PDA

Visualizza Versione Completa : UNCF Mostra/Mercato Gorizia 2010



toscano1
30-05-2010, 08:42
Anche questo anno UNCF organizza la Mostra/Mercato di Falconeria presso il Castello di Gorizia, giunta alla sua 4a edizione. Essa è il fiore all'occhiello di tutti gli eventi organizzati dall'Unione Nazionale Cacciatori Falconieri; punto di riferimento per i falconieri italiani tutti i quali nelle due giornate potranno così acquistare rapaci ed attrezzature presso gli stand allestiti al Castello.
Verranno espositori di attrezzature ed allevatori da quasi tutta Europa, dall'Olanda, Germania, Austria, Ungheria, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Spagna, Italia ecc

La manifestazione si terrà* il 24 e 25 Luglio

presso questo link potete stampare il Manifesto della Mostra
http://www.uncf.it/Mostra%20Mercato/201 ... no2010.pdf (http://www.uncf.it/Mostra%20Mercato/2010/Volantino2010.pdf)

TYTO
30-05-2010, 11:03
anche dall'italia ? :o

toscano1
30-05-2010, 11:50
ho detto espositori di attrezzature ed allevatori....dall'Italia arriveranno solo quelli delle attrezzature :D

imonedas
30-05-2010, 14:56
Meglio tardi che mai :) :wink:

als
30-05-2010, 15:34
bene, vedro di esserci anche questa volta :wink:

Rok71
31-05-2010, 09:02
Ho esposto la locandina in armeria :wink:
...domenica cerchero di essereci!
ciao

domenico
31-05-2010, 11:29
E finalmente vedremo anche Gorizia..... l'avrei preferita a giugno onestamente pero va bene così.....

stefano
31-05-2010, 12:35
molto bene, mi auguro di poter andarci, sperando sempre di fare buoni affari e di vedere cose belle come sempre.
buon volo

31-05-2010, 14:26
A luglio ci sono i saldi...e con il nuovo lavoro sono occupato sia il sabato che la domenica...e di chiedere un giorno nel periodo piö affollato dell'anno non se ne parla proprio...l'unica mia speranza e che l'ultima domenica di luglio il centro commerciale decida di non tenere aperto...spero di esserci per rincontrarmi con molti di voi e per....non si sa mai :twisted: :mrgreen:

onlythebestone
31-05-2010, 14:55
Non Vedo L'ora..... ah ecco l' orologio :!:

legolasurvivor
31-05-2010, 18:32
io e tanta gente delle mie parti saremo su per vedere il grande evento come sempre. spero di incontrare silvio, davide, stefano e tosco ciao

lanticovolo
31-05-2010, 20:27
con le attrezzature io l'anno scorso ho fatto OTTIMI acquisti!!!!!!quest'anno vedremo di tornare per ripetere la cosa.Ah! dimenticavo...visto che ero li' ho portato a casa anche un gyr/sacro! :wink:

stefano
01-06-2010, 11:56
quest'anno niente falchi giovani da comprare, senza lalleri nn si lallera.
buon volo

alessiog
11-06-2010, 07:01
..pero con la lallera si lillera sempre :lol:

spero di trovare anche quest'anno gli stessi ottimi prodotti dell'anno scorso :wink: ...ma spero anche di non vedere piö falchi acquistati da semplici curiosi :cry:

wapity
11-06-2010, 07:06
Purtoppo, alessio quello è il rovesco della medaglia !! :x

Barone
11-06-2010, 10:38
Trovo molto interessante notare come alcuni falconieri dell'UNCF fra cui alte cariche criticano in modo aspro coloro che fanno spettacoli, dicendo che sono la rovina della falconeria, e poi viene organizzata una mostra-mercato con tanto di barbagianni di ogni forma e colore, allocchi, gufi comuni e reali, e chi piö ne ha ne metta, in piö durante la manifestazione vengono presentati degli spettacoli con volo di rapaci, ma la cosa piö grave è che chiunque puo acquistare rapaci, fino ad arrivare a pulcini di aquila reale, basta andare con mila euro in tasca.
Non capisco quindi la posizione dell' uncf e percio chiedo riscontro a chi la rappresenta come è stato scritto, da molti anni.
Dal mio punto di vista la falconeria intesa nel suo vero significato è in profonda crisi perchè da molti anni non si insegna piö in modo corretto e non viene insegnata da persone corrette, mente invece sta sempre piö prendendo piede l'acquisto dei rapaci come pet a causa di un commercio sempre piö aperto e privo di scrupoli.
Avere un barbagianni, così come un'aqila reale, dovrebbe sempre essere subordinato alla buona gestione dell'animale, ed alle corrette tecniche di addestramento e training, intanto iniziamo a verificare queste cose, poi possiamo discutere quanto volete sul vero concetto di falconeria su cui credo potremmo essere tutti daccordo, tranne nell'incentivare l'uso di animali di cattura.

stefano
11-06-2010, 12:13
intanto potremmo chiamare l'evento come solo Mercato gorizia 2010, poi devo dire che condivido, il post di g.luca.
buon volo

imonedas
11-06-2010, 18:18
Penso che tante polemiche non servono. Dispiace anche a me, come a tutti gli utenti del forum, quando vengono aquistati falchi come pet ma viviamo in un mondo di libero mercato. La fiera/mercato di Gorizia dà* comunque la possibilità* anche a chi di falchi ne capisce qualcosa di trovare comodamente quello che cerca. Spettacoli con volo di rapaci si fanno a tutte le manifestazioni di falconeria, inghilterra per esempio ugualmente a Luglio e sicuramente fatta da gente seria. Purtroppo con i soldi oggi si compra tutto da pulcini di aquila reale fino a coscienze, donne e tantaltro. Non faccio parte dell'UNCF ma condivido le sue posizioni sulla falconeria e la caccia.

Barone
13-06-2010, 10:44
La mia non è una polemica generalizzata sull'evento, e Giovanni sa benissimo dell'amicizia e della stima che ci lega. La mia è un'osservazione generale sulla gestione dell'evento, che contribuisce a rendere la falconeria un giochino accessibile a tutti quelli che semplicemente hanno i soldi per prendersi un animale.
Un evento così importante secondo me necessita di un regolamento che cerchi di tutelare gli animali venduti e l'arte.
Io faccio spettacoli,ed in tutta europa, anche grandissimi e stimatissimi allevatori, falconieri ed aquilieri fanno spettacoli ed hanno centri, il problema che secondo me c'è in Italia, è che si da la colpa agli spettacoli di questo degrado, mentre secondo me il degrado è solo il frutto della cattiva gestione dell'arte da parte di tutte le associazioni venatorie di falconeria, che non l'hanno saputa tutelare a modo.
L'UNCF che è stata ed è secondo me la piö importante associazione presente in Italia, non deve per nessun motivo fare errori del genere, e deve cercare di non solo proteggere, ma anche promuovere certi tipi di eventi, sempre con la lucidità* di analizzare e dare significato giusto alle cose, caso per caso.

imonedas
13-06-2010, 11:02
Il tuo punto di vista è condivisibile ma temo che sia impossibile regolamentare il mercato che specialmente oggi, ma da sempre penso, obbedisce ad un'unica regola: offerta/richiesta e disponibilità* di denaro. Qualche secolo fa era ben regolamentato il possesso dei rapaci ma oggi viviamo in società* democratiche, o forse no :wink: .

stefano
14-06-2010, 11:43
l'unfc nn è un organismo perfetto xchè è costituito da uomini e donne, che inevitabilmente seguono l'evolversi delle situazioni. nn serve andare a gorizia x comprare un rapace qualsiasi basta andare coi soldi in molti centri e compri quello che vuoi. gorizia forse è un occasione importante in italia e anche se nn è una mostra ma un semplice mercato credo che la maggior parte delle persone che comprano li sa cosa e come la vuole, magari ci vorrebbe maggior attenzione ai rapaci in vendita, nel senso che se ci vai al sabato mattina puoi scegliere e velocemente comprare se ci vai la domenica trovi gli scarti e poco piö. gorizia è sicuramente un punto d'osservazione importante del quale nn ne farei a meno. magari chi compra dovrebbe essere registrato o in qualche maniera conosciuto, identificabile con un cartellino "compratore", se poi uno compra o meno nn importa, ma che sia persona conosciuta o accompagnata da uno conosciuto, così da evitare che a gorizia nn si vada li a comprare un ibrido di imperiale x relae da mettere in voliera a casa.......
buon volo

Tanax
14-06-2010, 12:07
Ciao Barone,
io sono stato tra i fondatori dell'UNCF nonchè segretario nazionale per i primi anni e lo statuto l'ho redatto personalmente insieme al consiglio direttivo di allora.
Ora da tempo sono uscito per vari motivi dalla vita politica della Falconeria italiana e quindi non voglio rispondere a nome di nessuno piö qualificato di me, ma "ai miei tempi" l'UNCF rappresentava i "cacciatori falconieri" essendo una settoriale della Federcaccia, non tutti gli altri possessori di rapaci, che legittimamente hanno il diritto di fare e pensare cio che vogliono.
Comunque alle manifestazioni Federcaccia ci sono sempre state rappresentazioni di volo e alcuni falconieri professionisti storici erano membri dell'UNCF e rivestivano anche cariche regionali.
Se qualche dirigente esprime un giudizio personale negativo verso qualche cosa, questo non credo possa essere utilizzato per giudicare tutta la settoriale.
Se poi qualcuno non concorda con le linee guida dello statuto di qualsiasi associazione, nessuno gli impedisce di uscirne.
Io personalmente sono convinto, e l'ho già* detto piö volte, che la Falconeria ci rimetta sia con l'utilizzo dei falchi per le esibizioni di piazza, che con un mercato senza regole che facilita la vendita dei rapaci a chiunque per scopi che non siano il loro utilizzo al volo di caccia.
Ma se la legge lo consente, nessuno puo impedirlo.
Salutoni.
Amedeo.

toscano1
14-06-2010, 15:17
Amedeo, ai tuoi tempi l'UNCF rappresentava i cacciatori falconieri, idem adesso !!

io non c'ero quando è stata costituita, ero "defilato" da tutto e tutti, ma attivissimo con astori e sparvieri come non mai, molto piö di adesso :wink:

vedete, anche quando vengono svolte le fiere e sagre paesane di qualsiasi natura, ci son sempre banchetti che vendono uccelli di qualsiasi razza, cagnolini, conigli, galline, criceti, chinchilla, cani delle praterie e quant'altro e nessuno, almeno qui, si scandalizza !! quì ci scandalizziamo per i rapaci, come se fossero o facessero parte di un mondo a se !! quegli animali vengono venduti e son comprati da chicchessia..non diciamo che anche noi non lo abbiamo mai fatto !! o per il figlio o solo per un egoismo nostro !!
Orbene, finchè non ci sarà* una regolamentazione generale per la detenzione di qualsiasi animale sarà* sempre così !! tutti possono avere tutto !!
Ora a noi ci sta a cuore il benessere dei vari rapaci perchè sono la nostra passione, magari infischiandocene degli altri animaletti...

Il discorso del "cartellino di riconoscimento" prospettato da Stefano è piö una boiata che una cosa da prendersi sul serio...chi stasbilisce che io, te e tutti gli altri, sono idonei a detenere i rapaci? CHI? qualcuno del forum? il mio o tuo vicino di casa? l'anziano di turno? il "Maestro falconiere autoincensatosi"? ma dai
Allora , se deve essere come dici tu, visto che sta manifestazione è oragnizzata da UNCF, bisognerebbe che fosse a circolo chiuso, solo aperta ai soci UNCF e stop !! i soci son tutti conosciuti uno per uno, e sappiamo piö o meno vita morte miracoli !! Oppure, anche far pagare un bel biglietto d'ingresso, oppure accesso solo ad invito?

soprassediamo a trutto questo

io ho avuto modo di parlare con Barone, anche per sentire in viva voce cio che aveva voluto dire con il suo post...il chiarimento è avvenuto, nessun problema, nessuna polemica... tutto cio che è scaturito è dovuto ad un disguido, presto rientrato e risolto, nulla piö !!

Tanax
14-06-2010, 15:37
Sono contento che lo spirito sia rimasto intatto.
Ho sottilineato "ai miei tempi" per non dire cose di oggi che non conosco nei dettagli.

jery
14-06-2010, 15:48
"Amedeo, ai tuoi tempi l'UNCF rappresentava i cacciatori falconieri, idem adesso !!"

Bè, io Giovanni qualche dubbio ce l'ho, non lo nascondo su quasta tua affermazione, per il resto pero sono perfettamente d'accordo con te, a meno che non si regolamenti la vendita di qualsiasi tipo di animale, il che non sarebbe male!
comunque stanno verro, mi sono lasciato apposta la domenica libera

toscano1
14-06-2010, 17:26
Alessandro forse mi son spiegato male o ho detto male

volevo dire che in UNCF ci sono cacciatori falconieri, ovvero tutti con licenza di caccia e tessera federcaccia, salvo alcuni soci aspiranti ovvero che si sono avvicinati adesso alla falconeria e non hanno ancora la licenza di caccia, ed alcuni soci sostenitori ovvero che hanno licenza di caccia ma non la tessera federcaccia;

non volevo dire che UNCF rappresenta tutti i falconieri cacciatori d'italia perchè non è vero, mi sono espresso male

jery
14-06-2010, 22:43
No, tu ti sei espresso bene....
Quindi tutti i soci ed in particolare i rappresentanti di regione sono muniti di licenza e hanno cacciato almeno una volta con un falco una preda vera?
Allora sono io ad essere informato male.

toscano1
15-06-2010, 07:17
i presidenti di regione sono una cosa (tutti "licenziati") i rappresentanti o referenti di regione altra cosa !! il referente, lo dice la parola stessa, è una persona innanzi tutto che condivide le idee dell'associazione, che da informazioni ecc ecc e fa da apripista in quella regione ad eventuale nuova nascita di sezione..non è detto che debba avere licenza di caccia per dare dritte e quant'altro :)

ho già* capito a chi ti riferisci :wink:

mesca
15-06-2010, 07:46
la prima volta a gorizia,spero di trovare un sacco di falconieri,per fare due chiacchiere :)
poi tappa obbligatoria dal camerini ,punto di ritrovo nevralgico per i falconieri (anche se non sono un falconiere ,al camerini gli do noia lo stesso) :D
spero di divertirmi ed imparare molto 8)

jery
15-06-2010, 08:36
Non era per far polemica, era solo per sapere.... sai come la penso sulle associazioni.

stefano
15-06-2010, 11:39
so che il tesserino è una boiata, ma era tanto x scrivere che sarebbe bello che chi va a comprare rapaci se ne intendesse xlomeno un po', nn è la stessa cosa vendere rapaci con cites e/o canarini, nn è solo questione di passione ma di responsabilità* all'acquisto.
buon volo

noor1978
15-06-2010, 12:39
Quoto il discorso di Barone. Credo comunque che un'associazione dovrebbe fare comunque una presa di posizione, visto che in questo momento ci sono idee molto contrastanti su caccia-non caccia. Anche eventualmente sull'accettare entrambe la pratiche.
Il discorso degli apripista non mi piace, si torna all'idea di tesserare e pubblicizzare il piö possibile e alle vexata quaestio del marketing.

Io credo che chi venda un animale ha delle responsabilità nei confronti dell'animale, dell'acquirente, di chi vive vicino all'acquirente. Una volta in un'area cani i miei ragazzuoli hanno predato un cinerino, preso, ucciso e spartito. Se ci fossero stati entrambi i gruppi di cani, sarebbe sorta una lite assurda e feroce sulla preda. La colpa è sempre del macaco che ha venduto un cinerino ad un babbeo che ha lasciato la finestra aperta e pure mezzo tarpandogli le ali.
Questo solo per dire che anche l'animale piö "stupido" e "facile" e "innoquo" puo fare danni e finire male.

stefano
21-06-2010, 12:22
maremma zia, nn ci saro di sicuro a gorizia, so che molti si strapperanno le vesti e si cospargeranno il capo di cenere, ma impegni precedentemente presi mi impediranno la presenza, pianto e stridore di denti
buon volo

lanticovolo
21-06-2010, 14:18
Gianluca ha perfettamente ragione e in fondo ricalca molto bene quello che piu' volte ho espresso!!!!chi fa spettacoli se li fa zitto e rispettoso delle regole...chi caccia solo a volte critica gli alternativi e si sente un gradino sopra!!!!!quello che serve sono ...competenze per tutto il settore , che va dal volo , alla cacciata classica , alla detenzione ,alla rievocazione e in ultimo il recupero dei feriti...cmq quoto tutti quelli che fanno cio' che piu' amano con passione e senza frustrazioni!!

Lorenzom7
21-06-2010, 14:32
Anche io ci saro!!! :) premettendo che riscuoto il 20 ci spiffero tutto ahahahahah :P

stefano
22-06-2010, 11:51
hai cattive intenzioni allora, meglio se vai x comprare il sabato mattina appena aperto il castello.
buon volo

Lorenzom7
22-06-2010, 12:50
oook grazie stefano :) è la prima volta che ci vado anche perchè da firenze è un po lunghina :P ma chissene si vive una volta sola e si riscuote ogni mese hihihhihi :)

mesca
22-06-2010, 17:05
ste mi dispiace e non poco che non ci sia,porcacia la miseria ti volevo rompere le scatole per un po,
va bè lo stesso ,tanto ti trovo in giro,speriamo che non succeda nulla, ho già* preso le ferie :D

vinci55
28-06-2010, 12:20
quest'anno ci sono pure io e o intenzioni abbastanza malvagie :twisted:

Nihal
30-06-2010, 14:03
vedete, anche quando vengono svolte le fiere e sagre paesane di qualsiasi natura, ci son sempre banchetti che vendono uccelli di qualsiasi razza, cagnolini, conigli, galline, criceti, chinchilla, cani delle praterie e quant'altro e nessuno, almeno qui, si scandalizza !! quì ci scandalizziamo per i rapaci, come se fossero o facessero parte di un mondo a se !! quegli animali vengono venduti e son comprati da chicchessia..non diciamo che anche noi non lo abbiamo mai fatto !! o per il figlio o solo per un egoismo nostro !!
Orbene, finchè non ci sarà* una regolamentazione generale per la detenzione di qualsiasi animale sarà* sempre così !! tutti possono avere tutto !!
Ora a noi ci sta a cuore il benessere dei vari rapaci perchè sono la nostra passione, magari infischiandocene degli altri animaletti...

Condivido pienamente il discorso sulla vendita degli animali...pensate ke alla sagra del mio paese, un paesetto di campagna, è possibile comprare rettili, iguane, diavoli delle montagne...animali che qui non si sarebbero mai visti nè dovuti vedere, x quanto faccia piacere vederli xkè anke a me personalmente piacciono...ma non è possibile ke uno vada alla sagra, e si compri costa, polenta e un'iguana, o un rapace!! dai, sono esseri viventi, non soprammobili...e non sono nè cani nè gatti (ke cmq meritano lo stesso rispetto)...vanno tutelati!!!

vinci55
30-06-2010, 22:22
quest'anno ci sono pure io e o intenzioni abbast malvanzaagie :twisted:
ragazzi alla mostra vorrei conoscere qualquno di voi ma non so come riconoscervi :cry:

vinci55
30-06-2010, 22:25
oook grazie stefano :) è la prima volta che ci vado anche perchè da firenze è un po lunghina :P ma chissene si vive una volta sola e si riscuote ogni mese hihihhihi :)
pensa io da napoli 8 ore di macchina nooooo e una tortura pero verro :D :cry: :cry: :cry:

melk
23-07-2010, 15:09
Guardate un po
http://www.centopercentoanimalisti.com/ ... 41593.html (http://www.centopercentoanimalisti.com/phpBB2/gorizia-blitz-contro-le-giornate-della-falconeria-vt41593.html)

Tanax
23-07-2010, 15:33
Guardate un po
http://www.centopercentoanimalisti.com/ ... 41593.html (http://www.centopercentoanimalisti.com/phpBB2/gorizia-blitz-contro-le-giornate-della-falconeria-vt41593.html)

Sono poche piccole persone con tanti grandi problemi personali.
:cry:

Fulmine
23-07-2010, 15:39
Che abbiano tanti e grossi problemi personali non c'è dubbio! :lol:
Va beh ragazzi che ci volete fare...basta lasciarli parlare, anceh se devo dire che questi 100% animalisti sono piö che altro terroristi come spesso si puo vedere in alcuni loro video.
L'anno scorso al palio di Legnano furono fermati dalla polizia poichè nel bagagliaio di una macchina avevano mazze, bastoni, caschi ecc ecc
si ma chiaramente lo sono pacifisti... dimostrano il loro disappunto con l'amore.... che esseri...

onlythebestone
23-07-2010, 15:44
Guardate un po
http://www.centopercentoanimalisti.com/ ... 41593.html (http://www.centopercentoanimalisti.com/phpBB2/gorizia-blitz-contro-le-giornate-della-falconeria-vt41593.html)

Quanta Ignoranza :!:

lanticovolo
23-07-2010, 16:04
Se tutto si svolge nei limiti della legalita' nn c'e' da temere niente!!!cmq , informare e' la cosa piu' importante!! :) grazie a alcuni falconieri si ridona la liberta' a nimali recuperati ecurati nei centri di recupero!!! :)

vitaliano
23-07-2010, 16:10
[quote="Fulmine"]Che abbiano tanti e grossi problemi personali non c'è dubbio! :lol:
Va beh ragazzi che ci volete fare...basta lasciarli parlare, anceh se devo dire che questi 100% animalisti sono piö che altro terroristi come spesso si puo vedere in alcuni loro video.

di tutta l'erba un fascio!!
le accuse di terrorismo verso tanti andrebbero motivate non con dei video!
è un accusa assai grave
i problemi personali li hanno tutti o tu sei esente??

TYGER
23-07-2010, 16:11
Quest' anno verro' anche io per la prima volta, ci vediamo lassu' sabato e domenica :) :!:

Claudio

Fulmine
23-07-2010, 16:26
Che abbiano tanti e grossi problemi personali non c'è dubbio! :lol:
Va beh ragazzi che ci volete fare...basta lasciarli parlare, anceh se devo dire che questi 100% animalisti sono piö che altro terroristi come spesso si puo vedere in alcuni loro video.

di tutta l'erba un fascio!!
le accuse di terrorismo verso tanti andrebbero motivate non con dei video!
è un accusa assai grave
i problemi personali li hanno tutti o tu sei esente??

E poi sono io quello che istiga...in ogni post che scrivo sei sempre li a fare le pulci che rottura...
Cmq ti riporto un po' quello che hanno fatto 100%animalisti non altri animalisti, e vediamo di capirci al volo...
Distruzione di vetrine di un macellaio, taglio gomme e atti di vandalismo vario a furgoni di macellai, minacce di morte a cacciatori ecc ecc basta che leggi il loro sito dove se ne vantano pure poi basta leggere i giornali e vedere anche i loro video in giro per internet.
Per non parlare appunto di tutta l'attrezzatura atta a offendere trovata nelle loro auto non solo al palio di Legnano.
Chiudo xchè vedo che ami l'off-topic
Nessuno è esente da problemi ma ovviamente c'è chi ne ha piö di altri.

vitaliano
23-07-2010, 16:50
Chiudo xchè vedo che ami l'off-topic
Nessuno è esente da problemi ma ovviamente c'è chi ne ha piö di altri.[/quote]

Amo l'off-topic???
ma scusa io ho solo commentato un tuo post, se qualcuno è andato off-topic sei tu e mio malgrado ti son venuto dietro solo per dirti che l'accusa di terrorismo è gravissima non ergerti da giudice e giuria!
sull'ultima frase nulla da replicare

davidepioltelli
23-07-2010, 17:21
Fulmine e vitaliano.... adesso vi banno :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

onlythebestone
23-07-2010, 17:27
solo per dirti che l'accusa di terrorismo è gravissima non ergerti da giudice e giuria!
sull'ultima frase nulla da replicare


di " accuse gravi " su un paese di 200 millioni di abitanti ne sento quasi ogni giorno. :wink:

ps. sono originario del Pakistan.

Fulmine
23-07-2010, 17:40
"Il TERRORISMO è una forma di lotta politica che consiste in una successione di azioni clamorose, violente e premeditate come attentati, omicidi, stragi, sequestri, sabotaggi, ai danni di enti quali nazioni, governi, gruppi etnici o fedi religiose"

Preso da wikipedia ed è la stessa frase scritta sul vocabolario Garzanti 2006 così almeno ti cito le fonti e sei tranquillo.

Quindi si deduce che i signori citati nei post precedenti compioni azioni clamorose, violente e premeditate quali anche sabotaggi, ai danni di enti o gruppi (in questo caso falconieri, macellai ecc).
La parola non è stata usata a sproposito.
Saluti!

wapity
23-07-2010, 17:49
sinceramente incomincio ad innervosirmi..............Hai commentato, vitaliano????? sembri uno dei miei figli, vogliono avere sempre l'ultima parola; ma almeno il piu grande ha 10 anni.

e penso che nache gli altri utenti del forum non possa interessare men che meno questi punzecchiamenti che non portano a nulla.


adesso basta !!

P.S. ho gia detto, che se avete probblemi cercate di risolverveli in PM.

Nihal
23-07-2010, 19:52
...mi fa tristezza vedere quell'articolo di 100% animalisti...dico la verità*, anke a me qualche volta piaceva autodefinirmi animalista, ma non fraintendetemi, io parlo di ben altre cose...parlo del trasporto inumano di bovini cavalli e altri animali da macello...parlo degli allevamenti abusivi di animali da pelliccia, dove gli animali vengono bastonati e scuoiati vivi, ke poi xkè vivi?? basterebbe un piccolo pezzetto di piombo fra gli occhi (scusate la brutta innagine ma è così) e nel giro di un paio di secondi sarebbero morti e non soffrirebbero... :evil:
Io in questo mi ritengo animalista...nel senso che se potessi andrei in quegli allevamenti (prevalentemente in cina) e li ammazzerei col bazuka!!! :evil:
Quelli bisogna fermare!!! Ke poi se avete visto hanno le foto dei loro animali domestici sui profili...e allora??? se ce li hanno loro va bene e se li hanno gli altri no??? Ve lo dico cosa sono i veri maltrattamenti: in un maneggio dove fortunatamente sono andata una volta sola, diversi cavalli sono morti xkè li doppavano anche solo x l'allenamento...cavalli in overdose!! tanto x fare bella figura!! :evil:
Xkè non se la prendono con quelli... e poi "danno ai falchi piccioni vivi"...xkè in natura cosa mangiano?? la caccia col falco è quanto di piö naturale ci sia! e i gatti non prendono topi e uccellini pur essendo domestici? mi auguro ke non li facciano diventare vegetariani........
...se la prendono con noi x mettersi apposto la coscienza...quando non sanno quanto amore e dedizione e rispetto c'è dietro questa arte............... e qui quoto Onlythebestone: quanta ignotanza :!:

dddnnn
23-07-2010, 20:13
.."basterebbe un piccolo pezzetto di piombo fra gli occhi (scusate la brutta innagine ma è così) e nel giro di un paio di secondi sarebbero morti e non soffrirebbero."..

..azzarola Elisa .. se con pezzo di piombo fra gli occhi .. intendi sparare in testa ad un ermellino.. altro che paio di secondi e muore,.. in un istante la bestioletta esplode in 1000 pezzi.. :lol: :lol: :lol: ,.. piö che la pelliccia poi ci fai un mosaico di colore rosso.. :lol: :lol: .

Lasciando stare Elisa che distrugge gli ermellini a fucilate e tornando al topic..

.. domani faccio un salto a Gorizia.. piö che altro per rivedere qualche amico .. :)


saluti, Dom.

lanticovolo
24-07-2010, 10:40
Io a Gorizia nn vengo perche' sono impegnato...ma.....chi si proclama nimalista e distrugge gli esseri umani poi diviene di colpo un estremista per altro!!!cosa si deve fare se qualcuno ama i gesti eclatanti di protesta???purtroppo nn ci sono abbastanza leggi che tutelano gli uomini e troppo estremismo per il mondo animale...Ghandi con la sua non violenza riusci' a debellare il dominio inglese in una nazione come l'India!!!!!credo che chi spacca, picchia , insulta nel nome di un ideale debba poi riflettere su i grandi personaggi storici che hanno ottenuto tanto senza usare violenza!!!!quella degli animalisti e' una battiaglia pere certi aspetti giusta finche' , i loro gruppi nn divengono centro di raccolta di personaggi con dei problemi relazionali col mondo umano..allora li' si sfora e si perde la bussola!!!!!! :cry:

MARIO65
24-07-2010, 11:32
:D Ciao sono riuscito a liberarmi x domani ... cosi ci saro anche io a Gorizia ... spero di incontrare qualcuno di voi. Ciao a domani

lupinIII
24-07-2010, 13:50
Ciao a tutti, purtroppo io non ci saro quest'anno perchè mi è venuta la labirintite :cry: e sono costretto a starmene in casa e fare i conti con la stanza che mi gira tutta intorno. Ciao da Emiliano Irene Margot. :wink:

jery
24-07-2010, 13:51
Noi verremo sö domani....toccata e fuga!!

PS: tanti anni fà , ero a caccia con mio nonno e mio zio, c'era anche mio cugino che all'epoca aveva 8 o 9 anni.
E' passata una macchina di questi animalisti e correndo sulla strada sterrata per dissuadere i cacciatori, hanno preso mio cugino con lo specchietto retrovisore provocandogli un bel trauma.
La strada era chiusa in fondo e quando sono ripassati per tornare indietro si sono imbattuti con mio nonno che stava al centro della strada con il fucile spianato, uno di loro e sceso dall'auto con fare straffottente e si è beccato una fucilata che lo ha gambizzato a vita QUELLO NON ROMPERA' PIU' I COGLIONI!!!!!
Mio nonno morì anni dopo a processo non ancora finito.
Forse mio nonno è stato un po eccessivo, ma se fai queste cose, queste possono essere le conseguenze...........................

als
24-07-2010, 15:36
anche per noi questa volta niente gorizia ma c'è chi sta lavorando per me :D :D

Su gli animalisti, quegli animalisti, ho poco da dire... veramente troppa ignoranza.
Vorrei essere una mosca per vedere come si comportano con quei poveri animali che passano nelle loro mani... anzi meglio di no altrimenti mi annientano con qualche insetticida.
Dio li perdoni.
amen

Nihal
24-07-2010, 19:32
Lasciando stare Elisa che distrugge gli ermellini a fucilate e tornando al topic..



Dai era un modo di dire! :) non so come si fa con gli ermellini...ke ne so!! :lol: ma basta andare su youtube e vedi di quei video mostruosi...inguardabili...atroci.........
...e poi vedono uno col giovane falco che si dibatte sul pugno e allora il falconiere è un mostro.......
.....ke venissero con me a togliere le trappole dei bracconieri nei boschi, dove le bestie prima di morire soffrono anke x giorni......................pagliacci............. ......... :(

wapity
24-07-2010, 20:06
ragazzi raccontate come è andata !!
ciao Jago

mesca
25-07-2010, 14:55
sono stato a gorizia sabato mattina e sono rimasto un po deluso, :(
premetto che era la prima volta, e non sapevo cosa avrei trovato :?
escludendo toscano che è sempre staordinario, con le sue battute ed il suo modo di fare :)
per il resto non sono rimasto contento,forse perchè tutti tirano a fare ciccia,e non gli importa una sebola nulla del cliente,ma va bene lo stesso, io la mia spesuccia me la sono fatta ugualmente :)

RYOSAEBA
25-07-2010, 18:52
ma questo l'avete visto su 100%animalisti? il giornale del friuli scrive :
http://www.ilgiornaledelfriuli.net/go/1 ... i-gorizia/ (http://www.ilgiornaledelfriuli.net/go/100-animalisti-annunciano-blitz-contro-le-giornate-di-falconeria-di-gorizia/)

domenico
25-07-2010, 22:24
io la mia spesuccia me la sono fatta ugualmente :)

Mesca che hai comprato??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Rok71
25-07-2010, 22:28
ma questo l'avete visto su 100%animalisti? il giornale del friuli scrive :
http://www.ilgiornaledelfriuli.net/go/1 ... i-gorizia/ (http://www.ilgiornaledelfriuli.net/go/100-animalisti-annunciano-blitz-contro-le-giornate-di-falconeria-di-gorizia/)
:( :( .. poverini...sono veramente dei poveretti di spirito :!:
Io dovevo esserci, ma purtroppo urgenze familiari me lo hanno impedito...ma qualche foto c'è da poter vedere...magari non foto di striscioni di m...a :x
Ciao
Rocco

lanticovolo
26-07-2010, 10:13
Io Ale nn approvo la violenza a 360 gradi..specialmente quella delle armi da fuoco!!!!avrei chiamato le autorita' e avrei cercato un processo che poteva risolvere in modo civile e con l'immagine di un animalista che altro nn era che un disadattato nella societa'!!nn dimentichiamoci che tutti gli atti estremi portano a una estremizzazione, nel mondo animale e in quello umano-animale!!!!nel mio piccolo io , sto cercando di colloquiaare con qualche estremista e vi diro'...sto ottenendo dei buoni risultati!!!alcuni stanno osservando che alcune posizioni sono nettamente sbagliate!!

jery
26-07-2010, 12:43
Noi come gia anticipato, abbiamo fatto toccata e fuga!
secondo me quest'anno cerano meno espositori, conunque appena arrivati c'era già* l'allevatore a cui avevamo ordinato il pell. che ci aspettava fuori.
6 settimane di acking e niente imprinting....vediamo com'è.
Poi comunque dentro ho preso un allocco da caccia, 2 scozzesi (a detta dell'allevatore.... :wink: )da giochi e un necrofago da riporto!
ho incontrato parecchi amici pero

noor1978
26-07-2010, 13:32
Io ho precettato il minifalconiere per ritirare biglietti da visita e similari, facciamolo subito lavorare! :lol:
C'era davvero poca roba, pochi espositori piö che pochi animali. Splendido uno stand di un signore che faceva pelletteria a mano.
Comunque l'avvoltoio si chiama Gugliemo.... :-P

Tanax
26-07-2010, 13:46
Mi hanno riferito che Giovanni ha goduto un casino dell'acquazzone di domenica sera!!! :wink:
O Tosco, guarda che a smadonnare si va all'inferno!!! :twisted: :lol: :lol: :lol:
Ci vediamo lì !! :)
Amedeo.

26-07-2010, 14:18
sono andato solo domenica mattina a ritirare un barba e soprattutto per salutare qualche amico...mi spiace solo di aver potuto rimanere poco,causa lavoro,e quindi di non essermi potuto trattenere a parlare....Jery adesso aspetto di veder volare Guglielmo :) :) :)

toscano1
26-07-2010, 14:38
Mi hanno riferito che Giovanni ha goduto un casino dell'acquazzone di domenica sera!!! :wink:
O Tosco, guarda che a smadonnare si va all'inferno!!! :twisted: :lol: :lol: :lol:
Ci vediamo lì !! :)
Amedeo.

maremma maiala
gazebo volato via
corse da formula1 per cercare di coprire tutto con il telo cerato

doccia gratis, camicia e pantaloni non piö bisognosi di intervento della lavanderia

cosa si vuole di piö dalla vita?

Amedeo, ci troviamo laggiö...spero pero il piö tardi che mai, non ho tanta voglia di rivedere la tua faccia !! :twisted:

Tanax
26-07-2010, 15:02
Mi hanno riferito che Giovanni ha goduto un casino dell'acquazzone di domenica sera!!! :wink:
O Tosco, guarda che a smadonnare si va all'inferno!!! :twisted: :lol: :lol: :lol:
Ci vediamo lì !! :)
Amedeo.

maremma maiala
gazebo volato via
corse da formula1 per cercare di coprire tutto con il telo cerato

doccia gratis, camicia e pantaloni non piö bisognosi di intervento della lavanderia

cosa si vuole di piö dalla vita?

Amedeo, ci troviamo laggiö...spero pero il piö tardi che mai, non ho tanta voglia di rivedere la tua faccia !! :twisted:

Ma come? con tutte le volte che ci siamo incontrati con "gli uccelli in mano"... mi tratti così... :( :( :(
:lol: :lol: :lol:

melk
26-07-2010, 15:12
Se non gli compravo un po di roba io al Toscano, va a finire che si metteva a piangere. :)

digitalboy
26-07-2010, 15:29
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

TYGER
26-07-2010, 16:04
Perche' anche domenica ha piovuto?
Io ho visto l' acquazzone di sabato pomeriggio e domenica fino alle 13.30 che eravamo (con Dom) la' era bello.

Comunque ho visto pochi falchi, il sabato qualcuno in piu' ma immaginavo di vedere piu' falchi;
pero' ho rivisto con piacere tanti amici e conoscenti e conosciuti dei nuovi falconieri.

Ciao
Claudio

digitalboy
26-07-2010, 16:12
Si lo dicono un po' Tutti , pochi rapaci.....

E pensare che il tosco mi aveva invitato,e volevo venire a tutti i costi...... :cry: :cry: :cry:

noor1978
26-07-2010, 16:30
Insomma, mi sa che gli acquisti maggiori erano già* stati fatti...domenica quando siamo andati via c'era qualche bel nuvolone che minacciava, ma non credevo che mantenesse così bene!
Noi abbiamo rivisto con piacere persone nordiche che non vedevamo da mesi, e pure inaspettate...meglio di così!
Oggi l'allocco emile ha già* mangiato al pugno, il suo collega collorosso starnazzava per il giardino...buffi.
REARTö: Gugliemo ha ancora il piumino qua e là* e "solo" qualche metro di apertura alare :lol: deve ancora crescere un po' e poi farà* i suoi bei voletti...oggi col vento si barcamenava benino sul pugno, anche se un po' preoccupato riguardo all'uso delle ali.

domenico
26-07-2010, 16:59
Gugliemo ha ancora il piumino qua e là* e "solo" qualche metro di apertura alare


Chi è Guglielmo?

jery
26-07-2010, 17:12
Guglielmo?

è il nuovo mangiacarogne............

Cristin
26-07-2010, 17:26
Coraggio....chi c'era metta le foto e faccia commenti, non solo sul mercato ma anche sulle manifestazioni (positivi e negativi).
Grazie

mesca
26-07-2010, 17:33
si domenico ho fatto la spesa da camerini, anzi ora che ci penzo devo ordinargli altra roba che mi sono dimenticato. :? :)
poi ho avuto una dritta da un grande falconiere,un falconiere con gli attributi,per un animaletto ,che aveva per me, un piccolo problema,(non essendo un esperto)ma per chi lo aveva acquistato, era un problema serio, e riconsegnato all'allevatore ,io ne ho approfittato 8)
così sono tornato a casa con la belva per mio figlio .
io invece aspetto :)

noor1978
26-07-2010, 17:47
Mesca, non dirmi che sei tornato a casa con una di quelle civette delle nevi o cos'erano che c'erano su uno dei primi banchetti....quelle che stavano mooolto ferme e non avrebbero mai volato... :twisted:

toscano1
26-07-2010, 17:51
Per la cronaca

l'acquazzone c'è stato il sabato pom verso le 16-16.30

la domenica tutto ok, o almeno, non quando c'ero io..sono partito verso le 17.30, dopo non so

mesca
26-07-2010, 18:13
assolutamente no ,i notturni non sono la mia passione, :oops:
ho acquistato un harris ad un buon prezzo ,ediventerà* di mio figlio, che adora questo tipo di rapace :)
spero di riuscire ad addestrarlo per la caccia,almeno ci provero 8)

noor1978
26-07-2010, 20:32
Scherzavo, c'erano dei pelouche di non-so-cosa, ho visto solo che erano delle palle bianche, visti "di spalle".
Io ho visto un papà* con un ragazzo che prendeva un harris di Jan sul guanto, eri tu???

mesca
27-07-2010, 17:09
non ci sono problemi ,ma non ero io il papà* che aveva un harris sul guanto.
sicuramente mi avresti riconosciuto ,ho la foto nel mio profilo ,assomiglio ad un mappez,ed ero con alessiog,e preso l'animale nel suo trasportino siamo andati via(avevamo finito i soldi :cry: )

noor1978
28-07-2010, 01:39
Hhahahahah!!! Mo mi porto dietro il tuo avatar e lo uso come foto segnaletica... :-P :-P

Non conosco di faccia in pratica nessuno del forum, alessiog potrebbe passarmi sotto il nasone senza capire chi è...credo di aver visto una volta sanremo, e alessandro-jery ha salutato melk a gorizia, ma da qui a riconoscerli una seconda volta, ne passa...

Dai,dai, vai con le foto!

sanremo61
28-07-2010, 09:26
assolutamente no ,i notturni non sono la mia passione, :oops:
ho acquistato un harris ad un buon prezzo ,ediventerà* di mio figlio, che adora questo tipo di rapace :)
spero di riuscire ad addestrarlo per la caccia,almeno ci provero 8)

Mesca se hai preso l'harris, consegnato all'allevatore x il problema allo sperone, nn lo farai mai cacciare come si deve, quell'animale ha fatto una radiografia allo sprerone, ed è risultato rotto in 2 parti, il dott, luca stocchi, ha detto che assolutamente nn ci si poteva mettere le mani, a mio avviso 300 euro buttati (x gli accipiter lo sperone è tutto):wink:

toscano1
28-07-2010, 10:16
infatti, te lo dovevano regalare!!! avrebbero fatto miglior figura !! :evil: :evil:

fra
28-07-2010, 10:28
assolutamente no ,i notturni non sono la mia passione, :oops:
ho acquistato un harris ad un buon prezzo ,ediventerà* di mio figlio, che adora questo tipo di rapace :)
spero di riuscire ad addestrarlo per la caccia,almeno ci provero 8)

Mesca se hai preso l'harris, consegnato all'allevatore x il problema allo sperone, nn lo farai mai cacciare come si deve, quell'animale ha fatto una radiografia allo sprerone, ed è risultato rotto in 2 parti, il dott, luca stocchi, ha detto che assolutamente nn ci si poteva mettere le mani, a mio avviso 300 euro buttati (x gli accipiter lo sperone è tutto):wink:



+purtroppo gli ho detto la stessa cosa Mi dispiace per questa scelta io non l'avrei preso nemmeno da regalo.
Il costo iniziale del falco è in assoluto la cosa di minor importanza.L'anno scorso un falconiere storico mi voleva regalare il suo harris,bell'animale in perfetta salute.Non ho accettato perche non ero in condizione di volarlo al meglio per questione di tempo.
Per fare un falco da caccia ci vuole tanto tempo e tanto impegno (e soldi).
Che senso ha risparmiare sull' acquisto del falco?
Comunque niente di irrisolvibile,basta comperarne anche un altro :wink:

noor1978
28-07-2010, 12:07
Oddio, noi qui facciamo il recupero rapaci sfigati spesso e volentieri, e spesso i pennuti che ha avuto jery/alessandro avevano anche difetti fisici, ma credo che chi li ha visti volare e cacciare non possa dire che fossero dei pessimi acquisti.
Forse un handicap ti farà* "sbattere" ancora di piö, ma ti insegnerà* altre cose, e comunque non è detto che infici la sua resa.

lanticovolo
28-07-2010, 13:20
Ma..sarebbero da vedere le rx!!!!!magari nn si riparerra' ad ok!!!!! :lol: ma per tutto il retso credo vada bene...magari nn ci farai prede grosse ma quaglie e altri credo si!!!300 euro per me sono giuste..

sanremo61
28-07-2010, 15:08
Ma..sarebbero da vedere le rx!!!!!magari nn si riparerra' ad ok!!!!! :lol: ma per tutto il retso credo vada bene...magari nn ci farai prede grosse ma quaglie e altri credo si!!!300 euro per me sono giuste..

Scusate ma se nn mi posso permettere di spendere 500 euro x un falco, nn lo compro, e se proprio lo voglio nn sto a guardare 100 euro di differenza.
quell'Harris, l'ho ritirato io da fiumicino, vi garantisco che ha lo sperone ke va x fatti suoi, ed è impossibile ke caccerà* bene.
X l'antico volo, parere personale 300 euro buttati, visto che con 4-500 lo prendi sano

noor1978
28-07-2010, 15:18
Qualcuno ha già* avuto un animale con questo problema?

demmy78
28-07-2010, 15:48
Io ho visto una femmina di harris volata su una lepre che saltando impazzita le ha spezzato lo sperone,secondo me indice forse di una dieta di scarsa qualita' mentre era nidiacea.Conclusione:e' finita a fare dimostrazioni,non aveva piu' il coraggio di stringere pero' li c'era anche di mezzo la sua brutta esperienza a caccia.

noor1978
28-07-2010, 16:30
Magari a perderci un po' di tempo ci tornava pure....ci sono animali terrorizzati anche solo dal logoro, dopo un paio di "belle" tranvate, ma con tempo e pazienza si risolve.
Io intendo comunque se qualcuno ha mai visto un pennuto con un handicap alle zampe avere problemi a caccia.

mesca
28-07-2010, 16:31
non sono i soldi caro eugenio il problema, :) io ero andato a gorizia solo per acquistare da camerini (come ho fatto, e giovanni puo testimoniare )dell'atrezzatura :D ,poi dato che sapevo di questo animale sono andato ad informarmi tutto qui :o .
per quanto riguarda l'harris è di mio figlio ,lo stà* lavorando lui ,se caccerà* bene se non caccecà* mangera ad ufo ,io sono contento lo stesso,è un animale splendido :) .
per quanto riguarda me, ho sempre in mente la coda rossa, e non costa 300 euro, se poi la trovi a questo prezzo chiamami :D ,un salutone a tutti :D

lanticovolo
28-07-2010, 16:40
Caro mesca ti quoto in pieno...tutta sta caccia che si fa!!!per un paio di fagiani da pollaio e due volantine il week end sta' avedere che chiamimao il sultano del barein :lol: :lol: io ho curato ...curato...un harris con un serio problema tendineo che nn riusciva a distendere lo sperone!!!!non stringeva con quella di zampa ma l'altra era a posto e di sicuro non era cosi handicappato!!!! 8) ovviaaaaaaaa come dice il toscano...nn facciamo i sofisticati..poi , 300 euro vanno benissimo per un animale che altrimenti che fine avrebbe fatto? :cry:

mesca
28-07-2010, 18:15
si ma tanto a caccia vado lo stesso,male male prendero una femmina e gli farà* da spalla,sicuramente verrà* sö un grande animale :D
non vi preoccupate adesso lo risistemiamo, :D e se sono fortunato a novembre vi posto le foto delle cacciate :mrgreen:
almeno lo spero :?

toscano1
28-07-2010, 18:28
ad esser sincero, se e quando compro un rapace qualsiasi, lo voglio (vorrei) perfetto, anche se le inculate sono sempre dietro l'angolo !! (vedasi la morte x aspergillosi della mia ultima astore appena dopo 15 gg dal ritiro!!)
prendere pero un soggetto già* con handicapp conosciuto in partenza non sarebbe nella mia filosofia..poi dipende dal fine che uno vuol farci...pur facendo drizzare i pochi capelli rimasti di lanticovolo :wink: io i rapaci li uso esclusivamente per la caccia o predazione che dir si voglia (sia "seria" sia della "domenica"), e raccattare un astore e/o harris con serio problema proprio alla "chiave", beh, è da scartare a priori !!
che l'allevatore faccia egli stesso da "crocerossina" ai propri animali "di scarto"...300 euro, per così com'è, è, credetemi, un lauto ed un inaspettato guadagno piovuto dal cielo per il venditore !!!

dddnnn
28-07-2010, 19:00
Bhe.. il buon Mesca, in fondo, ha preso l'harris per il figlio... e per fare "le ossa" ad un ragazzino va piö che bene :) .
Quel che conta è che il giovanotto sia contento.. :) .. a lui poco importa della funzionalità di quel dito .. :) .. per la caccia eventualmente si impiegherà un altro falco (quello del papà .. :) )

In bocca al lupo Mesca.



Dom.

PS: Mesca, la coda rossa in Italia (a meno che non vivi in un ambiente che per vegetazione e prede sia particolarmente adatto), non ha molte possibilità di cattura,.. vai a vedere qualcuno che vola astori,.. come direbbe un noto cronista di motociclismo,.. quei ragazzi fanno un altro mestiere.. :wink: .

noor1978
28-07-2010, 21:27
Io credo che possa già* ringraziare il Cielo di avere un pennuto in casa, io ho dovuto aspettare 30 anni per avere un pelle.
Poi, quando domanda e offerta coincidono, tutti sono contenti. Poi non si tratta di fare i crocerossini, ma solo di quali sono i propri interessi, tempi, spazi e così via.

andrea
28-07-2010, 21:59
Vorrei dire la mia in merito all Harris di Mesca in quanto il falco è di un mio amico il quale lo ha acquistato solo per cacciare in riserva.
Per lui è il primo falco..forse qualcuno si ricorda l emozione del primo...e pagato il doppio di quello che ha pagato Mesca
Tirato fuori dal trasportino abbiamo notato un pollice gonfio... corsa da Roma ad Arezzo fatta la radiografia è risultato un pollice rotto alla terza falange con possibili conseguenze di bla bla e ecc ecc.Forse operando e infibulando si poteva recuperare e bla bla e ecc ecc.
Detto cio vorrei dire che do completamente ragione ad Eugenio quando dice che un falco senza dito (specie il pollice)non è al 100x100 nella caccia.Se madre natura gli ha fatto i pollici a sti falchi a qualcosa serviranno no Gianluca tu che dici..e poi io non acquisto un auto nuova senza sportelli o senza ruote.Comunque un bravo a Mesca vorrei dirlo perchè si è preso il suo bel falco strappandolo a una fine incerta...(non so cosa ne avrebbe fatto l allevatore se non lo avesse venduto)Ci farà* esperienza, l animale sarà* trattato come un re e se caccia bene senno pace.....per il falco speriamo che il signore lo guardi facendogli sviluppare una nuova articolazione e bla bla ...Concludo dicendo che Toscano ha ragione quando dice che da un allevatore si pretende il massimo in serietà* e professionalità* (in fondo i soldi pagati tanti o pochi che siano non presentano fratture alcune) ma mi accorgo che per la grande maggioranza degli allevatori l importante è far grandi e vendere falchi a basso costo quindi niente quaglie e piccioni ma vai con i pulcini che non avendo ossa ma solo cartilagine fanno si che i pullus crescano con penne e ossa fragili.

mesca
28-07-2010, 22:32
ora non voglio rizzare casini con nessuno, :) ma guardiamo come si sviluppano le cose, :| e poi tiriamo le somme :wink: parlare ora, credo nella mia ignoranza (che è tanta) crei solo confusione, e probabilmente contrasti inutili. :evil:
vi avrei fatto vedere gli occhi grigi di mio figlio come brillavano di gioia, :-P e come guardi il suo harris ininterrottamente ogni ora del giorno. :D
35 anni fà* mio padre mi regalo un setter bianco-arancio, :o oggi ricordo quel momento come se fosse ora, :) spero che per mio figlio sia la stessa cosa,poi se ci và* a caccia il babbo cosa importa 8) e sè invece di 5 fagiani ne prende 3, avrà* sempregozzo pieno 8)

vitaliano
28-07-2010, 22:48
hai assolutamente ragione mesca gli occhi del figliolo non hanno prezzo per l resto c'è master card!
complimenti! per me hai ragine e in piu hai fatto una cosa buona!

noor1978
28-07-2010, 23:30
Divertitevi con l'harris col pollice fonfo, come noi ci divertiamo col gufo mezzo cieco et similia. 8) :wink:

digitalboy
29-07-2010, 07:51
hai assolutamente ragione mesca gli occhi del figliolo non hanno prezzo per l resto c'è master card!
complimenti! per me hai ragine e in piu hai fatto una cosa buona!

QUOTO.

digitalboy
29-07-2010, 07:53
Noor posteresti una foto del tuo gufo?
Mi piacerebbe vederlo... :D

toscano1
29-07-2010, 08:10
se parliamo dal lato "affettivo" per accontentare il figlio dagli occhi gonfi di desiderio ecc ecc allora non ci piove sopra, hai fatto piö che bene, chapeau !!! ma dall'altro lato, leggendo i vari commenti e risposte di altri, mi sembra che qui quasi quasi si giustifichi e si "inneggi" agli acquisti a prezzo scontato e con palesi difetti degli uccelli, basta che sia un uccello da portarsi a casa !!
vabbè, ognuno faccia come vuole e faccia il proprio cammino seguendo la propria strada ed il proprio istinto perchè quel che fa, per lui, sicuramente è fatto bene...

sanremo61
29-07-2010, 08:30
ora non voglio rizzare casini con nessuno, :) ma guardiamo come si sviluppano le cose, :| e poi tiriamo le somme :wink: parlare ora, credo nella mia ignoranza (che è tanta) crei solo confusione, e probabilmente contrasti inutili. :evil:
vi avrei fatto vedere gli occhi grigi di mio figlio come brillavano di gioia, :-P e come guardi il suo harris ininterrottamente ogni ora del giorno. :D
35 anni fà* mio padre mi regalo un setter bianco-arancio, :o oggi ricordo quel momento come se fosse ora, :) spero che per mio figlio sia la stessa cosa,poi se ci và* a caccia il babbo cosa importa 8) e sè invece di 5 fagiani ne prende 3, avrà* sempregozzo pieno 8)

Il lato affettivo, nn si discute hai fatto no bene, di Piö, cmq il problema nn era questo.
ki vuol capire capisce.

jery
29-07-2010, 08:38
Invece magari diventerà* un killer, proprio perche aveno un andicap si inpegna di piö...


Chi conosceva il mio flynt, sà* bene di cosa sto parlando, lui era senza e dita di un piede e per un girxpell credo siano importanti, non lo avrei cambiato neanche per il miglior girfalco del mondo.
Con lui era IMPOSSIBILE prede a perdere in territorio aperto.

Tanax
29-07-2010, 08:41
se parliamo dal lato "affettivo" per accontentare il figlio dagli occhi gonfi di desiderio ecc ecc allora non ci piove sopra, hai fatto piö che bene, chapeau !!! ma dall'altro lato, leggendo i vari commenti e risposte di altri, mi sembra che qui quasi quasi si giustifichi e si "inneggi" agli acquisti a prezzo scontato e con palesi difetti degli uccelli, basta che sia un uccello da portarsi a casa !!
vabbè, ognuno faccia come vuole e faccia il proprio cammino seguendo la propria strada ed il proprio istinto perchè quel che fa, per lui, sicuramente è fatto bene...

Scusate, non ho capito bene, bene...
Per "sperone" intendete tutti il dito posteriore? in ornitologia lo "sperone" è la protuperanza cornea che molti gallinacei hanno nel lato posteriore del tarso sopra il dito posteriore (tipo fagiano, rossa, coturnica etc).
Se è il dito posteriore, posso dire che io ha avuto una femmina di astore che si ruppe il tendine del dito posteriore della zampa sinistra e caccio ugualmente per tre anni, a mio parere perdendo poche prede a causa di quel disagio. Poi ando in riproduzione.
Ho visto anche una femmina di pellegrino di un amico cieca da un occhio volare senza problemi ed anche lei era utilizzabile, anche se con lei ho visto diverse volte ritardare la picchiate se la preda le partiva dal lato cieco.
Poi ho avuto una femmina di astore che trovai su un fagiano, dopo una normale predazione, e che mi accorsi aveva l'occhio sinistro completamente pieno di sangue all'interno dell'iride. Il sangue "galleggiava" all'interno dello spazio giallo dell'occhio, come se fosse in un'ampolla di vetro. L'astore non aveva altri segni, ferite o gonfiori, ci vedeva bene e dopo 7-10 giorni il sangue si riassorbì completamente, senza lasciare problemi. Non ho mai capito da che cosa fosse stato procurato.
E' abbastanza raro (io l'ho visto tre volte in vita mia), ma succede, che alcuni astori nascano con macchie scure all'interno dell'iride gialla. Sembra che abbiano due pupille, una piö grande e centrale (quella vera) ed una piö piccola laterale. Non creano nessun problema, salvo quello estetico.
Saluti.
Amedeo.

toscano1
29-07-2010, 09:46
al tempo ragazzi !!
qui non si discute se un rapace menomato o con handicapp possa predare, in futuro, piö o meno proficuamente, non è questo il discorso intrapreso fino ad ora..non capovolgiamo il discorso !!

fino ad ora abbiamo parlato di acquisto, seppur scontato, di rapace con palese difetto a causa incidente o roba simile (non congenito)...è diverso il discorso che fate voi sulla futura capacità predatoria !!! non giriamo il concetto, maremma maiala!!!

qui si parla, a prescindere il regalo al figlio con gli occhi lucidi, se ognuno di noi avrebbe acquistato un soggetto con tara palese..tutto quì !!

figurarsi se a me puo fregar de meno se qualcuno si porta a casa un rapaciotto, magari senza un'ala o una zampa!! si disquisiva solamente sull'acquisto, nulla piö !!!

ovviamente a tutti è capitato che ad un proprio rapace sia accaduto un incidente e sia rimasto menomato..che facciamo, l'eutanasia? giammai...lo mettiamo in prepensionamento !!

altro discorso è acquistare rapaciotto già menomato !!

stop, per me il discorso è chiuso qua

Tanax Amedeo
ho visto che hai citato il mio discorso...e chi ha parlato di sperone?
se leggi poco piö sopra ho parlato di "chiave" !!!
lo sperone l'avrà citato qualche altro forumista!! :wink:

noor1978
29-07-2010, 09:55
Allora, avro capito male io, a me sembrava si valutasse proprio la spesa, l'handicap e la futura gestione di tale handicap.
Dunque, come molti sanno io ho a casa un cane figlio di supercampioni cieco patocco e pure con svariati problemi caratteriali. L'allevatore me lo ha chiaramente detto e proprio per quello sono tornata a casa con la femmina che volevo e anche con lui. Farei lo stesso con un pennuto.
Poi è stata serietà* dell'allevatore cedermelo a titolo gratuito, ma, mi avesse chiesto di pagarglielo, lo avrei fatto: bene o male lui lo aveva tirato su come tutti gli altri della cucciolata.

@Digital appena posso metto la foto, pero se vai su youtube e cerchi centrokandalu o flynt00 dovresti trovare un video del secondo volo libero che ha fatto.

Tanax
29-07-2010, 10:16
Tanax Amedeo
ho visto che hai citato il mio discorso...e chi ha parlato di sperone?
se leggi poco piö sopra ho parlato di "chiave" !!!
lo sperone l'avrà citato qualche altro forumista!! :wink:

Giovanni mi sono agganciato alla tua mail per caso, invece di fare "rispondi" ho fatto "quote", ma il tuo discorso non ci entrava. Pardon..
Io la penso come te, non prenderei mai un animale (rapace, cane etc) con un difetto già conclamato, non lo vorrei neppure in regalo (ne mantengo già fin troppi sani, figuriamoci se comprerei un handy... "Tanax" ti dice niente? :lol: , io non ha il cuoricino tenero e neppure la lacrimuccia facile... e gli animali li tengo quando val la pena di tenerli, altrimenti passano di mano, niente parcheggio per ciechi, orbi o matti; cani poi, men che meno!!! ), l'astore con il dito rotto che ho tenuto, andava a caccia come gli altri, se così non fosse stato non l'avrei tenuta..., ma detto questo rispetto assolutamente le scelte altrui, infatti nella mia mail non esprimo nessun parere circa la scelta di Mesca, ma facevo qualche esempio di animali divenuti in parte difettosi che comunque andavano lo stesso. Tutto qui.

andrea
29-07-2010, 10:17
Che dire "secondo me" se un falco che voliamo si procura una menomazione ma resta ancora valido per la caccia o per la riproduzione è giusto tenerlo.
Ma da quì a dire che un falco con una menomazione piö o meno grave sia superiore o possa trarre vantaggio da essa credo sia quantomeno da dimostrare.
Ribadisco che se il buon Dio gli ha fatto 2 occhi 2 zampe e 8 dita a qualcosa serviranno...
I falchi senza occhio o con qualche problema a cui si riferivano gli amici e Amedeo credo fossero selvatici. Anche io ho notato che alcuni hanno dei problemi ma la vita fuori come spesso si dice non è paragonabile alla vita in cattività*.
Altrimenti al prossimo fslco che non reputo un buon legatore o cacciatore vedro di rompergli qualche osso così magari risolvo.
Per Mesca sono felice per te per tuo figlio e per il piccolo Harris che ha trovato una famiglia divertiti complimenti per l acquisto e buon lavoro.Sopratutto scusa se ti abbiamo tirato in ballo a te e al tuo falco ma si fà* solo per interagire con la comunità*.
P.S: Condivido il discorso di Toscano (come spesso accade) mi dispiacerebbe se gli allevatori trovassero terreno fertile trovando chi compera animali non al 100x100 e ancor di piö mi dispiacerebbe se si scatenasse la corsa al risparmio acquistando animali menomati.

digitalboy
29-07-2010, 10:20
Allora, avro capito male io, a me sembrava si valutasse proprio la spesa, l'handicap e la futura gestione di tale handicap.
Dunque, come molti sanno io ho a casa un cane figlio di supercampioni cieco patocco e pure con svariati problemi caratteriali. L'allevatore me lo ha chiaramente detto e proprio per quello sono tornata a casa con la femmina che volevo e anche con lui. Farei lo stesso con un pennuto.
Poi è stata serietà* dell'allevatore cedermelo a titolo gratuito, ma, mi avesse chiesto di pagarglielo, lo avrei fatto: bene o male lui lo aveva tirato su come tutti gli altri della cucciolata.

@Digital appena posso metto la foto, pero se vai su youtube e cerchi centrokandalu o flynt00 dovresti trovare un video del secondo volo libero che ha fatto.

Azz.. Noor sto video l'ho guardato fino a consumare il mouse.......
[youtube:1n14ur3l]http://www.youtube.com/watch?v=1xg2tRGk_Vw[/youtube:1n14ur3l]

Questo vorrei riuscire a fare con la mia Luna......
Ma.....
:cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:

noor1978
29-07-2010, 11:08
Allora, quella è casa di jery, con anche il trailer dei cavallini sullo sfondo...il gufo in questione era Bubi, un personaggino...potevi anche metterlo al pugno dei bambini, super fidato.

http://www.youtube.com/user/flynt00#p/a/u/2/_TOP3JyDLeY

Questo qui invece è harlok.

Tanax
29-07-2010, 12:55
Allora, quella è casa di jery, con anche il trailer dei cavallini sullo sfondo...il gufo in questione era Bubi, un personaggino...potevi anche metterlo al pugno dei bambini, super fidato.

http://www.youtube.com/user/flynt00#p/a/u/2/_TOP3JyDLeY

Questo qui invece è harlok.

Wapity !!!! allora questo topic !!! lo facciamo rispettare o no?
Eccheddiamine !!!!
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Senti perchè non facciamo un topic a nome: "Notturni, vulturidi, manifestazioni circensi di piazza ed altre amenità* estranee alla Falconeria" ??? 8O 8O
Così chi lo desidera potrà* parlare approfonditamente di bambini in piazza, Bubi, Barby, Lune, Guglielmi, Yogi, Bubu e Paperino...
Che ne dite? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

onlythebestone
29-07-2010, 13:08
Senti perchè non facciamo un topic a nome: "Notturni, vulturidi, manifestazioni circensi di piazza ed altre amenità* estranee alla Falconeria" ??? 8O 8O
Così chi lo desidera potrà* parlare approfonditamente di bambini in piazza, Bubi, Barby, Lune, Guglielmi, Yogi, Bubu e Paperino...
Che ne dite? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Quoto :!: cè chi fa una grande confusione tra la caccia e spettacoli da piazza :!:

brunilde
29-07-2010, 15:46
Wapity !!!! allora questo topic !!! lo facciamo rispettare o no?
Eccheddiamine !!!!
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Senti perchè non facciamo un topic a nome: "Notturni, vulturidi, manifestazioni circensi di piazza ed altre amenità* estranee alla Falconeria" ??? 8O 8O
Così chi lo desidera potrà* parlare approfonditamente di bambini in piazza, Bubi, Barby, Lune, Guglielmi, Yogi, Bubu e Paperino...
Che ne dite? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:[/quote]

Scusate è pur vero che questo è un forum di cacciatori ed io premetto che: non faccio spettacoli di piazza ma non vado nemmeno a caccia (per ora), non sono animalista. Allora perchè non vengono bandite quelle sezioni del forum che non trattano d falconeria nel senso puro e semplice della parola, se si vuol disquisire unicamente di falconeria classica? Chi si diverte con Bubi e Paperino non oserà* interferire con chi si diletta nella pratica della nobile arte. Per insulti e contestazioni mandatemi anche un pm, senza rancore.

Fulmine
29-07-2010, 18:56
Scusate è pur vero che questo è un forum di cacciatori ed io premetto che: non faccio spettacoli di piazza ma non vado nemmeno a caccia (per ora), non sono animalista. Allora perchè non vengono bandite quelle sezioni del forum che non trattano d falconeria nel senso puro e semplice della parola, se si vuol disquisire unicamente di falconeria classica? Chi si diverte con Bubi e Paperino non oserà* interferire con chi si diletta nella pratica della nobile arte. Per insulti e contestazioni mandatemi anche un pm, senza rancore.

Ci sono sezioni del forum per ogni cosa, basta scrivere nelle giuste sezioni e non ci sono problemi.
In questo topic si sta andato off quindi o si torna a parlare di Gorizia o verrà* diviso il topic oppure chiuso definitivamente.
Si invitano tutti gli utenti di andare a rileggersi il regolamento del forum, visto che ci sono post dove si potrebbe intervenire anche con richiami, quindi si pregano gli utenti di tornare a fare gli utenti che alla gestione del sito ci pensa l'amministratore con i suoi moderatori.

dddnnn
30-07-2010, 11:00
Tornando a Gorizia.. :wink: .

Ho avuto modo di scambiare 4 chiacchiere con gli organizzatori della manifestazione.. e a quanto pare, il futuro di questa unica Mostra/mercato (ma aggiungerei anche utile punto di ritrovo e confronto per falconieri), nazionale non sembra roseo.
Effettivamente il numero di rapaci presenti è drasticamente diminuito rispetto alla 1° edizione dell'evento,.. ed il tutto sembra piö "ridimensionato".
E stando ai fatti vi sono stati anche un paio (se non erro) di commercianti di attrezzatura in meno,.. anche se non sembra questo un problema,.. in fondo il materiale in vendita era piö che sufficiente per le necessità* di qualsiasi falconiere,.. forse c'erano pochissime radio, ma considerato il costo di questi attrezzi.. ed il fatto che molti le prenotano direttamente dagli USA, la cosa è comprensibile.

Mi è stato riferito da molti, ed ho poi constatato di persona, che una certa compra/vendita di rapaci c'è stata,.. ma al di fuori delle mura del castello,.. in poche parole, diversi allevatori, sfruttano l'evento "gorizia" come punto d'incontro con il cliente già* contattato telefonicamente e vendono direttamente i rapaci, senza tenerli in esposizione, probabilmente per non pagare i 4 soldi richiesti per l'assegnazione dello stand.. ed i due soldi richiesti per la vendita di ogni rapace (credo 5 euro)...

..e se togli "l'esposizione di rapaci" ad una mostra-mercato,.. togli un buon 70% dell'interesse generale.

Molti si aspettavano "qualcosa in piö" e probabilmente non torneranno,.. peccato..

Comunque, complimenti ad organizzatori e "standisti"... ed in bocca al lupo per le prossime edizioni.


Saluti, Dom.

lanticovolo
30-07-2010, 11:09
Domencio la Falconeria e' la prossima P4!!!!massonica fino all'osso!!!!!se conosci lui che vola da una vita e gli vai a genio o viceversa( il mio problema e' che nn mi va a genio quasi nessuno!!!!!a parte un paio di grandi falconieri di questo forum che spero di inconttare presto in un evento!)allora hai la strada bella spianata e si va!!!qui si vuole spettacolizzare una cosa che poi , deve rimanere di pochi...chi ci capisce e' bravo!!!!se io ho 2 soldi evado agorizia , mi compro cio' che voglio poi magari lacio lo scatolone in auto sotto il sole!!!ma finita Gorizia ( la fiera del popolo) tutti aggricciano il naso..." chi sei tu? ba'!!!!proletario!!!"la falconeria nn e' per tutti 8) "e' normale che la antica arte venatoria che fu di federico , si riprenda le sue caratteristiche e torni non far le mura del castello aperto ai bolscevichi ma fuori della mura di questo , dove si radunano gli incappucciati!!! 8) paradosso...la mostra non era granche' , perche' alla fine il giochetto e' sempre quello , avanza chi ha qualcuno avanti che ti tira!!allora perche' rendere pubblico l'evento.... :roll:

davidepioltelli
30-07-2010, 11:12
Peccato. Io sono stato per la prima volta l'anno scorso e qualcuno mi diceva che rispetto l'anno passato qualcosina in meno si vedeva.
Sento adesso che quest'anno è stato "peggiore" come espositori presenti e quindi rapaci da vendere (ma forse forse è meglio così :twisted:)
Un saluto

Davide

wapity
30-07-2010, 11:35
beh pensate che 2 gg fa mi ha scritto un signore russo il quale spesso viene martoriato dal sottoscritto di domande sugli astori, ebbene lui aveva preparato 2 pellegrini taimir 1 femmina gir bianca del chukotka e ben 2 buteoides della kolima, peccato che gli avessero detto che l'evento sarebbe stato a fine agosto, c'è rimasto molto male. :cry:

Peccato spero venga l'anno prossimo

noor1978
30-07-2010, 11:50
Credo che due domanda-risposta non siano un OT, ma siano logicamente conseguenti ai post prettamente inerenti al tema. Che è TUTTI gli acquisti fatti a Gorizia, che piacciano oppure no.
Evidentemente la sindrome da prima donna colpisce anche gli uomini! :-P :-P :lol: :lol:

Gorizia: io me la sono persa di anno in anno per svariati motivi, diciamo che una volta ci sono andati due amici e hanno detto che non era sta gran cosa, che c'era anche stato un volo miserello di rapaci e fine. Poi l'anno scorso, commenti ancora peggio. Quest'anno sono andata immaginandomi file e file di rapaci, Alessandro che correva tra pellegrini come un bambino in una pasticceria e io che cercavo (bah, non credo lo avrei fatto!) di fermarlo. E invece ho trovato il minimo del minimo! Credo che, dopo il primo anno, in cui magari sono stati tirati giö i contatti necessari, dopo tutti stiano comprando i pennuti senza aspettare la fiera. Lo troverei anche logico, io ho due biglietti da visita di banchetti di pellame/accessori, grazie ad internet non vado ad aspettare luglio prossimo se mi serve qualcosa.
Poi ormai anche gli italiani stanno allevando, chi puiö e chi meno, e se si prenota in tempo si trova tutto. Credo che o si cambia stile della fiera, o l'anno prossimo non varrà* tanto la pena.

mesca
30-07-2010, 18:08
come ho scritto in precedenza,per me era la prima a gorizia,e dopo tutto quello che avevo letto e sentito dire, mi ero preparato ad un evento per falconieri o giö di lì,con esposizione di rapaci di tutti i tipi ,e tutto quello che ruota intorno alla falconeria.che ne so ,allevatori che spiegano al cliente la vita e la particolarità dell'animale che ha acquistato, e la roba esposta in maniera che uno possa vedere materiale e prezzi,ed invece si vende assioli a gente che li chiama gufi nani o gufi pigmei ecc. ecc. si vende a chi tira fuori il portafolio gonfio senza sapere se ha qualche nozione di come si tiene un rapace,
e chi piö ne à piö ne metta.
l'unica cosa positiva secondo la mia umile opinione,era il banco di toscano ,apparte il materiale con prezzi e (spiegazione del tosco)c'era anche un aria di serenità ,che in tutta la manifestazione nonho visto,credo che se non cambierà qualcosa in positivo ,hmmmm la vedo dura.

lanticovolo
01-08-2010, 20:18
Caro mesca e' cosi' che va la falconeria!!!!se qualcosa perde di prestigio , di esclusivita' ...be' , allora che sia di tutti!!!!ma proprio di tutti pure di quelli che si svegliano e vanno a comprarsi un gufo!!!se ti ricordi anche su questo forum c'era chi aveva avuto un gufo reale per il compleanno!!figurati , gorizia ha lo scopo di far incontrare chi si sa, chi si conosce , insomma i raccomandati e poi dentro , a parte qualcosina , bidoni a go go!!io nn c'ero ma secondo te , perche' c'erano poi cosi' tanti notturni???piccoli peluche da portare a casa???perche' piaccioni al pueblo!!!!chi ti compra un lanario , un pellegrino o un ibrido falco x dubbio? quando ci sono queste cose capisco chi dice che la falconeria non e' per tutti, ma allora andrebbe non aperta a tutti , andrebbe chiusa un po'!!invece , prima si polemizza , si scoraggiano le persone a non iniziare cosi' tanto per fare poi.....si cercano nuovi da inserire magari con delle giornatine di avvicinamento , e alla fiera di gorizaia si vende atutti!!!dove sta la logica??'non c'e' , c'e' solo una lotta interna fra alcuni falconieri , alternativi che a volte si scannano pe runa data , un evento!!!io , se avessi l'autorita' , gorizia la vieterei o la aprirei solo a addetti ai lavori , senno' , io mi sento dire " ..sto m'becille compra i falchi e nn sa neanche cosa porta a casa!!!....." e agorizia il bambino piange 30 minuti e il babbo gli compra il gufo , poi si iscrive sul forum ..." AIUTO , PROBLEMI CON GIOVANE GUFO!"....cosi' facendo , chi ha un paio di rapaci si salva, magari se li vola e sei a posto , chi ne ha diversi e intende farci qualcosina PERCHE' gli piace e ci crede , si deve arrabattare a comprare dove capita e certo na ao gorizia!!hannno detto che si sono incontrati fuori , bene , ci deveessere un responsabile che vede , annota e diffida!!!!dove sta questo animo nobile del falconierer???quando ci comportiamo come ladri di polii???bo'!!ci vedo in crescita ma senza regola, auguriamoci che non arrivi presto la regolamentazione " obbligata" , magari vigilata da ex addetti ai canili comunali......

Tanax
02-08-2010, 09:23
beh pensate che 2 gg fa mi ha scritto un signore russo il quale spesso viene martoriato dal sottoscritto di domande sugli astori, ebbene lui aveva preparato 2 pellegrini taimir 1 femmina gir bianca del chukotka e ben 2 buteoides della kolima, peccato che gli avessero detto che l'evento sarebbe stato a fine agosto, c'è rimasto molto male. :cry:
Peccato spero venga l'anno prossimo

Se fosse venuto per venderli, avrei voluto vedere con quale documentazione.
In Russia almeno sulla carta si trova tutto, peccato che si rischia di comprare e poi non riuscire a portarli in Italia a causa dei CITES non conformi ai regolamenti CEE. Il mercato "regolare" russo gira verso il Giappone e gli States, non ha bisogno dell'Europa, dove normalmente gli acquirenti sono piö attenti ai prezzi ed alla documentazione.
Domanda: i rapaci provenienti da tutte queste zone geografiche così "particolari" ed appetibili, sono chiaramente riferibili a quelle zone, oppure no?
Io credo di no. Ed i Russi, negli ultimi anni non hanno dato grandi garanzie di serietà* sul mercato della Falconeria (e non solo...).
Ormai in Olanda, Germania, Austria e, spero, dal prossimo anno anche in Italia (Daniele ha donatori e femmine riproduttrici di Buteoides che già* hanno prodooti pulli e una coppia di Albidus che si spera entrino in produzione il prossimo anno), i Buteoides e gli Albidus vengono riprodotti senza problemi, con tutte le variazioni di colore possibili.
Come si fa a sapere se provengono da qui o lì e se sono puri o meno?
Purtroppo è impossibile.
Tanto per essere concreti, poichè negli ultimi 7 anni ho visto nascere decine e decine di astori in cattività*, conoscendone perfettamente i genitori, posso dire che ho visto coppie di astori produrre figli assolutamente differenti uno dall'altro sia come dimensioni che come livrea, anche nella stessa nidiata. Per esempio il mio terzuolo attuale sta mutando e si sta rivelando abbastaza chiaro, piö del normale. Il bello è che i suoi genitori sono invece piö scuri della norma. Vi garantisco che se vedeste i genitori non riuscireste mai a credere che possano produrre un astore così chiaro. Eppure c'è anche l'esame del DNA a confermarlo...
Ecco perchè gli allevatori seri non garantiscono mai gli astori bianchi a chi li prenota, pur avendo coppie bianche. Bisogna aspettare che si inpennino, anche se già* da pulli, guardando per esempio il colore delle unghie e della base del becco, qualcosa si puo capire.
Io, che credo di "aver bevuto l'acqua della mola", come si dice... penso che i falchi di cui parla il tuo riferimento russo, se fossero così "particolari", non avrebbero bisogno di arrivare fino a Gorizia, per essere venduti... :wink:
Oppure veniva fin qui soltanto per farcelli vedere? :oops:
Attenzione a comprare i fenomeni, la storia delle Aquile del Bonelli, bella fresca, deve farci aguzzare la vista ed i neuroni... Il Gatto e la Volpe, non si estingueranno mai... :twisted:
Salutoni.
Amedeo.

wapity
02-08-2010, 10:18
come dici te non veniva per vendere ma solo per esposizione.
Proprio prche spesso si parlava di buteoides e shevedowi su IFF che spesso ribadiva che molti vendevano per puri cio che puro non era, ed elencava le differenze tra astori russi e gli altri.
Questo "ragazzo" è un ricercatore e attualmente è in giro per la taiga per l'osservazione e studio dei rapaci
Lui è piu un estimatore dei girfalchi, piu che degli astori, a volte capita in italia per incontri accademici.

per il resto del discorso quoto a pieno cio che dici.

noor1978
02-08-2010, 15:28
Sarebbe stato bello fosse venuto...già* che venga solo per esporre avrebbe fatto aumentare la qualità* di quello che c'era in giro. Se poi è un ricercatore, anche due chiacchiere sarebbero stati utili, anche senza pennuti al seguito!
Poi sta a noi chiedere la documentazione quando si compra, a noi hanno dato in mano prima il cites e poi il pellegrino!

Tanax
06-08-2010, 11:10
come dici te non veniva per vendere ma solo per esposizione.
Proprio prche spesso si parlava di buteoides e shevedowi su IFF che spesso ribadiva che molti vendevano per puri cio che puro non era, ed elencava le differenze tra astori russi e gli altri.
Questo "ragazzo" è un ricercatore e attualmente è in giro per la taiga per l'osservazione e studio dei rapaci
Lui è piu un estimatore dei girfalchi, piu che degli astori, a volte capita in italia per incontri accademici.

per il resto del discorso quoto a pieno cio che dici.

Riprendo un attimo questo discorso perchè l'avevo lasciato sospeso, ma credo sia interessante approfondire un pochino.
Ho già* detto delle mia "sfiducia" nei confronti degli allevatori esteri e soprattutto russi, ma vorrei anche stimolare la vostra attenzione verso il problema delle fregature legali che si possono prendere "in buona fede", anche perchè la legge della buona fede spesso se ne frega e sodomizza ugualmente. :cry:
Se un russo volesse portare in Italia dei falchi avrebbe naturalmente due possibilità*:
prima : metterli nel sottofondo del camper e passare dogane e controlli aumma-aumma...
seconda : importarli legalmente.
Facciamo finta che il bel ricercatore volesse farlo legalmente (considerato che voleve esporli alla mostra di Gorizia, direi che dovrebbe essere la soluzione scelta...).
Poichè la Russia (generalizzando geograficamente la sua provenienza) non è nella CEE, avrebbe dovuto richiedere al suo ministero preposto un certificato di esportazione dei falchi. Gli astori sono in appendice II, ma i pellegrini e i Gyr in appendice I, per cui ci vuole per forza il CITES. Ammesso che glielo concedessero (non parliamo di "tempi" perchè altrimenti sarebbe lunghissima...) lui avrebbe dovuto mandarlo in Italia all'esame della Commissione CITES che gli avrebbe dovuto rilasciare un benestare provvisorio. Per tutto questo, sempre ammesso che la commissione dia parere positivo, cosa abbastanza difficile, non credo sarebbero bastati tre - quattro mesi.
Ora mi chiedo... tutto questo solo per "far vedere" a 4 falconieri italiani il pellegrino del nord estemo o l'astore della pincopallinolandia?
Il discorso della "magica Russia" dove tutto si trova e tutto c'è, lo sento dalla caduta del muro... e non ho MAI visto alla fine una importazione regolare dalla Russia.
Penso che in Germania e Olanda qualche bel soggetto veramente nato in Kamchatka ci sia, ma pochi pochi e chissaccome ci sono arrivati... :oops:
Attenzione non facciamoci imbambolare dagli esteri e dal mito della loro efficienza ed affidalbilità*, perchè non è così. Ricordiamoci sempre che i primi ladri di lanari e pellegrini sulle coste siciliane e sarde, negli anni 70 erano i tedeschi, che hanno dato una incredibile bastonata ai feldeggi che hanno impiegato decenni per ristabilire le popolazioni originarie.
Girando da decenni per gli allevatori europei ho visto anche molto pressapochismo e poca professionalità*, molto fumo e tanta spazzatura. Anzi proprio due anni fa a casa di un allevatore tedesco che produce buteoides e albidus da ceppi russi (così dice...) a metà* serata, al ristorante, era lui che chiedeva a me i particolari sul tipo di fecondazione che facciamo in Italia (si riferiva al sistema che usano Luigi e Daniele e che conosco benissimo) e non io a lui... Conoscevo piö allevatori tedeschi, austriaci, canadesi e americani io di lui (forse anche perchè ha 20 anni meno di me...).
La differenza è che lui puo spendere 50.000 euro in un colpo per comprare soggetti bianchi, neri e blu, mentre noi abbiamo impiegato 10 anni e tantissimi sacrifici per avere una coppia di albidus imprintati come Dio comanda..., ma alla fine dei giochi in Europa non c'è NESSUN allevatore di astori (bianchi o neri la difficoltà* è uguale...) che produca percentualmente tanti soggetti come in Italia, perchè anche con tutti soldi del Mondo l'esperienza non si compra e alla fine il capillare nel "c..o" bisogna sapercelo mettere. :wink: :wink:
Poi vengono da noi "poveri beoti" a proporci i pellegrini di Marte e gli astori della fantastilandia?
Ma a CHI? :twisted: :evil: :evil: con chi credono di parlare, con Topo Gigio?
Citando il grande Antonio De Curtis in arte Toto: ...Ma mi facciano il piacere, giovanotti !!!!!!!!!
Saluti.
Amedeo.

toscano1
06-08-2010, 11:46
Amedeo, visto che "voi" avete acquistato in due riprese sia femmina che maschio di albidus allora lo avete preso in saccoccia pure "voi"? se dici che è tutto un bluff, allora "siete" stati dei veri masochisti a spendere enormi cifre pur consapevoli del bluff !! :wink: :D :wink: :D

ovvia, non dirmi che in tutta Europa non c'è nessuno, o pochi validi, che fanno inseminazione artificiale su astori et altro !! mi sa che sei rimasto un po "indietro" :D :D

io credo che l'allevatore che chiedeva a te informazioni non era altro che uno scambio di, appunto, informazioni, come è normale che accada in tutti i campi. Pure io cerco di venire in "possesso" di particolari, di sottigliezze, per quanto riguarda addestramento di astori quando sono a contatto con altri validissimi astorieri molto piö esperti di me...non mi vergogno a chiedere e cercare di capire ed immagazzinare notizie..non si impara mai nella vita anche se si rinasce due volte!!!

Tanax
06-08-2010, 13:49
Amedeo, visto che "voi" avete acquistato in due riprese sia femmina che maschio di albidus allora lo avete preso in saccoccia pure "voi"? se dici che è tutto un bluff, allora "siete" stati dei veri masochisti a spendere enormi cifre pur consapevoli del bluff !! :wink: :D :wink: :D

ovvia, non dirmi che in tutta Europa non c'è nessuno, o pochi validi, che fanno inseminazione artificiale su astori et altro !! mi sa che sei rimasto un po "indietro" :D :D

io credo che l'allevatore che chiedeva a te informazioni non era altro che uno scambio di, appunto, informazioni, come è normale che accada in tutti i campi. Pure io cerco di venire in "possesso" di particolari, di sottigliezze, per quanto riguarda addestramento di astori quando sono a contatto con altri validissimi astorieri molto piö esperti di me...non mi vergogno a chiedere e cercare di capire ed immagazzinare notizie..non si impara mai nella vita anche se si rinasce due volte!!!

Giovanni non mi stuzzicare... :wink:
un conto è parlare, un conto fare. Ed con la riproduzione dei rapaci i fatti si contano con i numeri, non con i discorsi. Quanto al fatto degli europei che riproducono astori VERAMENTE, ovvia, come dite voi toscani, mi stai dando del grullo? :wink: Gli astori italiani hanno TUTTI fatto l'esame del DNA, quelli tedeschi, olandesi, ungheresi, cechi o austriaci (a parte rari casi) non l'hanno neppure visto in televisione... infatti hanno i CITES precompilati etc, per quello che a Giugno ti danno i pulli già* con il CITES... e i controlli chi li fa? :wink:
A Giovà*.... :wink: non dico che non ci sia nessuno, ma molto pochi...
Ho premesso che sono fuori dal giro da tempo, ma in fatto di volo, caccia col falco e raduni..., non come allevamento, argomento in cui negli ultimi anni invece ho fatto un bel po' di esperienza... :wink:
Andiamo con ordine:
non capisco la logica del tuo commento sugli albidus.
L'allevatore da cui "ha", (non "abbiamo"), comprato la femmina di albidus è quello che, a parte le chiacchiere che fanno tutti (Austriaci, Olandesi, Ungheresi, Russi etc), ce li ha fatti vedere davvero ed alla fine ce li ha dati. Gli altri fanno tanti bei discorsi, si fanno mandare l'anticipo a Gennaio e poi il pullus non te lo danno mai. E questi sono FATTI, non discorsi. Se vuoi provare, così ti levi la curiosità*, comprane una coppia e vedrai che concorderai con me. Poi ne riparliamo.
Lo "prendi in saccoccia" se ti fai mandare i falchi a casa, ma se fai 5.000 km e vai a vederli, se ti piacciono li prendi altrimenti ce li lasci. E quelli che "ha " comprato, sono belli e se li è portati a casa.
Prima la femmina, poi, l'anno dopo, visto che non lo aveva preso in saccoccia, il maschio.
Il bluff serve per i pirla che pensano di comprare l'albidus della Kamchatka del nord o di qui o di là*... magari pagandolo di piö ed invece si beccano un ibrido con quello che capita. Per gli albidus che "ha" comprato, non gliene fregava niente da dove venivano, pero sono veramente bianchi e se nascerà* qualcosa non penso proprio che lo ceda come Albidus speciale! ma albidus... e basta.
Per cui nessun masochismo, anzi... consapevolezza.
Io non dico di aver insegnato niente all'allevatore, nè che lui pendesse dalle mie labbra, ma semplicemente che era un discorso "alla pari", fra persone che sanno di cosa stanno parlando. Ora sul forum non posso dire cose verso persone che non sono presenti, ma ti assicuro e se ci sentiamo ti raccontero, che ci sono allevatori "famosi" che vendono parecchi falchi anche in Italia e che di inseminazione artificiale di ASTORI non capiscono una bella sega. Ma se parlano con chi non la pratica veramente, fanno i galli, quando parlano con chi la fa sul serio abbassano le orecchie. Ho sentito dire delle minchiate mega-galattiche in pubblico da allevatori straconosciuti, tanto credevano di parlare ad una platea di "non addetti ai lavori"...
Non facciamo la solita demagogia, lo sappiamo tutti che c'è sempre da imparare etc etc, ma quello che voglio dire è che quando si arriva ad un certo livello, si puo interlocuire almeno alla pari... anche se parliamo con stranieri, senza soffrire del solito complesso di inferiorità* italiota.
Tutto qui. Poi lo so che tu hai una grande ammirazione per i mittel europei, io invece l'ho persa dopo averli conosciuti bene... alla pari.... :lol: :lol:
Forse sono stato sfortunato... ma l'unico con cui non ho mai avuto discorsi è l'austriaco Rudy B. (non cito il nome per regolamento...) che tra l'altro riproduce anche tordi (manto isabella), torcicollo etc che non è poco... ma tu sai chi dico...
Salutoni.
Amedeo.

melk
06-08-2010, 14:42
Attenzione non facciamoci imbambolare dagli esteri e dal mito della loro efficienza ed affidalbilità*, perchè non è così. Ricordiamoci sempre che i primi ladri di lanari e pellegrini sulle coste siciliane e sarde, negli anni 70 erano i tedeschi, che hanno dato una incredibile bastonata ai feldeggi che hanno impiegato decenni per ristabilire le popolazioni originarie.

Cosi adesso finalmente sembra che possano andarci gli indigeni :lol:

menzacapo
06-08-2010, 17:58
Attenzione non facciamoci imbambolare dagli esteri e dal mito della loro efficienza ed affidalbilità*, perchè non è così. Ricordiamoci sempre che i primi ladri di lanari e pellegrini sulle coste siciliane e sarde, negli anni 70 erano i tedeschi, che hanno dato una incredibile bastonata ai feldeggi che hanno impiegato decenni per ristabilire le popolazioni originarie.

Cosi adesso finalmente sembra che possano andarci gli indigeni :lol:

Cos'è che giustifica spendere migliaia di euro e fare 5000 km x gli albidus anzichè prendere un gentilis ad un prezzo molto piö basso e a "relativamente" pochi km di distanza?
C'è tutta questa differenza, venatoriamente parlando, tra le due ssp? :?

Tanax
07-08-2010, 18:27
Attenzione non facciamoci imbambolare dagli esteri e dal mito della loro efficienza ed affidalbilità*, perchè non è così. Ricordiamoci sempre che i primi ladri di lanari e pellegrini sulle coste siciliane e sarde, negli anni 70 erano i tedeschi, che hanno dato una incredibile bastonata ai feldeggi che hanno impiegato decenni per ristabilire le popolazioni originarie.

Cosi adesso finalmente sembra che possano andarci gli indigeni :lol:

Cos'è che giustifica spendere migliaia di euro e fare 5000 km x gli albidus anzichè prendere un gentilis ad un prezzo molto piö basso e a "relativamente" pochi km di distanza?
C'è tutta questa differenza, venatoriamente parlando, tra le due ssp? :?


Melk,
le persone che hanno fatto 5.000 km, di cui parlo, hanno qualche decina di anni di astoreria sulla schiena, hanno addestrato e portato a caccia astori di tutti i tipi, hanno cominciato a provare a riprodurli parecchi anni fa con varie tecniche e dal 2003 (mi pare) Daniele , una di quelle persone, produce regolarmente astori in inseminazione artificiale cooperativa, con una media di produzione fra le piö alte d'Europa.
Prima abitavamo vicini, ora mi accontento di collaborare con lui in quel che posso, abitando quasi a 500 km di distanza. In compenso collaboro anche con Luigi, di Pavia, ad un'oretta da me, che produce con la stessa tecnica di Daniele, qualche soggetto all'anno, per pura soddisfazione personale. Insomma, dopo aver fatto decine di migliaia di Km correndo da un allevatore all'altro, da qualche anno gli astori ce li ho in casa e finalmente posso scegliere quello che preferisco... :wink:
Per Daniele riprodurre gli albidus è una questione di completezza professionale, avendo riprodotto gentilis gentilis, gentilis buteoides (e relativi ibridazioni), sparvieri etc.
Comunque sia, ti diro che personalmente, dal punto di vista venatorio, preferisco gli astori europei continentali piccoli (il mio terzuolo attuale in muta ha toccato al massimo circa gli 800 grammi senza cappuccio), ma cio non toglie che l'albidus sia una bestia affascinante e spero, la prossima stagione, di riuscire a filmare la sua prima nascita in Italia... come ho fatto anni fa per i sacri ed i gentilis.
Saluti.
Amedeo.

menzacapo
07-08-2010, 18:46
Grazie Amedeo ora è tutto chiaro. Ti/ auguro un imbocca all'arpia x la prima nascita futura :wink: :D :!:

melk
08-08-2010, 09:35
Arcioni è sicuramente un valido allevatore a livello internazionale, sono stato da lui anni fa quando Claudio (Tiger) ha comprato il suo astore che vola tuttora.
Poi ci sono tanti appassionati che allevano a livello quasi amatoriale proprio come Claudio e un mio amico che non scrive sul forum e che proprio quest' anno ha tirato fuori 5 pellegrini (una femmina l'ho presa io) fatto stà* che per i cites ci vuole un anno e senza cites il falco non puo essere mosso. (ora c'è un escamotage, ma ci si affoga sempre nei pezzi di carta). Questo tarpa le ali sul nascere ad allevatori che dopo un po si scocciano pesantemente della burocrazia tartaruga e gli passa la voglia.
Poi col recente scandalo successo, purtroppo siamo certi (ma si sapeva già*) che i "furbetti ci sono anche da noi" e anche in abbondanza.
La mia speranza è che le cose vadano migliorando e che Arcioni non rimanga un caso isolato ma possa essere imitato da altri in modo che la produzione di qualità* aumenti e che siano anche gli stranieri ha comprare da noi. Ma per ora la vedo veramente dura.
Ciao

toscano1
08-08-2010, 11:05
Quest'anno (come pure lo scorso anno) a Daniele, oltre a diversi compratori italiani, ho fatto vendere un giovane terzuolo in quel di Malta !! ho indirizzato verso di lui anche degli spagnoli :wink:

mesca
08-08-2010, 13:46
il problema degli allevatori italiani,lo sappiamo da sempre è la burocrazia,primi nel mondo per bloccare tutto e tutti. se in italia avessimo la possibilità* di avere i cites in 30-40 giorni come nel resto d'europa,gli allevamenti italiani sicuramente sarebbero trà* i primi per le vendite in europa.
dico questo perche solo un vero appassionato, potrebbe allevare rapaci in italia, visto la lentezza della burocrazia,e fa bene toscano a fare pubblicità* agli allevatori di casa nostra

sanremo61
08-08-2010, 15:42
Daniele oltre ad allevare da parecchi anni, è anche agevolato dal suo lavoro, quindi x lui è molto Piö semplice :wink:

davidepioltelli
08-08-2010, 17:20
Come dice pier sarebbe bello se anche in italia si potranno avere allevatori seri e competenti per far concorrenza all'estero :-P :-P
Sarà* dura..... ma nulla è impossibile!
Ciao

Davide

claudiocomastri53
08-08-2010, 22:23
Domanda: qualc'uno si è lamentato di questa lungaggine presso l'ente competente.

Tanax
09-08-2010, 09:03
Daniele oltre ad allevare da parecchi anni, è anche agevolato dal suo lavoro, quindi x lui è molto Piö semplice :wink:

La titolare dell'allevamento è la moglie di Daniele, come si legge anche nel suo sito web, per cui Daniele è soltanto un "collaboratore". Il suo mestiere, purtroppo non lo ha facilitato granchè, se non per il fatto che deve conoscere la legge a mena dito, poichè è uno di quelli che devono farla rispettare.
Posso dire, con cognizione di causa, che forse per questo motivo, ha subito piö controlli lui dalla commissione scientifica (che è composta da vari tecnici di varie associazioni, non solo dal CFdS), che, per esempio, Luigi o altri amici miei che riproducono falconi in modo amatoriale.
Per quanto riguarda il discorso CITES, quest'anno la commissione scientifica ha rilasciato già* (a inizio agosto) tutti i documenti richiesti entro giugno,in anticipo rispetto agli anni precedenti.
Per farla breve, senza citare nulla, la legge oggi dice sostanzialmente che di ogni di falco che nasce in cattività* bisogna denunciare la nascita entro 10 giorni a che, finchè non viene riconosciuto dagli enti competenti (CFdS) come "nato in cattività*" e quindi "non selvatico" non puo essere spostato dalla residenza dell'allevatore.
In pratica il CFdS sancisce la nascita in cattività* con l'emissione del CITES, se lo ritiene necessario, dopo esame del DNA. Punto.
Per cui, pur NON essendo obbligatorio l'esame del DNA per legge (non puo neppure "essere richiesto" al CFdS, come scrisse qualcuno sul forum, a meno che non si faccia fare privatamente, ma anche in questo caso il CFdS potrebbe non considerarlo), il CFdS in pratica lo fa sempre, almeno alla prima nascita.
Chi sposta i falchi e chi li prende, rischiano entrambi una bella multona e la penale, alla stessa stregua della detenzione di animali "selvatici", poichè finchè il CFdS non dice il contrario, per la legge quello sono.
Il problema è che fatta la denuncia di avvenuta nascita (entro i 10 gg), fatta la richiesta del CITES alla forestale regionale, bisogna aspettare che la forestale faccia i controlli (se li vuole fare), che spedisca tutto a Roma, che si riunisca la Commissione scientfica (che di solito d'Agosto va in ferie...) che venga dato il benestare oppure che vengano fatti gli esami gentici se li richiede. In questo caso bisogna aspettare che vengano fatti gli esami, che si riunisca nuovamente la commissione (e allora si va a settembre...) che dia parere favorevole, che la forestale regionale compili i CITES e che l'allevatore se li vada a prendere (e si arriva a ottobre ed oltre...).
In tutti questi mesi il falco deve rimanere a casina di mammà*... :cry:
Dato che il CFdS non è tenuto ad avvisare di tutti questi movimenti l'allevatore, normalmente si aspetta nel buio assoluto.
Naturalmente Daniele in questo campo è un po' piö "pratico" degli altri e riesce a seguire con molta attenzione l'iter dei suoi documenti, ma non è detto che non possa farlo chiunque altro. E' necessario instaurare con la forestale locale un rapporto di fiducia e collaborazione, in modo tale da essere "presenti", ma non ossessivi... è una questione di rapporti, ma io non ho mai trovato ostilità* da parte del CFdS, chiedendo con educazione, senza fare casini e rendendosi disponibile a tutto quello che legalmente possono richiederci, le cose si semplificano per entrambi. Purtroppo spesso l'allevatore non conosce bene i regolamenti e fa casino e nella forestale spesso non tutti i funzionari sono veramente ferrati nell'argomento. Sommando le due cose, allora diventa difficile...
Episodi come quello avvenuto con le aquile del Bonelli fanno un grosso danno a tutti e danno un'immagine negativa degli allevatori italiani e dei falconieri. Purtroppo spesso i falconieri italiani, per faciloneria o ignoranza, hanno favorito in passato questi allevaotri "poco allineati" ai regolamenti, magari in buona fede, acquistando uccelli non del tutto testati.
Quando sento o leggo, anche su questo forum, come diceva anche Melk della pellegrina presa da un suo amico, oppure di chi fa sparvieri o altro (gli Harris' sono in appendice II ed è magari differente, ma occhi agli autoctoni!) mi chiedo: presi a Giugno-Luglio nati in Italia? con quale documentazione?
Uno scritto di "cessione" che non vale nulla?
Attenzione perchè la buona fede non giustifica davanti alla legge, tutt'al piö dà* un attenuante.
Io non sono MAI uscito da casa di un allevatore (neppure in Italia) senza il CITES in tasca e consiglio a tutti di fare così.
Il fatto che in Italia i CITES si consegnino in ritardo rispetto al resto d'Europa (in Inghilterra agli allevatori professionisti danno addirittura i CITES precompilati da completare, come previsto dal regolamento europeo, ma in Italia il ministero non ci sente...) danneggia molto gli allevatori che devono tenere in voliera i falchi piö tempo (rischiando danni e aumentando i costi) e che non possono pertecipare a mostre mercato europee (vedi Gorizia e Germania).
Quindi per rispondere a Claudiocomastri, le lamentele e le proposte di miglioramento sono state fatte a tempo e con cognizione, ma le risposte per ora sono state sempre negative.
Invece a davidepioltelli dico che in Italia ci sono già* allevatori seri e competenti in materia di falchi, mancano spesso pero le cognizioni "legali e commerciali" e questo non solo blocca il mercato, ma crea una confusione controproducente. E a Jeri (riguardo il feldeggi): attenzione... nessuno vuole sminuire la capacità* dei singoli allevatori "amatoriali" (che poi sono tutti in Italia, perchè a parte la moglie di Daniele che lo fa di mestiere non mi risulta che qualcun altro rilasci regolarmente la fattura per l'acquisto di un falco... :wink: ) di riprodurre, ma devono anche essere a posto con i documenti.
Per cui attenzione : è bello e gratificante riprodurre falchi, ma occhio ai regolamenti.
Saluti.
Amedeo.

mesca
09-08-2010, 10:08
straordinaria spiegazione ,grazie amedeo :wink:

menzacapo
09-08-2010, 10:17
Daniele oltre ad allevare da parecchi anni, è anche agevolato dal suo lavoro, quindi x lui è molto Piö semplice :wink:

La titolare dell'allevamento è la moglie di Daniele, come si legge anche nel suo sito web, per cui Daniele è soltanto un "collaboratore". Il suo mestiere, purtroppo non lo ha facilitato granchè, se non per il fatto che deve conoscere la legge a mena dito, poichè è uno di quelli che devono farla rispettare.
Posso dire, con cognizione di causa, che forse per questo motivo, ha subito piö controlli lui dalla commissione scientifica (che è composta da vari tecnici di varie associazioni, non solo dal CFdS), che, per esempio, Luigi o altri amici miei che riproducono falconi in modo amatoriale.
Per quanto riguarda il discorso CITES, quest'anno la commissione scientifica ha rilasciato già* (a inizio agosto) tutti i documenti richiesti entro giugno,in anticipo rispetto agli anni precedenti.
Per farla breve, senza citare nulla, la legge oggi dice sostanzialmente che di ogni di falco che nasce in cattività* bisogna denunciare la nascita entro 10 giorni a che, finchè non viene riconosciuto dagli enti competenti (CFdS) come "nato in cattività*" e quindi "non selvatico" non puo essere spostato dalla residenza dell'allevatore.
In pratica il CFdS sancisce la nascita in cattività* con l'emissione del CITES, se lo ritiene necessario, dopo esame del DNA. Punto.
Per cui, pur NON essendo obbligatorio l'esame del DNA per legge (non puo neppure "essere richiesto" al CFdS, come scrisse qualcuno sul forum, a meno che non si faccia fare privatamente, ma anche in questo caso il CFdS potrebbe non considerarlo), il CFdS in pratica lo fa sempre, almeno alla prima nascita.
Chi sposta i falchi e chi li prende, rischiano entrambi una bella multona e la penale, alla stessa stregua della detenzione di animali "selvatici", poichè finchè il CFdS non dice il contrario, per la legge quello sono.
Il problema è che fatta la denuncia di avvenuta nascita (entro i 10 gg), fatta la richiesta del CITES alla forestale regionale, bisogna aspettare che la forestale faccia i controlli (se li vuole fare), che spedisca tutto a Roma, che si riunisca la Commissione scientfica (che di solito d'Agosto va in ferie...) che venga dato il benestare oppure che vengano fatti gli esami gentici se li richiede. In questo caso bisogna aspettare che vengano fatti gli esami, che si riunisca nuovamente la commissione (e allora si va a settembre...) che dia parere favorevole, che la forestale regionale compili i CITES e che l'allevatore se li vada a prendere (e si arriva a ottobre ed oltre...).
In tutti questi mesi il falco deve rimanere a casina di mammà*... :cry:
Dato che il CFdS non è tenuto ad avvisare di tutti questi movimenti l'allevatore, normalmente si aspetta nel buio assoluto.
Naturalmente Daniele in questo campo è un po' piö "pratico" degli altri e riesce a seguire con molta attenzione l'iter dei suoi documenti, ma non è detto che non possa farlo chiunque altro. E' necessario instaurare con la forestale locale un rapporto di fiducia e collaborazione, in modo tale da essere "presenti", ma non ossessivi... è una questione di rapporti, ma io non ho mai trovato ostilità* da parte del CFdS, chiedendo con educazione, senza fare casini e rendendosi disponibile a tutto quello che legalmente possono richiederci, le cose si semplificano per entrambi. Purtroppo spesso l'allevatore non conosce bene i regolamenti e fa casino e nella forestale spesso non tutti i funzionari sono veramente ferrati nell'argomento. Sommando le due cose, allora diventa difficile...
Episodi come quello avvenuto con le aquile del Bonelli fanno un grosso danno a tutti e danno un'immagine negativa degli allevatori italiani e dei falconieri. Purtroppo spesso i falconieri italiani, per faciloneria o ignoranza, hanno favorito in passato questi allevaotri "poco allineati" ai regolamenti, magari in buona fede, acquistando uccelli non del tutto testati.
Quando sento o leggo, anche su questo forum, come diceva anche Melk della pellegrina presa da un suo amico, oppure di chi fa sparvieri o altro (gli Harris' sono in appendice II ed è magari differente, ma occhi agli autoctoni!) mi chiedo: presi a Giugno-Luglio nati in Italia? con quale documentazione?
Uno scritto di "cessione" che non vale nulla?
Attenzione perchè la buona fede non giustifica davanti alla legge, tutt'al piö dà* un attenuante.
Io non sono MAI uscito da casa di un allevatore (neppure in Italia) senza il CITES in tasca e consiglio a tutti di fare così.
Il fatto che in Italia i CITES si consegnino in ritardo rispetto al resto d'Europa (in Inghilterra agli allevatori professionisti danno addirittura i CITES precompilati da completare, come previsto dal regolamento europeo, ma in Italia il ministero non ci sente...) danneggia molto gli allevatori che devono tenere in voliera i falchi piö tempo (rischiando danni e aumentando i costi) e che non possono pertecipare a mostre mercato europee (vedi Gorizia e Germania).
Quindi per rispondere a Claudiocomastri, le lamentele e le proposte di miglioramento sono state fatte a tempo e con cognizione, ma le risposte per ora sono state sempre negative.
Invece a davidepioltelli dico che in Italia ci sono già* allevatori seri e competenti in materia di falchi, mancano spesso pero le cognizioni "legali e commerciali" e questo non solo blocca il mercato, ma crea una confusione controproducente. E a Jeri (riguardo il feldeggi): attenzione... nessuno vuole sminuire la capacità* dei singoli allevatori "amatoriali" (che poi sono tutti in Italia, perchè a parte la moglie di Daniele che lo fa di mestiere non mi risulta che qualcun altro rilasci regolarmente la fattura per l'acquisto di un falco... :wink: ) di riprodurre, ma devono anche essere a posto con i documenti.
Per cui attenzione : è bello e gratificante riprodurre falchi, ma occhio ai regolamenti.
Saluti.
Amedeo.

Come fanno a dare i Cites precompilati agli allevatori europei e negarli agli Italiani :? Questa è veramente bella :!: :evil:
L'allevatore(non italiano) che puo avere questi benedetti cites precompilati in quanto tempo riesce a darti un falco dalla nascita?

Sono informazioni molto interessanti, oltre che utili, Amedeo, ti ringrazio. :)

melk
09-08-2010, 10:37
Allora, vi spiego bene come si fa a poter detenere a casa un falco nato in cattività* da allevatore con regolare permesso di allevare e con registro di carico e scarico e tutti gli amenicoli necessari.
Sia ben chiaro che quello che dico vale per la provincia di FC e per il competente Ufficio CItes di questa zona, che peraltro è molto ben informato, professionale e anche umanamente cordiale.
L'allevatore fa la rituale denuncia di nascita, aspetta che l'ufficio cites venga a fare tutti i relativi controlli sui nuovi nati (controllo anelli e foto con soggetto e n. di anello), poi compila le richieste di Cites e aspetta la riunione della famigerata commissione ecc. ecc.
Nel frattempo l'allevatore dopo aver caricato sul suo registro i nuovi nati ha la possibilità* di cederli temporaneamente per un periodo MASSIMO DI DUE MESI e per CAUSE DI FORZA MAGGIORE a qualcuno che li accudisca al posto suo. Questa CESSIONE TEMPORANEA va COMUNICATA all' Ufficio Cites Competente compilando l' apposito modulo dove vengono indicati tutti i dati (provenienza dell' animale e indirizzo di collocazione temporanea ecc. ecc.) e inviandolo tramite fax o lettera raccomandata entro le 48 ore dalla CESSIONE TEMPORANEA.
Nel frattempo potrebbero avvenire i test del DNA per cui gli animali devono comunque essere disponibili.
Si capisce da sè che la cosa è macchinosa e comunque con queste prerogative non si puo cedere un falco all' estero o a chi vive a centinaia di chilometri di distanza, ma è comunque meglio di niente.
Naturalmente trascorsi i due mesi di affidamento, se il cites non è arrivato, (e sicuramente non è arrivato) bisogna rinnovare la richiesta di AFFIDO TEMPORANEO e rimandare il tutto a l'UFFICIO CITES
competente.
ATTENZIONE che non tutti gli uffici cites sono a conoscenza della possibilità* di questa CESSIONE TEMPORANEA PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE.
So per certo che in provincia di Pordenone non lo sapevano, poi hanno contattatio l'ufficio di Forlì e anche loro hanno recepito questa cosa.
E' chiaro che si tratta di un escamotage per venire incontro agli allevatori in modo che nopn debbano vedere incancrenire i loro animali chiusi dentro alle voliere per parecchi mesi.
Per quanto riguarda gli Uffici Cites della Forestale, quì in provincia di Forlì sono veramente efficienti, il problema è che la commissione non c'entra con loro per cui è inutile sollecitarli. Loro i controlli li fanno molto velocemente ma poi tutto si arena in commissione e i mesi passano inesorabili.
Speriamo che in futuro migliri.

menzacapo
09-08-2010, 10:44
Moolto interessante :idea:

Tanax
09-08-2010, 11:18
Allora, vi spiego bene come si fa a poter detenere a casa un falco nato in cattività* da allevatore con regolare permesso di allevare e con registro di carico e scarico e tutti gli amenicoli necessari.
Sia ben chiaro che quello che dico vale per la provincia di FC e per il competente Ufficio CItes di questa zona, che peraltro è molto ben informato, professionale e anche umanamente cordiale.
L'allevatore fa la rituale denuncia di nascita, aspetta che l'ufficio cites venga a fare tutti i relativi controlli sui nuovi nati (controllo anelli e foto con soggetto e n. di anello), poi compila le richieste di Cites e aspetta la riunione della famigerata commissione ecc. ecc.
Nel frattempo l'allevatore dopo aver caricato sul suo registro i nuovi nati ha la possibilità* di cederli temporaneamente per un periodo MASSIMO DI DUE MESI e per CAUSE DI FORZA MAGGIORE a qualcuno che li accudisca al posto suo. Questa CESSIONE TEMPORANEA va COMUNICATA all' Ufficio Cites Competente compilando l' apposito modulo dove vengono indicati tutti i dati (provenienza dell' animale e indirizzo di collocazione temporanea ecc. ecc.) e inviandolo tramite fax o lettera raccomandata entro le 48 ore dalla CESSIONE TEMPORANEA.
Nel frattempo potrebbero avvenire i test del DNA per cui gli animali devono comunque essere disponibili.
Si capisce da sè che la cosa è macchinosa e comunque con queste prerogative non si puo cedere un falco all' estero o a chi vive a centinaia di chilometri di distanza, ma è comunque meglio di niente.
Naturalmente trascorsi i due mesi di affidamento, se il cites non è arrivato, (e sicuramente non è arrivato) bisogna rinnovare la richiesta di AFFIDO TEMPORANEO e rimandare il tutto a l'UFFICIO CITES
competente.
ATTENZIONE che non tutti gli uffici cites sono a conoscenza della possibilità* di questa CESSIONE TEMPORANEA PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE.
So per certo che in provincia di Pordenone non lo sapevano, poi hanno contattatio l'ufficio di Forlì e anche loro hanno recepito questa cosa.
E' chiaro che si tratta di un escamotage per venire incontro agli allevatori in modo che nopn debbano vedere incancrenire i loro animali chiusi dentro alle voliere per parecchi mesi.
Per quanto riguarda gli Uffici Cites della Forestale, quì in provincia di Forlì sono veramente efficienti, il problema è che la commissione non c'entra con loro per cui è inutile sollecitarli. Loro i controlli li fanno molto velocemente ma poi tutto si arena in commissione e i mesi passano inesorabili.
Speriamo che in futuro migliri.

I motivi di forza maggiore sono comtemplati dal regolamento CEE, ma solo in casi specifici (ricovero veterinario etc) e riconosciuti dal CFdS. Per cui è logico che se un funzionario di un uff CITES periferico (tipo Forlì) decide che i "motivi di forza maggiore" siano legittimi, va tutto bene, ma non tutti i funzionari la pensano così. Non si puo generalizzare un escamotage che funzione in una provincia come se fosse valido genericamente. A Milano ti fanno le pernacchie.
Inoltre l'allevatore, come fai notare giustamente, come puo dare un animale ad uno sconosciuto, "fidandosi" del fatto che se gli fanno i controlli gli venga sicuramente riportato e che, per esempio, non l'abbia rivenduto o ceduto a sua volta? Un amico quando il CFdS, dopo quasi un anno dalle nascite, gli ha detto "fra due giorni veniamo a fare il DNA" (ed è stato fortunato ad essere stato avvisato, altrimenti potevano farli ugualmente senza dirgli nulla prima) si è sentito rispondere da un tipo che abitava a un centinaio di km a cui aveva ceduto un falco l'anno precedente: "vienitelo a prendere e riportamelo perchè non ho tempo e comunque se non mi hai ancora dato il CITES fatti tuoi...". Un altro animale della stessa nidiata era già* morto ed ha avuto un bel daffare a farsi inviare un certificato veterinario di decesso dal proprietario....
Per cui non è così "semplice" ed inoltre, alla fine chi corre i rischi maggiori è l'acquirente, perchè ha in casa un animale senza la documentazione che richiede la normativa CEE (infatti l'animale non è nato da lui e il documento di "cessione" non vale nulla ai fini della normativa comunitaria.
Io, per per esempio, non ho preso falchi con il doc d cessione senza CITES neppure in REGALO, figuriamoci pagando!
Per cui, ripeto, con il CITES compro in Italia e preferisco a parità* di prezzo favorire gli allevatori italiani, senza CITES no.
Poi, naturalmente, ognuno fa cio che credo meglio e qui non ci piove.
Saluti.

Tanax
09-08-2010, 11:22
Menzacapo scrive:
Come fanno a dare i Cites precompilati agli allevatori europei e negarli agli Italiani :? Questa è veramente bella :!: :evil:
L'allevatore(non italiano) che puo avere questi benedetti cites precompilati in quanto tempo riesce a darti un falco dalla nascita?


Io acquistai in Austria 4 pellegrini di 40 giorni già* con il CITES, piö di 10 anni fa... :wink:

mesca
09-08-2010, 13:06
quello che dici tanax è sconvolgente,praticamente in italia siamo ancora al medioevo. :cry:
caro melk sei stato esaudiente,ma ti ricordo che forlì per tua fortuna che ci vivi, è una delle città* piö efficenti d'italia, se non la piö efficente,è una cittadina stupendamente organizzata ,in tutto e pertutto:D

imonedas
09-08-2010, 13:59
Quando andai in inghilterra a prendere una femmina di gyrsacro l' allevatore mi disse che da loro tutti i CITES sono compilati dagli allevatori perchè ormai c'è reciproca fiducia tra falconieri e DEFRA (ente preposto ai controlli). Dopo un po di tempo mi sono imbattuto su un anuncio di vendita di una femmina di Bonelli a prezzo interessante sul IFF. Alla fine il responsabile della sezione, allevatore e membro della commissione falconieri-DEFRA, sconsigliava a tutti l'aquisto perchè la fonte di provenienza era poco affidabile (est europeo) e ci sono stati precedenti poco rassicuranti. Certo che in Italia siamo nel medioevo se ancora si prelevano rapaci selvatici.

melk
09-08-2010, 14:26
Sul fatto che in questo paese si vive di escamotage e sempre sul filo del rasoio non ci sono dubbi.
Ho riportato solo quanto ci è permesso fare quì e ho sottolineato che non tutti gli uffici recepiscono.
Sono convinto che se le cose non cambiano in fretta in Italia gli allevatori andranno scomparendo tranne Arcioni che è l'unico che ha i cites in due massimo tre mesi.
O si trovano strade tipo la mia (assolutamente legale dove vivo io) o si compra il falco all' estero.
Il problema Cites è quello che tarpa le ali agli allevatori in Italia e di conseguenza nè limita enormemente la crescita.
Ti tagliano le gambe prima di iniziare.
Vi immaginate il mio amico a cui sono nati 5 pellegrini se non avesse avuto la possibilità* di poterli dare in affidamento ad amici poco distanti da lui?
Cosa se ne fa di 5 animali in voliera per 7/8 mesi ?(ma forse anche di piö).
E poi ci lamentiamo che gli allevatori esteri ci fregano.
Io dico per fortuna che esistono, altrimenti i falchi ce li scordiamo alla grande.
Un arcioni in Italia è un caso quasi isolato.
Quanti allevatori Italiani conoscete in grado di darvi il cites nel giro di tre mesi ??

Tanax
09-08-2010, 15:18
Sono convinto che se le cose non cambiano in fretta in Italia gli allevatori andranno scomparendo tranne Arcioni che è l'unico che ha i cites in due massimo tre mesi.
Vi immaginate il mio amico a cui sono nati 5 pellegrini se non avesse avuto la possibilità* di poterli dare in affidamento ad amici poco distanti da lui?
Cosa se ne fa di 5 animali in voliera per 7/8 mesi ?(ma forse anche di piö).
Un arcioni in Italia è un caso quasi isolato.
Quanti allevatori Italiani conoscete in grado di darvi il cites nel giro di tre mesi ??

Personalmente posso dirti che se il tuo amico avesse fatto richiesta dei CITES nello stesso momento in cui ha fatto la comunicazione di nascita (cioè entro il decimo giorno, appena messi gli anelli), salvo problemi di esame DNA, avrebbe avuto i CITES adesso. Se non li ha è perchè non ha fatto la domanda subito oppure perchè hanno sospeso la pratica per fare accertamenti, altrimenti li avrebbe come tutti gli altri.
Se chiedi a Rocco vedrai che ti confermerà* che l'astore che ha preso dal mio amico Luigi di Pavia, ha il CITES già* pronto, esattamente come quelli di Daniele. Guarda caso sono due persone (distanti geograficamente e che utilizzano due diversi uffici CITES) che utilizzano gli stessi tempi e modi di richiesta documento...
Non è che tutti gli anni in tre mesi si hanno i CITES, ma quest'anno è andata bene e l'hanno dati a tutti (non solo a Daniele) quelli (naturalmente in regola) che ne hanno fatto domanda fino a giugno. L'anno scorso hanno posticipato per tutti a causa di problemi della Commissione.
Io gli anni scorsi ho preso gheppi e pellegrini (gli astori non li compro, li inanello... :wink: ) nati in Italia, che a 70 giorni di età* avevano già* il CITES.
Per rientrare nella prima "infornata" della Commissione, prima delle ferie estive, è INDISPENSABILE spedire la richiesta di CITES appena si conoscono i numeri di anello messi sui pulli. Capisco che sia difficile sessare a 9-10 gg, ma eventualmente si puo rettificare in un secondo tempo, tanto la Commissione si riunisce di solito a Luglio e per quel periodo i sessi sono evidenti.
Faccio qui questo discorso, non per filantropia, ma perchè spero che domani in Italia si possano comprare falchi "a posto" sotto tutti i profili, senza dover andare all'estero.
A questo proposito vorrei anche dire che gli anelli (ovviamente chiusi e senza saldature) devono essere di fattura industriale, non self made. Lo dice la legge espressamente.
Si possono comprare da vari produttori (tipo il Bird Register in Inghilterra o diventare soci FOI, o Ziboni in Italia o altri), ma non farli in casa con sezioni di tubi e punzoni.
Quando tiro fuori il grano, voglio avere tutto a norma di legge... anelli, documenti e, possibilmente , prezzo... :wink:
Dico questo perchè mi sono sentito dire, da un "allevatore" italiano, che 5 o 10 euro per un anello inglese sono troppi... :cry: :x 8O
Questo sebbene il falco, avesse il prezzo piö alto che nel resto di Europa, adducendo il motivo che: "se vai a prenderlo in Germania, fra benza e albergo spendi di piö..." ..... 8O
Salutoni.
Amedeo.

toscano1
09-08-2010, 15:43
Amedeo (e tutti gli altri)

di solito i ritardi biblici sui CITES si hanno il primo anno che fai la denuncia di nascita e con relativa richiesta di Registro di carico/scarico perchè deve prima passare la Commissione scientifica a visionare la idoneità* delle voliere ecc poi passano (quando non si sa!!) gli Ispettori del Ministero a fare i prelievi del DNA ecc

Per cui passano mesi e mesi

Dal secondo anno in poi (in teoria) dovrebbe essere tutto molto piö veloce e dovrebbero rilasciarti i CITES nei tempi che tu hai detto

Per quanto riguarda gli anelli di fattura industriale NON costano 5 o 10 euro cadauno ma al costo di 10 sterline te ne danno 10 !! quindi, considerando un poco di spese postali al massimo verranno a costare 1 - 2 euro cadauno

melk
09-08-2010, 15:55
Speriamo che i ritardi siano dovuti al fatto che serve il dna essendo la prima covata fatta dalla coppia, comunque per gli sparvieri non è la prima covata e i tempi sono sempre quelli.
Sicuramente si va meglio ora che anni fa comunque non si puo certo dire che le cose funzionano come all' estero.
Ora la commissione cites dovrebbe riunirsi piö volte all' anno, ma solo perchè gli allevatori di tartarughe hanno fatto enormi pressioni.
Riunendosi piö spesso dovrebbero fare prima.
la richiesta dei cites è stata fatta al momento giusto ma le visite e i sopralluoghi li fanno quando hanno tempo per cui i tempi della richiesta contano fino ad un certo punto a meno chè non si faccia richiesta preventiva per l' anno successivo :lol:
Io sono convinto che se le cose non migliorano in fretta l'allevamento in Italia è morto in partenza.
Resto fiducioso.

imonedas
09-08-2010, 16:57
Giovanni mi hai anticipato sul costo degli anelli :wink: . Il registro non dovrebbe essere obbligatorio per chi non commercia i falchi o mi sbaglio?

menzacapo
09-08-2010, 17:33
Menzacapo scrive:
Come fanno a dare i Cites precompilati agli allevatori europei e negarli agli Italiani :? Questa è veramente bella :!: :evil:
L'allevatore(non italiano) che puo avere questi benedetti cites precompilati in quanto tempo riesce a darti un falco dalla nascita?


Io acquistai in Austria 4 pellegrini di 40 giorni già* con il CITES, piö di 10 anni fa... :wink:


Si ma infatti non era una critica un mettere in dubbio ma semplicemente un chiedere come fanno "loro" e come non riusciamo "noi"... :( :?:

lanticovolo
09-08-2010, 17:44
Il registro non e' obbligatorio per chi non scambia , commercia , cede e mostra rapaci....se li tieni solo per attivita' venatoria estop vai senza!!! :)

imonedas
09-08-2010, 17:51
Se dovessi riuscire nella riproduzione sono tenuto ad avere il registro? Penso che la legge faccia distinzione tra commercio e semplice cessione.

lanticovolo
09-08-2010, 17:57
Per me lo devi avere.......

toscano1
09-08-2010, 19:25
Se dovessi riuscire nella riproduzione sono tenuto ad avere il registro? Penso che la legge faccia distinzione tra commercio e semplice cessione.

Se vorrai cedere i tuoi pullus nati ti occorre il registro, come è obbligatorio averlo se vorrai richiedere i CITES dei tuoi pullus
Se non hai interesse a vendere o cedere o regalare i pullus puoi anche non richiedere i CITES (e quindi il registro carico/scarico) ma in questo caso non puoi cederli, portarli in giro, non puoi farli riprodurre ecc ecc

jery
09-08-2010, 20:43
Comunque il registro carico/scarico è "OBBLIGATORIO" se hai da 4 animali in appendice A in sö.

Dopo che qui in italia ognuno (provincia, regione, comuni, ecc..) interpreta la legge è un'altra cosa :wink:

Io non allevo, ma ho il registro sia della provincia che della forestale.

Se uno alleva astori o sparvieri, o pellegrini o altro e ne ha una sola coppia, non è obbligato ad avere il registro

toscano1
10-08-2010, 07:08
Alessandro

trovami il riferimento di Legge dove dice che se detieni da 4 animali in appendice A occorre il registro obbligatorio

Tanax
10-08-2010, 08:31
Comunque il registro carico/scarico è "OBBLIGATORIO" se hai da 4 animali in appendice A in sö.

Dopo che qui in italia ognuno (provincia, regione, comuni, ecc..) interpreta la legge è un'altra cosa :wink:

Io non allevo, ma ho il registro sia della provincia che della forestale.

Se uno alleva astori o sparvieri, o pellegrini o altro e ne ha una sola coppia, non è obbligato ad avere il registro


Non mi risulta di averlo letto su nessun regolamento, potresti citarmi la fonte? Se te lo ha detto un forestale locale non conta, è la fonte legale che fa testo.
In Italia esistono circolari del ministero, riferite ai regolamenti europei, che danno le "dritte" interpretative al CFdS. Gli enti locali ( Regioni, province etc) emettono leggi regionali o regolamenti provinciali che devono per forza recepire la normativa nazionale o comunitaria. Per cui in una regione non possono farti compilare un registro regolamentato da un reg europeo, se la normativa comunitaria non lo prevede.
Se poi per non sbagliare "melior abundare quam deficere"... va bene lo stesso.

Tanax
10-08-2010, 09:00
Amedeo (e tutti gli altri)

di solito i ritardi biblici sui CITES si hanno il primo anno che fai la denuncia di nascita e con relativa richiesta di Registro di carico/scarico perchè deve prima passare la Commissione scientifica a visionare la idoneità* delle voliere ecc poi passano (quando non si sa!!) gli Ispettori del Ministero a fare i prelievi del DNA ecc

Per cui passano mesi e mesi

Dal secondo anno in poi (in teoria) dovrebbe essere tutto molto piö veloce e dovrebbero rilasciarti i CITES nei tempi che tu hai detto

Per quanto riguarda gli anelli di fattura industriale NON costano 5 o 10 euro cadauno ma al costo di 10 sterline te ne danno 10 !! quindi, considerando un poco di spese postali al massimo verranno a costare 1 - 2 euro cadauno

Non è così. I controlli li fanno quando la commissione decide di farli. Il primo anno per prenderlo ai genitori, ma poi potresti cambiare coppia e comunque i giovani possono essere controllati anche tutti gli anni. Fare la domanda di CITES subito serve a far entrare la tua domanda nella prima riunione della commissione e quindi se passa senza controlli, hai i CITES entro luglio.
E' chiaro che se devono farti gli esami vai poi alla successiva riunione ed i CITES li hai, se va bene, a settembre, ma se ritardi la domanda, a settembre ci vai di sicuro, se non ti fanno le analisi, altrimenti i CITES li vedi a Dicembre o dopo.
Sono 8 anni che facciamo domande di CITES a Roma, in Umbria e in Lombardia.... e un po' di metodo e di esperienza l'abbiamo accumulati, a volte pagando il noviziato... :wink:
Gli anelli lo so quanto costano, era il "grande allevatore" che citavo che probabilmente non lo sapeva e comunque, fossero anche 10 euro ad anello, credo che ci potrebbe stare come costo... o sbaglio?
Questo per dire che le leggi saranno anche incasinate etc etc, ma anche avere a che fare con alcuni tipi che calcano il nostro patrio suolo, non è molto edificante... :wink:
C'è persona e persona, da una parte e dall'altra, ma io ho notato che se il falconiere non fa casino e si comporta in modo collaborativo, i rapporti si facilitano e tutto fila piö liscio.
Naturalmente senza farsi soverchiare dalle autorità*, che talvolta per ignoranza, "tracimano"...

jery
10-08-2010, 09:18
Oltre al fatto che me lo ha detto l'ufficio cites di macerata, poi proprio perche sapevo che ognuno dice cose che non sempre sono vere, sono andato a cercarmi su internet i regolamenti inerenti gli allevamenti amatoriali, e se cercate c'è un PDF che dice questo, almeno per quanto riguarda le regioni di marche e abruzzo.

Tanax
10-08-2010, 09:34
Menzacapo scrive:
Come fanno a dare i Cites precompilati agli allevatori europei e negarli agli Italiani :? Questa è veramente bella :!: :evil:
L'allevatore(non italiano) che puo avere questi benedetti cites precompilati in quanto tempo riesce a darti un falco dalla nascita?


Io acquistai in Austria 4 pellegrini di 40 giorni già* con il CITES, piö di 10 anni fa... :wink:


Si ma infatti non era una critica un mettere in dubbio ma semplicemente un chiedere come fanno "loro" e come non riusciamo "noi"... :( :?:


In Italia non ci danno i CITES precompilati (che Daniele ha richiesto espressamente già* dallo scorso anno) semplicemente perchè il nostro ministero non si fida dei falconieri italiani (allevatori o meno). Tutto qui...
A giudicare dagli ultimi eventi direi che è dura dargli torto... e allora stiamo sotto...
Tenete conto del fatto che è successo che qualche "falconiere" (piö di uno) abbia chiesto sia a Luigi che a Daniele se la "genetica" degli astori che vendono è buona per la caccia, altrimenti non lo avrebbe comprato...
A prescindere dall'ingenuità* della domanda, il divertente è che: primo si chiede di un astore come se si stesse andando a comprare un canarino fra tanti, secondo che la preoccupazione è per una caratteristica assolutamente impossibile da verificarsi. Di contro non ci si preoccupa dei documenti o della regolarità* dell'anello.
E' evidente che la questione legale per il falconiere italiano è in second'ordine rispetto al colore, alle capacità* presunte di caccia, alla taglia etc etc
Per cui, per colpa di qualcuno, il ministero non fa credito a nessuno... :(

toscano1
10-08-2010, 09:49
O Amedeo, come non è così?

ma scherzi?

allora, quando fai denuncia di nascita per la prima volta nella tua vita (rapaci in allegato A), DEVE prima passare la Commissione scientifica..come dici tu, quando le pare e piace, ok. Se prima non passa la Commissione puoi fare qualsiasi richiesta di CITES che nessuno te lo rilascerà* se non dopo parere favorevole di tale Commissione !! Poi, arriveranno gli ispettori x il DNA ed il successivo rilascio, se tutto ok, dei CITES ! i tempi sono lunghi in questo caso (prima volta)

Se l'anno successivo, con la stessa coppia, riproduci nuovamente, possono rilasciarti i CITES in tempi ragionevoli, come pure possono decidere di fare nuovamente il DNA sui pullus e sui genitori e qui i tempi si riallungano!

Se nel frattempo un genitore muore devi metterlo in congelatore e lasciarlo a disposizione delle autorità* per un eventuale prelievo di piume per il DNA di controllo

Alessandro
riguardo il registro di carico/scarico hai ragione, non sei obbligato ad averlo ma solo SE non ti interessano i CITES !! ma in questo caso, come dicevo prima, NON puoi venderli, portarli in giro, farli riprodurre ecc ecc.

Sono anni che parlo spesso con l'ufficio CITES di Firenze i quali funzionari mi hanno spiegato molte volte tutte le varie possibilità* che abbiamo, ovvero, richiedere registro ed i relativi CITES, oppure non richiedere il registro ma allo stesso tempo non possiamo avere i CITES con tutte le restrizioni del caso sui pullus nati. Ovviamente la denuncia di nascita entro 10 gg è OBBLIGATORIA in ogni caso

melk
10-08-2010, 10:37
In Italia non ci danno i CITES precompilati (che Daniele ha richiesto espressamente già* dallo scorso anno) semplicemente perchè il nostro ministero non si fida dei falconieri italiani (allevatori o meno). Tutto qui...
A giudicare dagli ultimi eventi direi che è dura dargli torto... e allora stiamo sotto...
Tenete conto del fatto che è successo che qualche "falconiere" (piö di uno) abbia chiesto sia a Luigi che a Daniele se la "genetica" degli astori che vendono è buona per la caccia, altrimenti non lo avrebbe comprato...
A prescindere dall'ingenuità* della domanda, il divertente è che: primo si chiede di un astore come se si stesse andando a comprare un canarino fra tanti, secondo che la preoccupazione è per una caratteristica assolutamente impossibile da verificarsi. Di contro non ci si preoccupa dei documenti o della regolarità* dell'anello.
E' evidente che la questione legale per il falconiere italiano è in second'ordine rispetto al colore, alle capacità* presunte di caccia, alla taglia etc etc
Per cui, per colpa di qualcuno, il ministero non fa credito a nessuno... :([/quote]

Purtroppo è questa la triste realtà*, come al solito la disonestà* dilaga prorompente.
Immagino che ci vorranno ancora alcuni anni di controlli di DNA ecc.. ecc.. poi gli allevatori conosciuti avranno sicuramente delle agevolazioni in quanto avranno nel frattempo dato prova delle loro capacità* e sono convinto che si instaurerà* un rapporto di fiducia, per cui basteranno solo controlli a campione e le pratiche CITES si sveltiranno.
Speriamo che sia così, altrimenti dovremo continuare ad andare all' estero.
Amedeo sottolinea anche la qualità* dell'acquirente medio che di solito chiede prima di tutto quanto costa, come se cento euro in piö o in meno gli cambino la vita, se costa poco puoi vendere qualsiasi cosa con qualsiasi documento.

Tanax
10-08-2010, 11:18
[quote="toscano1"]O Amedeo, come non è così?

ma scherzi?

allora, quando fai denuncia di nascita per la prima volta nella tua vita (rapaci in allegato A), DEVE prima passare la Commissione scientifica..come dici tu, quando le pare e piace, ok. Se prima non passa la Commissione puoi fare qualsiasi richiesta di CITES che nessuno te lo rilascerà* se non dopo parere favorevole di tale Commissione !! Poi, arriveranno gli ispettori x il DNA ed il successivo rilascio, se tutto ok, dei CITES ! i tempi sono lunghi in questo caso (prima volta)

Se l'anno successivo, con la stessa coppia, riproduci nuovamente, possono rilasciarti i CITES in tempi ragionevoli, come pure possono decidere di fare nuovamente il DNA sui pullus e sui genitori e qui i tempi si riallungano!


O Tosco ma che c'hai l'alzaimer? (scritto in toscano così capisci :lol: :lol: :lol: )
"Non è così".... si riferiva la fatto che dal secondo anno ti rilasciano i cites senza rifare gli esami... non che non te li fanno alla prima volta (quello lo davo per scontato) !!!! :) :) :)
E smettila si sottilizzare su tutto quello che scrivo in fatto di riproduzione che io non disquisisco su come si fanno i cappucci... :lol: :lol: :lol: :lol:
In realtà* diciamo esattamente le stesse cose.
Pero i cappucci li faccio anch'io... :wink: ma un po' meno belli dei tuoi... :oops:

stefano
10-08-2010, 11:35
interessante questo scontro/incontro tra elefanti della falconeria.
alla fine davvero state dicendo le stesse cose
buon volo

Tanax
10-08-2010, 12:07
interessante questo scontro/incontro tra elefanti della falconeria.
alla fine davvero state dicendo le stesse cose
buon volo

Peccato che io simile all'elefante ho solo le orecchie, mentre Giovanni ha la PROBOSCIDE !!!!!
:lol: :lol: :lol: :lol:

toscano1
10-08-2010, 12:15
o Amedeino ( perchè sei "piccino" fisicamente rispetto a me :D )

se mi citi tutto il mio discorso e poi inizi con un "NON è così" dimmi te chi ha l'alzaimer (alla toscana) ? o icchè la si deve capire se citi tutto ? ovviaaaaaaaaaa

Tanax
10-08-2010, 12:18
o Amedeino ( perchè sei "piccino" fisicamente rispetto a me :D )

se mi citi tutto il mio discorso e poi inizi con un "NON è così" dimmi te chi ha l'alzaimer (alla toscana) ? o icchè la si deve capire se citi tutto ? ovviaaaaaaaaaa

O Giovannone,
ma e te che cura t'hanno dato, perchè missà* che a me, me l''hanno sbagliata... :lol: :lol: :lol:

TYTO
10-08-2010, 12:46
Per cui, per colpa di qualcuno, il ministero non fa credito a nessuno... :(

mi dispiace ,ma non sono d'accordo : credo che la colpa ,se di colpa si puo parlare , è del pressochè totale disinteresse da parte dei falconieri (e le loro associazioni) ,salvo quando direttamente interessati , nei confronti dei cosidetti allevatori .
Una burocrazia medioevale ,unità* ad un'incapacità* di fare "gruppo" (non solo tra allevatori ,quattro gatti ) ,ma tra i veri fruitori del prodotto ,i falconieri , ci hanno ridotto a fanalino di coda come possibilità* di avere falchi "italiani" ...
I ladri di falchi non sono ne allevatori ne dovrebbero essere falconieri , sono ladri e basta ... il non far capire che non poter fornire di regolare Cites nei tempi dovuti gli allevatori nostrani sia un danno sia per la nostra bilancia dei pagamenti ,sia per la "gestione " e il "controllo" su questi animali ,demandando di fatto a paesi ,alcuni dei quali sappiamo quanto mene dare dei dubbi sulla regolarità* dei documenti , è un clamoroso autogol dell'amministarzione e dei falconieri in generale ..se pero poi qualcuno ha dei vantaggi nelle situazioni dubbie ... :cry:

comunque discussione interessantissima! vediamo dove porta! 8)

ciao franco

menzacapo
10-08-2010, 17:01
Franco è vero quello che tu dici ed è anche "Vostro" compito indottrinare i novelli su questioni di questio tipo che pochi(tra i già* pochi falconieri) conoscono per sperare di avere i primi risultati/tentativi. Dunque aventi con quest'interessantissima discussione. :D

Come vanno gli smerigli 8) 8) 8) :?: scusate l'ot.

imonedas
11-08-2010, 07:49
Le legge regionale abruzzese, come scrive jery, per quanto riguarda la detenzione e allevamento di uccelli e mammiferi obbliga detenzione di registro solo quando si supera il numero di due coppie per specie, se i giovani si cedono dopo la nascita, appena svezzati, non ci si rientra. Ho avuto due coppie di cardellini regolarmente inanellati e tuttora ho una coppia di lepri, fagiani e starne e mi sono dovuto informare per forza prima. Tutto certificato dall'ufficio provinciale con tanto di fotocopia della legge regionale. Non so se per la forestale e gli allegati A è diverso. Mi informero all'ufficio CITES di Pescara e vi faro sapere. Riguardo i CITES precompilati e la reciproca fiducia ente preposto al controllo e allevatori-falconieri ho gia spiegato la situazione inglese. Come dare torto al CFS in italia? In grecia c'è il detto "Chi si è bruciato col brodo soffia pure sullo yogurt" :lol:

mesca
11-08-2010, 08:01
franco hai fatto centro ,capisco tutti i problemi che trovate nello sviluppare la vostra crescita,ma che non ci sia il modo per farvi conoscere non credo ,dato che gorizia è l'unico momento, in tutto l'anno dove allevatori e falconieri(pochi)si incontrano ,perchè gli allevatori italiani snobbano questo evento?
e se piccoli o al momento senza animali non fanno gruppo e si riuniscono in un unico stend, e spiegano i problemi i motivi del mancato cites ,o semplicemente espongono animali, e prendono ordinazioni ,per consegnare l'animale al momento della consegna del cites?non so se è fantascenza, ma credo sia fattibile, ci saranno sicuramente grossi problemi anche economici , ma se viene rotto il ghiaccio, poi dopo sarà* molto piö semplice, io lavedo così,ma mi posso sbagliare,sicuramente se conoscevo allevatori in italia mi sarei informato prima di acquistare da un altra parte.

TYTO
11-08-2010, 11:06
Menzacapo - purtroppo spesso si ha voglia di buttare tutto alle ortiche ... :cry:
solo perchè ogni tanto si sente qualche nuovo appassionato come te si va avanti
sperando che prima o poi qualcosa cambi
Imonedas - Giovanni è stato chiarissimo: se vuoi che i tuoi nati abbiano il Cites (senza il quale il
falco NON si puo spostare da casa) devi avere il registro ,sia per l'allegato A che il B .
poi fare tutte le comunicazioni del caso ...
Ripeto NON sono d'accordo sul fatto che si giustifichi il CFS (o meglio tutto l'apparato
prepostoper il rilascio dei CITES)per il l fatto che qualcuno ruba .Esiste una legge ,tra
l'altro su direttiva europea ,alla quale l'Italia ha aderito , per il rilascio dei certificati
Sarebbe come dare la patente ai neopatentati dopo tre anni che hanno superato
l'esame di guida perchè alcuni giovani in preda a droghe o alcol fanno incidenti ..)

toscano1
11-08-2010, 11:19
Imonedas

le lepri come i cardellini, i fagiani e le starne non c'azzeccano nulla con i rapaci e le direttive CE, ne con il CITES e quant'altro !
I rapaci, essendo animali particolarmente protetti, hanno tutt'altra "legislazione" rispetto gli animali cacciabili e/o non sottoposti a regimi particolari di protezione.
Pertanto, se i tuoi ibridi dovessero un domani riprodursi con tanto di pullus nati e svezzati, se vuoi i CITES devi obbligatoriamente richiedere il registro di carico/scarico ecc ecc, se non ti interessano i CITES (sarebbe masochistico non richiederli ) sappi che, come già* spiegato, NON potrai ne cederli, ne spostarli ne farli riprodurre, quindi, neppure volarli !!!! vedi tu

Tanax
11-08-2010, 11:30
Le legge regionale abruzzese, come scrive jery, per quanto riguarda la detenzione e allevamento di uccelli e mammiferi obbliga detenzione di registro solo quando si supera il numero di due coppie per specie, se i giovani si cedono dopo la nascita, appena svezzati, non ci si rientra. Ho avuto due coppie di cardellini regolarmente inanellati e tuttora ho una coppia di lepri, fagiani e starne e mi sono dovuto informare per forza prima. Tutto certificato dall'ufficio provinciale con tanto di fotocopia della legge regionale. Non so se per la forestale e gli allegati A è diverso. Mi informero all'ufficio CITES di Pescara e vi faro sapere. Riguardo i CITES precompilati e la reciproca fiducia ente preposto al controllo e allevatori-falconieri ho gia spiegato la situazione inglese. Come dare torto al CFS in italia? In grecia c'è il detto "Chi si è bruciato col brodo soffia pure sullo yogurt" :lol:

Come ha detto il Tosco, gli animali protetti dalla Convenzione di Washington sono tutt'altra cosa rispetto alla fauna protetta dalle leggi nazionali.
La legge regionale (di qualsiasi regione) NON PUO' ritoccare una normativa CEE che recepisce una normativa internazionale (CITES).
Per cui attenzione a fare questi discorsi, creano solo confusione. Mi meraviglio di Jeri che da quanto capisco è un professionista.

jery
11-08-2010, 15:32
Se leggete il regolamento degli allevamenti amatoriali (scaricabili da internet) troverete tutto scritto.
Qui si sta parlando di registro carico scarico, non di cites (che per gli allegato A è sempre obbligatorio), per cui, chi ha solo 2 falchi per volare o una coppia, non è obbligato ad avere tale registro, a meno che non vuole tenersi i piccoli nati, allora deve per forza averlo una volta raggiunte le 4 unità*.
Poi da come ho capito molti pochi lo hanno.............

menzacapo
11-08-2010, 16:08
Menzacapo - purtroppo spesso si ha voglia di buttare tutto alle ortiche ... :cry:
solo perchè ogni tanto si sente qualche nuovo appassionato come te si va avanti
sperando che prima o poi qualcosa cambi



Queste parole dette da un grande falconiere ed allevatore come te mi lusingano :D Non devi-dovete assolutamente mollare perchè quelli come te sono l'orgoglio del nostro paese per quanto riguarda la falconeria, poi i problemi ci sono e ci saranno sempre e si spera di risolverli pian piano. :)