisco il corso di guardia venatoria vedremo pero' nel frattempo fate un giro o una chiamata a gaia www.lafalconeria.it (http://www.lafalconeria.it) e leggete di dimina una femmina di harris di sua propieta e leggete cosa e' suc. alla vecchitta che a ucciso a badilate l'animale . ok

denis
30-03-2011, 10:41
artico 2 della 157 del 92 sotto la voce b uccelli "sono protetti tutti i rapaci diurni e notturni " andate a dar un'occhiata .....poi sperate di non andar mai in tribunale con una accusa del genere anche se l'animale era nato in cattivita' ....

volovia
30-03-2011, 12:50
ok ragagazzi allora visto che avete ragione voi come sostenete e visto che propio oggi finisco il corso di guardia venatoria vedremo pero' nel frattempo fate un giro o una chiamata a gaia http://www.lafalconeria.it e leggete di dimina una femmina di harris di sua propieta e leggete cosa e' suc. alla vecchitta che a ucciso a badilate l'animale . ok

Magra consolazione, la vecchietta che ha ucciso Domina pare sia stata condannata a pagare solo 1000 euro di multa! Poi non l'aveva ucciso con premeditazione, anche se cio non diminuisce la gravità* del fatto.

Tanax
30-03-2011, 13:04
artico 2 della 157 del 92 sotto la voce b uccelli "sono protetti tutti i rapaci diurni e notturni " andate a dar un'occhiata .....poi sperate di non andar mai in tribunale con una accusa del genere anche se l'animale era nato in cattivita' ....

La 157/92 (hai corretto, ma stai attento, neo-guardia, perchè se in un verbale sbagli l'anno, la contestazione puo essere impugnata ed il verbale annullato... :wink: ) riguarda soltanto la "fauna selvatica", termine che viene meglio definito nella legge 150/92 e successive modificazioni.
I nostri falchi non sono "fauna selvatica", ma sono esemplari appartenenti a specie selvatiche, nati in cattività* da piö di due generazioni. Infatti, questi falchi non sono "proprietà* indisponibile dello Stato", ma di nostra proprietà* ed in quanto tali diventano beni a nostra disposizione. Il loro danneggiamento, furto o uccisione rientra nel danno a carico del privato cittadino, non dello Stato o del bene comune, pertanto, esattamente come per un qualsiasi altro animale domestico, il loro disagio puo prevedere due tipi di azione legale verso il danneggiatore: una (amministrativa)volta al rimborso del danno materiale, l'altra (amministrativa e/o penale) per la legge sul maltrattamento degli animali.
Quando ti ammazzano un falco, se chiami le forze di ordine pubblico, parte in automatico la denuncia penale per maltrattamento animale, ma non l'azione civile per il rimborso.
Se non chiami nessuno, puoi chiedere direttamente i danni al danneggiatore (o uccisore), che se è coperto da assicurazione (come nel caso del cacciatore) si rifà* sulla agenzia assicurativa, altrimenti deve risarcirti brevi-manu. Nel caso in cui ci sia contestazione si ricorre alla denuncia ed all'azione civile di richiesta danni.
Nel caso del falco ucciso a badilate che citi, quello che pubblica il giornale non è la "sentenza testuale", ma un'interpretazione del giornalista, infatti, secondo me, dice una cosa inesatta, cioè che la condanna era perchè l'animale era protetto.
Io penso che in realtà* quella (i poco piö di 1.000 euro) sia stata la pena per il maltrattamento animale, altrimenti se il reato fosse stato giudicato ai danno dello Stato, sarebbe stata molto piö pesante.
Infatti se leggi subito dopo, l'articolo parla anche di ipotesi di causa civile del proprietario e quella sarebbe stata la parte che citavo prima a scopo di risarcimento personale.
Denis, ti leggo da un po' e vedo che sei sempre molto "carico" nelle tue posizioni. Se mai avrai un decreto da agente venatorio volontario, dammi retta, pensaci bene prima di contestare un'infrazione e scrivere verbali, perchè la legge è una materia molto complessa, molti cacciatori non sono nè stupidi, nè sprovveduti... e talvolta dietro il banco degli imputati ci finiscono anche le guardie... :wink: (... ti posso garantire, per esperienza personale, che quando riesci a farti dare ragione da un giudice contro la polizia venatoria provinciale, per un verbale inopportuno, godi come una biscia... :lol: :lol: :lol: ).
Salutoni.

demmy78
30-03-2011, 13:35
Secondo me ha ragione Tanax.E' successo anche ad un mio amico di aver avuto il falco "sparato" da un cacciatore,e il reato contestato mi pare non e' stato di avere ucciso un rapace(specie particolarmente protetta)ma di aver ucciso volontariamente un animale domestico di proprieta'.

toscano1
30-03-2011, 14:33
denis
fai meglio il corso di guardia volontaria che è piö auspicabile !!! :wink: :wink:
dacce ascoltooooooo

denis
30-03-2011, 14:42
ok avete ragione voi....... fate come vi pare , pero' considerate che il falco e' stato ucciso con il fucile ,a stagione venatoria chiusa ok alla fine vedremo .......x toscano stai attento che ora so che i falchi nati in cattivita' allora anche il tuo astore e' roba tua come dite voi allora vuol dire che na fucilata a caccia aperta x legittima difesa LI POSS DALLI

mesca
30-03-2011, 14:48
comunque vada come vada,la legge,l'articolo e chi piö ne ha piö ne metta,chi ha sparato è un uomo di merda punto e basta ,va preso a calci nel culo e gli và buttato via la patente di caccia con dietro tutti i fucili e sono stato buono ,perché i fucili sapessi dove li metterei :evil: :twisted: altro che leggi-articoli,fogli e fogliolini,un bel palo di pioppo e vergate nella schiena vedrete che e smettano di fare queste cattiverie per non dire altro .
basta sono troppo incazzato. :evil:
le leggi si le leggi italiane per far perdere tempo e basta .
quello da dove ha sparato non si doveva rimuovere (con le sue gambe)basta così,st le leggi mi fanno ridere

jery
30-03-2011, 21:07
certo, quello che spara "per divertimento"" ad un rapace come è successo è un uomo di merda...
diverso è """secondo me""" il fatto dela vecchietta, che si è vista una bestia andare ad uccidergli le galline......... li la vecchietta ha difeso un SUO BENE, forse anche molti di noi avrebbero fatto lostesso....

RYOSAEBA
30-03-2011, 23:26
che peccato mi dispiace sono amareggiato, il problema è che queste persone sono dei poveretti, culturalmente parlando, non ci arrivano sono troppo stupidi, c'è un solo modo per fargli capire, fategli tirare fuori tanti bei soldini :wink: ...

enry-brock
31-03-2011, 06:27
purtroppo ci sono sempre meno uomini del formaggio come si dice qui in veneto, personalmente non mi è mai successo e spero non mi succeda mai, se dovesse essere so che ci rimarrei malissimo, sono fatti a cui non puoi dare risposte, poi seguirebbe un forte senso di rabbia per giungere alle uniche conclusioni che dei soggetti che compiono atti così meschini non servono allo sviluppo di una società* evoluta, io se avessi la fortuna di riuscire a trovare chi abbia sparato prometto che questa persona non proverà* piö la gioia di correre nella sua vita. Poi aspetto i carabinieri comunque e ne pago le conseguenze.

Tanax
31-03-2011, 08:07
purtroppo ci sono sempre meno uomini del formaggio come si dice qui in veneto, personalmente non mi è mai successo e spero non mi succeda mai, se dovesse essere so che ci rimarrei malissimo, sono fatti a cui non puoi dare risposte, poi seguirebbe un forte senso di rabbia per giungere alle uniche conclusioni che dei soggetti che compiono atti così meschini non servono allo sviluppo di una società* evoluta, io se avessi la fortuna di riuscire a trovare chi abbia sparato prometto che questa persona non proverà* piö la gioia di correre nella sua vita. Poi aspetto i carabinieri comunque e ne pago le conseguenze.

Chi sei tu? "uomo evoluto" che si rovinerebbe la vita per un animale?... :cry:
Mi pare che a parole e da dietro la tastiera, come al solito, siamo tutti Rambo..., poi nella realtà* ci scappa la lacrimuccia e facciamo la "tombina" al nostro uccellino come quando eravamo bimbi.
Gli stupidi ed i disonesti non si combattono con gli sbotti di rabbia e le spacconate urlate in piazza, ma con la legge, caro Mesca..., con il cervello e con la legge, quella legge che, per esempio, qui sul forum, quasi nessuna conosce.
Si urla si impreca e non si arriva a niente.
Io ho avuto a che fare PERSONALMENTE con quattro episodi di questo tipo..., uno riguardante un mio astore, gli altri i falchi di amici con cui andavo a caccia.
Un mio astore fu ucciso da un cane di un cacciatore mentre era su un fagiano, il sacro di un mio amico fu ucciso con una fucilata mentre volava. Il terzo caso fu di un pellegrino ucciso con una fucilata sparata dalla finestra di una casa nel cortile della quale un nostro pellegrino stava spiumando un piccione.
I primi due casi furono rimborsati dall'assicurazione della Federcaccia (di cui erano soci entrambi i "colpevoli") e il rimborso fu molto, molto, dignitoso..., il terzo fu pagato brevi-manu dal contadino che, messo di fronte al fatto che aveva sparato dalla finestra (c'è la penale per questo), preferì liquidare la cosa sul posto.
In tutti questi casi, con calma e cognizione delle leggi, almeno il danno materiale è stato ripagato. Il problema morale non si ripaga nè con i soldi, nè picchiando l'uccisore.
Il quarto caso fu di una pellegrina che stava per legare un fagiano e un cacciatore sparo due volte al fagiano davanti a lei due metri, sbagliando entrambi. In questo caso il cacciatore fu malmenato dal proprietario della pellegrina e meno male che intervenni io per farlo smettere e farlo ragionare, altrimenti sicuramente sarebbe stato denunciato per aggressione. Comunque il cacciatore non si fece mai piö vedere nei dintorni.
Poi ci fu il caso di una sacra che ci uccisero con una fucilata e che fu il massimo della beffa.
Sentimmo una botta nella direzione che aveva preso la femmina. Presa la radio arrivammo in un boschetto e incontrammo marito e moglie con un bracco che andavano verso una macchina parcheggiata a circa 500 metri. Chiedemmo se avevano visto il falco e chi avesse sparato. Ci risposero che avevano sparato loro ad una tortora e ci fecero i complimenti per la falconeria che avevano visto alla tele. Saluti cordiali e via. La radio ci dava il segnale dalla parte opposta a quella che stavano facendo loro. Dopo pochi minuti trovammo la timoniera centrale della sacra, con la radio attaccata e piena di pallini... Capimmo subito che erano stati loro e che probabilmente si erano messi il falco nella cacciatora dopo aver strappato la radio (la televisione insegna molte cose...).
La nostra corsa a ritroso non servì a nulla, vedemmo la macchina allontanarsi a tutta birra e non riuscimmo neppure a prendere la targa... Inutili le ricerche nei paesi vicini e le richieste a chiunque incontrassimo: erano svaniti nel nulla...
Poi altre volte mi hanno raccontato di episodi simili, ma io di solito cito e parlo di fatti che ho vissuto personalmente, perchè anche nella migliore buone fede, i fatti "sentiti" spesso vengono "reinterpretati" da chi è coinvolto.
Per la cronaca mi hanno anche rubato dalle voliere, troncando i lucchetti, due astori (tra cui il maschio era donatore di sperma...) e liberati dagli animalisti, lasciarono geti e girelle per terra.
Il maschio fu ucciso in un pollaio a 5 km di distanza, 10 gg dopo, ma non riusci a provarlo e della femmina non sepppi piö niente.
Nell'arco degli anni, poichè mi sono esposto collaborando con la Regione nella creazione della legge regionale per la detenzione degli animali protetti e scontrandomi con le associazioni animaliste, ho subito due perquisizioni domiciliari e un verbale per varie ipotesi di reato riguardanti la Falconeria. Non è MAI stato trovato un pelo fuori posto a mio carico..., anzi ho avuto anche soddisfazioni con ricorsi vinti, ma vi garantisco che ce l'hanno messa tutta e che la "legge", ho dovuto impararla molto bene... :wink: . L'ironia della sorte è che io sono sempre stato, e sempre saro, un fortissimo sostenitore della legalità* in generale ed in particolare nell'ambito venatorio e della Falconeria. Ma per gli animalisti è sufficiente essere un "cacciatore" per essere considerato un delinquente.
Fortunatamente da anni non sono piö nel loro mirino...
Per questo mi "permetto" di entrare nel merito dei discorsi legali... purtroppo, per esperienza sul campo, che come ormai saprete, secondo me è l'unica che conta davvero.
Salutoni.

enry-brock
31-03-2011, 11:31
Sa sig "tanax", la mia intelligenza evoluta come la chiama lei (in realtà* non è nulla di straordinario) e la mia educazione mi consigliano di non giudicare nessuno, nessuno dovrebbe farlo, poi appena avro il piacere di incontrarla in qualche occasione di ritrovo, verro a presentarmi di persona e le ripetero quello che prima ho scritto, ma guardandola in faccia, io la tomba ai miei compagni la faccio, verso anche la lacrima come dice lei, poi pero mi assicuro personalmente che la persona che ha commesso il fatto non abbia le possibilità* di rifarlo. La vita è fatta anche di principi, io ho scelto di avere i miei e scelgo di "rovinarmi" ( che lo dice sempre lei) come voglio e sopratutto per chi voglio. La maggior parte della gente se la rovina per molto meno. Mi dispiace che dalle sue parole si possa intuire che la sua concezione etologica non è stata molto coltivata felice nonostante di aver imparato qualcosa di nuovo da lei.
Non me ne voglia ma non rispondero ai post successivi, se avrà* bisogno di altri chiarimenti avrei piacere di parlarne di persona.

melk
31-03-2011, 11:46
Capisco che presi dalla rabbia e a caldo, si possono dire cose esagerate (spezzo gambe rompo teste ecc. ecc.) ma in realtà* la cosa giusta da fare è far valere i propri diritti in maniera legale. Lo so sono cose lunghe e intricate ma nei paesi cosiddetti civili si usa la legge per agire secondo giustizia.
Passare dalla ragione al torto e rovinarsi la vita (non solo la propria ma anche quella dei propri cari) non è cosa saggia, detto questo poi alla fine ognuno fa quello che gli pare.
Ciao

enry-brock
31-03-2011, 12:18
Sig Melk, la ringrazio, veramente, per il suo tono cortese che spicca molto su questo forum, quasi una rarità*,credo dalla quotidianità* che vivo, che l'italia non sia un paese civile, se fossi in u.s.a. o in germania o in inghilterra pur avendo anche loro delle lacune non muoverei un dito, saprei che le istituzioni farebbero tutto il necessario perchè fatti così non si ripetano nuovamente,e ci riescono facendo solo applicare la legge, in questi paesi la falconeria si è sviluppata in maniera molto piö sana, qui il falco è ancora un mezzo di caccia, forse non sono molto informato ma dialogo con qualche persona all'estero che fa falconeria li, nei cosiddetti paesi civili, ma nessuno mi ha mai accennato un ripetersi di fatti simili, qui è all'ordine del giorno e continueranno ad esserlo, poi gli ignoranti ci sono sicuramente anche li, ma la differenza è che da noi comandano li vengono in puniti dalla legge, quella che è uguale per tutti, non quasi.
Arrisentirci..

toscano1
31-03-2011, 13:39
suvvia, non scannatevi ... anche perchè, da cio che leggo, si evince che c'è stato un mega-equivoco
(vedasi il "cervello e legge", che non era rivolto a enry-brook ma a mesca ! )

per stemperare un po gli animi vi posto sexy foto del "bacio dell'aquila" :wink: :D

dimenticavo, questa foto è dedicata a tutti coloro i quali vorrebbero prendersi un'aquila dopo solo aver volato un gufetto o un harris :wink:

ORAZIO
01-04-2011, 00:33
X Enry-Brook.

Chi se ne frega dell'uccisione di un misero falco di Mer...?
Quì siamo nel Paese di Omar e Erika che stanno uscendo di galera dopo aver trucidato i familiari.
Pero secondo me comportarsi stile giustiziere della notte non migliora la situazione anche se a volte viene proprio voglia di farsi giustizia da se'.
Io personalmente credo non nella legge fine a se stessa ma in tutti quei principi del vivere cilvile che sono o (dovrebbero essere) patrimonio generale e genetico dell'intera umanità* che hanno contribuito all'ideazione e alla stesura della norma stessa : "Jus gentium" dicevano i romani. Le leggi cambiano, si evolvono , vengono abrogate , ma il senso del "giusto", del vivere civile va di pari passo con l'evoluzione/involuzione del "costume" dei Popoli.
Quindi non disperiamo se Omar e Erika stanno uscendo di galera o se quel cacc... sparatutto non pagherà* secondo quanto noi avremmo voluto ,perchè ci penseremo noi stessi (società*) a biasimare, isolare, allontanare e ghettizzare queste persone.
Consoliamoci almeno così.
Se non riusciamo a farci una ragione di questo assisteremo inevitabilmente ad un declino di quei valori senza i quali l'Uomo ritornerebbe ad essere un animale.
Poi ognuno faccia come gli aggrada, ma state attenti la Legge e la Società* vi guardano. :cry: :cry: :cry:

Tanax
01-04-2011, 07:55
X Enry-Brook.

Chi se ne frega dell'uccisione di un misero falco di Mer...?
Quì siamo nel Paese di Omar e Erika che stanno uscendo di galera dopo aver trucidato i familiari.
Pero secondo me comportarsi stile giustiziere della notte non migliora la situazione anche se a volte viene proprio voglia di farsi giustizia da se'.
Io personalmente credo non nella legge fine a se stessa ma in tutti quei principi del vivere cilvile che sono o (dovrebbero essere) patrimonio generale e genetico dell'intera umanità* che hanno contribuito all'ideazione e alla stesura della norma stessa : "Jus gentium" dicevano i romani. Le leggi cambiano, si evolvono , vengono abrogate , ma il senso del "giusto", del vivere civile va di pari passo con l'evoluzione/involuzione del "costume" dei Popoli.
Quindi non disperiamo se Omar e Erika stanno uscendo di galera o se quel cacc... sparatutto non pagherà* secondo quanto noi avremmo voluto ,perchè ci penseremo noi stessi (società*) a biasimare, isolare, allontanare e ghettizzare queste persone.
Consoliamoci almeno così.
Se non riusciamo a farci una ragione di questo assisteremo inevitabilmente ad un declino di quei valori senza i quali l'Uomo ritornerebbe ad essere un animale.
Poi ognuno faccia come gli aggrada, ma state attenti la Legge e la Società* vi guardano. :cry: :cry: :cry:


I concetti espressi da Orazio sul valore della "civiltà*" sociale di un popolo, sono parole, secondo me, sacrosante.
Henry-Brock... io facevo un discorso generale e non rivolto a te in particolare, comunque sei libero di scrivere su di un "forum", quindi pubblicamente, tutte le minacce che vuoi...
Per me la cosa non è neppure cominciata, quindi è già* finita e se ci incontreremo, probabilmente non mi ricordero neppure delle tue parole.
Il rancore, come la violenza o l'illegalità*, non fanno parte della mia vita e spero neppure della vita dei nostri figli.
Cordialmente.
Amedeo Traverso.

enry-brock
01-04-2011, 14:35
dipende dai punti di vista, non era una minaccia, era solo la descrizione di un principio di causa ed effetto, certi reagiscono in un modo, certi in un altro, non ho mai attaccato briga con nessuno e non lo farei mai, ma come io non creo problemi non transigo su chi li crea a me, mi aspetto di essere pagato con la stessa moneta con cui pago, per cui se qualcuno per mancanza di civiltà* ed educazione dovesse permettersi distruggere quello che io giornalmente costruisco con un mio compagno, con tutti i sacrifici e le soddisfazioni che si fanno e si hanno e poi tutto d'un tratto arriva il moltone di turno che spara.. no Signori... vediamo quanti di voi se perdessero un figlio investito da un ubriaco si affiderebbero alla giustizia, o se avreste davanti l'ubriaco non vi assicuriate che per il resto della sua miserabile vita che vive ci pensi ogni giorno a quello che ha fatto, perchè voi il dolore per la perdita di un figlio ve la portate fin nella tomba, un principio è tale perchè non fa distinzioni, la vita è vita e ne andrebbe rispettata ogni forma, ci sentiamo ineguagliabili vero, la specie umana è talmente intelligente da aver creato la fusione nucleare, grande scoperta.... ma ricordate, neanche un topo è talmente stupido da inventare una trappola per topi.

Tanax
01-04-2011, 15:24
dipende dai punti di vista, non era una minaccia, era solo la descrizione di un principio di causa ed effetto, certi reagiscono in un modo, certi in un altro, non ho mai attaccato briga con nessuno e non lo farei mai, ma come io non creo problemi non transigo su chi li crea a me, mi aspetto di essere pagato con la stessa moneta con cui pago, per cui se qualcuno per mancanza di civiltà* ed educazione dovesse permettersi distruggere quello che io giornalmente costruisco con un mio compagno, con tutti i sacrifici e le soddisfazioni che si fanno e si hanno e poi tutto d'un tratto arriva il moltone di turno che spara.. no Signori... vediamo quanti di voi se perdessero un figlio investito da un ubriaco si affiderebbero alla giustizia, o se avreste davanti l'ubriaco non vi assicuriate che per il resto della sua miserabile vita che vive ci pensi ogni giorno a quello che ha fatto, perchè voi il dolore per la perdita di un figlio ve la portate fin nella tomba, un principio è tale perchè non fa distinzioni, la vita è vita e ne andrebbe rispettata ogni forma, ci sentiamo ineguagliabili vero, la specie umana è talmente intelligente da aver creato la fusione nucleare, grande scoperta.... ma ricordate, neanche un topo è talmente stupido da inventare una trappola per topi.

Henry-Brock... (cognome e nome?)
quindi seguendo il tuo ragionamento logico:
se qualcuno sparasse ad un tuo falco, sarebbe legittimo azzopparlo per la vita...
e quindi i suoi figli sarebbero legittimati ad azzoppare te...
ed i tuoi ad azzoppare i figli dell'azzoppato... e speriamo ci si fermi alla gambe...
La qual cosa farebbe un enorme piacere ai venditori di stampelle della zona, ma un po' meno piacere farebbe alla specie umana...
Ci hai pensato a come funziona il meccanismo della giustizia "fai da te"?
Pensaci...
La legge, con tutte le sue imperfezioni ed i suoi limiti, serve proprio a non far accadere quello che ho appena descritto.
Salutoni.

imonedas
01-04-2011, 17:58
Non tanti anni fa succedeva proprio questo, in tante parti del mondo succede ancora. Poi per fortuna arrivo la legge dello stato, brutta che fosse, per diminuire la richiesta di stampelle.
Mi dispiace veramente per la morte del falco e sono molto preoccupato per il fatto che esistono individui armati con comportamento simile. La punizione del colpevole ed il risarcimento dei danni non riporta alla vita i morti, animali o persone che siano, ma è l'unica possibilità*.

enry-brock
01-04-2011, 19:21
Enrico Brocchetto ed in privato le do anche l'indirizzo se vuole, ho 16 compagni a quattro zampe, chi fa la guardia, chi viene a caccia con me e altri che si godono la fortuna di essere stati tolti da un canile e hanno ripreso a vivere scorrazzando negli 8000mq di proprietà* mia e della mia compagna, poi una dozzina di compagni con le ali, tutti diurni chi da logoro chi da caccia, lo faccio solo per passione, non ho mai perso un falco, non volano per fame ma per divertire me e loro stessi e non una volta sono rimasti fuori una notte, e chi mi conosce di persona, per fortuna pochi ma buoni, puo permettersi di dire qualcosa.
ruguardo al mio ragionamento si è arrampicato sugli specchi un pochino.... la vita è vita e va rispettata in ogni caso, se perdesse suo figlio, sempre se sappia cosa vuol dire essere padre, non credo che avendo davanti l'assassino terrebbe le mani in tasca? la mia risposta la sa già*...

sanremo61
01-04-2011, 19:26
dipende dai punti di vista, non era una minaccia, era solo la descrizione di un principio di causa ed effetto, certi reagiscono in un modo, certi in un altro, non ho mai attaccato briga con nessuno e non lo farei mai, ma come io non creo problemi non transigo su chi li crea a me, mi aspetto di essere pagato con la stessa moneta con cui pago, per cui se qualcuno per mancanza di civiltà* ed educazione dovesse permettersi distruggere quello che io giornalmente costruisco con un mio compagno, con tutti i sacrifici e le soddisfazioni che si fanno e si hanno e poi tutto d'un tratto arriva il moltone di turno che spara.. no Signori... vediamo quanti di voi se perdessero un figlio investito da un ubriaco si affiderebbero alla giustizia, o se avreste davanti l'ubriaco non vi assicuriate che per il resto della sua miserabile vita che vive ci pensi ogni giorno a quello che ha fatto, perchè voi il dolore per la perdita di un figlio ve la portate fin nella tomba, un principio è tale perchè non fa distinzioni, la vita è vita e ne andrebbe rispettata ogni forma, ci sentiamo ineguagliabili vero, la specie umana è talmente intelligente da aver creato la fusione nucleare, grande scoperta.... ma ricordate, neanche un topo è talmente stupido da inventare una trappola per topi.

Henry-Brock... (cognome e nome?)
quindi seguendo il tuo ragionamento logico:
se qualcuno sparasse ad un tuo falco, sarebbe legittimo azzopparlo per la vita...
e quindi i suoi figli sarebbero legittimati ad azzoppare te...
ed i tuoi ad azzoppare i figli dell'azzoppato... e speriamo ci si fermi alla gambe...
La qual cosa farebbe un enorme piacere ai venditori di stampelle della zona, ma un po' meno piacere farebbe alla specie umana...
Ci hai pensato a come funziona il meccanismo della giustizia "fai da te"?
Pensaci...
La legge, con tutte le sue imperfezioni ed i suoi limiti, serve proprio a non far accadere quello che ho appena descritto.
Salutoni.

Senza andare tanto lontani, ancora oggi in alcune città* della Calabria, ci sono le faide.

wapity
01-04-2011, 19:40
vogliamo andare avanti così per molto ? non penso che al resto degli utenti possano interessare le vostre disquisizioni, per altro fuori topic !!!

fate un po voi !!!

stefano
02-04-2011, 10:04
visto che l'argomento è esaurito e che oramai il possessore dell'harris ha capito come muoversi in questo ginepraio che ne dite se chiudiamo sto topic che è andato un po oltre?
causa ed effetto! legge fisica, ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria.
buon volo

enry-brock
02-04-2011, 11:53
per me ce ne sarebbe da parlare, ma rispetto, non essendo a casa mia, le leggi del forum e la volontà* dei moderatori nel chiudere la discussione, porgo distinti saluti, auguro le migliori cose a tutti sperando che al mondo nascano sempre meno ignoranti.

paolo
02-04-2011, 18:32
Per Toscano....un po aggressivuccia quest'aquila :lol: :lol: :lol:
A parte gli scherzi attenzione a chi ha intenzione di acquistare un aquila,non si scherza con loro e un minimo errore si paga caro :wink: