PDA

Visualizza Versione Completa : La nuova proposta di legge per regolamentare la caccia.



LetiziaS
11-03-2009, 11:55
Rimango sconcertata riguardo tutti i punti che vengono affrontati, ma soprattutto della volontà* di diminuire le pene per chi abbatte animali protetti. Ma che legge è? Non solo sono finite le prede in natura a causa di una caccia sconsiderata e senza controlli sufficienti, che ci costringe ad acquistare le prede per poterle fare ai nostri falchi, ma ora, se ci sparano ad un falco durante il volo (cosa che succede spessissimo)non gli fanno nemmeno cio si meriterebbero? ...non dico cosa si meriterebbero per me.... *
Di questo passo dove andremo a finire? *Trovo che la falconeria sia affascinante anche perchè è eco-compatibile.

Cosa ne pensate?

als
11-03-2009, 12:15
nel testo che ho letto (sommariamente) non vedo la depenalizzazione delle pene per abbattimento di specie protetta.... mi fai capire?

ciao
ale

melk
11-03-2009, 12:25
Le prede in natura sono finite per motivazioni ben piö complesse della "caccia sconsiderata".
Non condivido questa affermazione (caccia sconsiderata), in Italia non esiste.

stefano
11-03-2009, 12:48
leggendo bene nn c'è depenalizzazione delle pene e delle ammende, ci sono delle modifiche sul concetto di protezione della fauna e un contradditorio sull'uso dei richiami vivi, e degli zimbelli, tipo la civetta, che da un lato è specie protetta e dall'altro si puo utilizzare come zimbello se proveniente da allevamento autorizzato.
buon volo

LetiziaS
11-03-2009, 13:11
Se fate caso, dove si sono voluti mantenere invariati i comma, c'è scritto "INVARIATO", mentre per quelli che riguardano le pene si è lasciato in bianco, sinonimo che ancora non si è giunti alla decisione. Si vocifera in ambienti politici che la diminuzione delle pene possa divenire reale nella proposta. Cosa che non mi meraviglierebbe se considerate attentamente il messaggio che viene trasmesso in tutti *i punti della proposta. In particolare chi viene sorpreso a fare bracconaggio:"Art.28 comma 2. Nei casi previsti dall’articolo 30, gli ufficiali ed agenti che esercitano funzioni di polizia giudiziaria procedono al sequestro delle armi, della fauna selvatica e dei mezzi di caccia, con esclusione del cane e dei richiami vivi autorizzati. In caso di condanna per le ipotesi di cui al medesimo articolo 30, comma 1, lettere a), b), c), d) ed e), le armi e i suddetti mezzi sono restituiti al legittimo proprietario dopo l’oblazione della ammenda." Cioè, gli si ridanno anche strumenti usati, così non spreca tempo a fabbricarne di nuovi!

zagor
11-03-2009, 14:10
letizia, io credo che si riferisca a vracconaggio con fucile, e in tal caso restituiscono il fucile, non trappole varie vietate ecc., almeno credo, poi in italia tutto è possibile.

als
11-03-2009, 14:10
Capisco le tue preoccupazioni qualora venissero ridotte le pene per alcuni reati pero, cio che non è scritto, non puo essere interpretato *:wink:
Per l'altro punto anche a me sembra quanto meno bizzarro che vengano restituiti i corpi del reato... avrei preferito che questi venissero distrutti o allocati diversamente. In ogni caso, purtroppo, non credo che la sola mancata restituzione avrebbe dato maggiori garanzia alla eliminazione di atti illeciti.

ale

melk
11-03-2009, 15:32
Io non mi preoccuperei molto della depenalizzazione dei reati (che non c'è), ne della restituzione o meno dei fucili (un fucile usato costa 300 euro), ma mi proccuperei molto (e mi preoccupo) del fatto che la falconeria ancora una volta non sarà* regolamentata in alcun modo e noi continueremo a rimanere nel limbo fra il bracconaggio e gli pseudopermessi di fantasiosi funzionari provinciali.
C'è la possibilità* di cambiare una legge e di aggiungere qualche articolo che ci renda la vita piö facile e non c'è un' associazione e dico una, che abbia fatto qualche proposta valida.
Questa è la cosa veramente triste.

sirpiolo
11-03-2009, 16:13
Basterebbe variare, come già* proposto da molti in questo forum (se non da tutti), la parola "falco" con "rapaci" e così si sistemerebbe già* molte situazioni...

toscano1
11-03-2009, 17:07
State facendo un casino della madonna!!! c'è molta confusione e disinformazione

x Letizia

l'abbattimento di un rapace selvatico non verrà* depenalizzato perchè specie particolarmente protetta!
diverso è il discorso di abbattimento di rapace da falconeria; essendo tale rapace di allevamento NON è piö considerato spp come il selvatico (attualmente), pertanto quando uno pseudo-cacciatore lo fucila non va incontro a penale ma ad una ammenda, oltre al fatto che l'assicurazione paga il danno.

Se un cacciatore viene sorpreso per aver abbattuto fauna non consentita (diverso da spp) o fuori dai tempi, gli viene sequestrato il fucile e/o i mezzi di cattura. Il fucile dopo pagamento sanzione viene restituito mentre i mezzi non leciti vengono sequestrati e distrutti (quì cìè anche il penale)

x Stefano
perchè non usare la civetta se proveniente da allevamento e munita di CITES? noi andiamo a caccia coi nostri falchi, giusto? quale problema c'è ad usare la civetta? NESSUNO

Caccia nei parchi:
NON c'è caccia nei parchi!! è disinformazione degli anticaccia!!
viene concesso alle autorità* preposte di organizzare abbattimenti programmati e selettivi nei Parchi qualora il caso giustifichi il mezzo, ovvero, per esempio, epidemia di cheratocongiuntivite virale dei camosci che si sviluppo in alcuni parchi alpini per il sovraffollamento qualche anno fa. Ecco, in quel caso una selezione ed una diminuizione della popolazione dei camosci è auspicabile con abbattimenti mirati e supercontrollati.
Oppure presenza di cinghiali all'ennesima potenza che distruggono tutto ecc ecc

Quindi questi abbattimenti selettivi e controllati NON SIGNIFICANO CHE SI PUO' CACCIARE NEI PARCHI !!! ripeto, è solo disinformazione bella e buona !!

Comunque, quella del sen Orsi è una proposta, tutta da valutare, da sviscerare ecc ecc..Ovvio che gli anticaccia trovano il peggio del peggio in qs proposta, come è sempre accaduto e sempre accadrà*

x melk

la regolamentazione della falconeria e di tutta la caccia stessa spetta alle Regioni le quali sono sempre state latitanti nei nostri confronti. La legge nazionale è una legge quadro che da dei principi entro i quali le regioni debbono a loro volta legiferare e regigere regolamenti vari. L'importante è che ci sia mensionato che il falco (rapace) è un mezzo lecito di caccia, il resto sta alla buona volontà* dei nostri governatori regionali

melk
11-03-2009, 18:29
Secondo mè la legge quadro va "inquadrata" un po meglio :)

tukutela
11-03-2009, 18:33
x Toscano, clap...clap... :wink:


Vincenzo

LetiziaS
11-03-2009, 18:38
Giovanni lo sapevo che ti si faceva incavolare! Comunque, nella vecchia legge, come nella nuova, almeno che non mi sia sfuggito (se è così per favore dimmi qual è l'articolo) non si parla di mezzi leciti o non leciti, si parla solo di mezzi di caccia, ed a tal riguardo si dice che verranno restituiti dopo pagamento dell'ammenda. Ma se uno mette le tagliole e viene beccato , la tagliola come viene considerata, mezzo di caccia? In questo caso verrebbe restituita.
Chiedo chiarimenti a chi se ne intende di piö.

p.s. comunque credo che le discussioni su questi temi siano importanti quanto delicate, e servono a chiarirsi le idee. E poi, io ho la teoria che in Italia ci sono animalisti anticaccia anche perchè ci sono cacciatori non corretti . Questa forse non è la sede giusta per parlarne, ma credo che in un paese densamente abitato come l'Italia, dove uomini ed animali vivono vicini ed i cui ambienti sono sempre piö condivisi, il tema della caccia va affrontato seriamente, prendendo in considerazione tantissimi fattori. E vorrei anche leggi piö chiare, che non nascondano delle novità* per il futuro.

Ultimamente si vede una grande quantità* di specie che prima non si vedeva, spero solo che non si torni indietro.

melk
11-03-2009, 18:50
Articolo 13
Mezzi per l'esercizio dell'attività* venatoria
1. L'attività* venatoria è consentita con l'uso del fucile con canna ad anima liscia fino a due colpi, a ripetizione e semiautomatico, con caricatore contenente non piö di due cartucce, di calibro non superiore al 12, nonché con fucile con canna ad anima rigata a caricamento singolo manuale o a ripetizione semiautomatica di calibro non inferiore a millimetri 5,6 con bossolo a vuoto di altezza non inferiore a millimetri 40.

2. àˆ consentito, altresì, l'uso del fucile a due o tre canne (combinato), di cui una o due ad anima liscia di calibro non superiore al 12 ed una o due ad anima rigata di calibro non inferiore a millimetri 5,6, nonché l'uso dell'arco e del falco.

3. I bossoli delle cartucce devono essere recuperati dal cacciatore e non lasciati sul luogo di caccia.

4. Nella zona faunistica delle Alpi è vietato l'uso del fucile con canna ad anima liscia a ripetizione semiautomatica salvo che il relativo caricatore sia adattato in modo da non contenere piö di un colpo.

5. Sono vietati tutte le armi e tutti i mezzi per l'esercizio venatorio non esplicitamente ammessi dal presente articolo.

6. Il titolare della licenza di porto di fucile anche per uso di caccia è autorizzato, per l'esercizio venatorio, a portare, oltre alle armi consentite, gli utensili da punta e da taglio atti alle esigenze venatorie (Nota 1).

Per curiosità*, tu hai la licenza di caccia?

zagor
11-03-2009, 18:55
appunto letizia, la tagliola non è mezzo di caccia consentito dalla legge.

claudiocomastri53
11-03-2009, 18:55
scusate se mi intrometto ma a mio parere gli ambientalisti e gli anticaccia invece di rompere le scatole a chiunque svolga una qualsiasi forma di caccia naturalmente nel rispetto delle leggi dovrebbero anche contestare tutti i veleni ed anticrittogamici che vengono usati in agricoltura perchè a mio parere fanno piö danno quelli che un cacciatore.
in quale sito posso andare a leggere la nuova proposta di legge.

zagor
11-03-2009, 18:56
melk, mi hai preceduto sui mezzi consentiti :)

toscano1
11-03-2009, 19:08
Letizia

la legge parla dei mezzi di caccia consentiti, e solo quelli sono!!
dice anche cosa è vietato!! uccellagione, vischio, trappole ecc ecc

quindi le trappole, tagliole ecc ecc mai e poi mai sono state e saranno restituite ma distrutte, o meglio, sequestrate come corpo di reato!!


le molte speci che si vedono nuovamente non dipende dal fatto che non si spara piö a loro ma perchè l'ambiente è un po piö sano di prima

tukutela
11-03-2009, 19:17
Letizia,

la caccia è materia complessa, non per burocrati politicizzati com'è sempre stata in Italia...ma per tecnici con gli scarponi ai piedi e preparazione accademica.
E' tradizione....cultura....salvaguardia delle radici rurali ormai desuete.
non esistono anticaccia animalisti in Italia per colpa di "cacciatori scorretti"...(sei scivolata anche tu nel piö classico dei lapsus, si chiamano BRACCONIERI....non cacciatori).
Gli animalisti sono tali per partito preso...rispettabili...sempre che riescano ad avere un approccio al problema corretto, scientifico, contraddittorio..... :cry:
Il mondo dei cacciatori è il piö vessato:...tasse esagerate....sproporzione tra reato e pena...
limitazioni alla libertà* di circolazione......vogliamo aggiungere altro?
In un paese che non sà* punire correttamente gli stupratori, inorridiamo difronte a proposte di legge che depenalizzino o tentino di farlo i reati in materia di caccia....Parliamone, l'esperienza della 157 rispetto alla precedente legge deve farci riflettere sui risultati...non levare gli scudi e basta.
quanto alle contraddizioni culturali e mistificanti quando si parla di caccia, ti faccio due piccoli esempi:
1) qualcuno di voi conoscerà* Castelluccio di Norcia, la sua meravigliosa piana...ebbene sino ad una dozzina di anni fà* si correvano DUE giornate di gare a quaglie per cani da ferma dell'ENCI(quindi senza sparo),poi uno zelante procuratore della Repubblica anticaccia ha deciso che, un centinaio di cani, per mezza giornata ,con un centinaio di persone nel prato, disturbavano la cova delle allodole ( mi sembra di ricordare), e che quindi non si potesse piö fare...risultato: oggi a castelluccio in primavera nella piana e tutto un fiorire e vociare di mountain bike, deltaplani, scampagnatori vari....ecc.ecc. per tutte le giornate possibili.... :x

2) vicino alla mia città*, esiste un lago di recente formazione (ventina di anni)in depressione paludosa meta preferita di anatidi e trampolieri di ogni genere oggi oasi WWF.
Ebbene prima che diventasse oasi del WWF, e quindi aperto alla caccia ricordo di averlo visto cosi pieno di folaghe e germani da non vederne l'acqua, ricordo passaggi di specie di ogni tipo, un vero paradiso....poi, deciso per l'istituzione dell'oasi, si è pensato di spendere una decina di miliardi per cementificarne il perimetro (7 chilometri) con spesso muro e rete di 2 metri di altezza, percorso perimetrale asfaltato, struttura polivalente in uso al WWF, e tutto un fiorire di bar, ristoranti, parchi giochi. Morale?.....gli anatidi sono di minuiti del 95%, le sponde non subiscono piö lo sfalcio dei canneti,....ecc.ecc.....
a dimenticavo..per gestire la struttura il WWF percepisce dalla Regione circa 100.000 euro all'anno...(per gli amanti dell'horror, si tratta dell'oasi di LAGO PANTANO- PIGNOLA (PZ)
Allora cara Letizia, quando è che in Italia ci si proverà* a confrontarsi su questi temi con l'onestà* intelletuale di cui ci sarebbe bisogno?
ovviamente non mi riferisco a te, ma me nè hai dato lo spunto.


Un saluto


Vincenzo

LetiziaS
11-03-2009, 19:37
...lo so che la tagliola non è mezzo lecito.....non è che vado a caccia con la tagliola *:wink:
E' che nell'art. 28 dovrebbe essere specificato che viene restituito al legittimo proprietario il mezzo di caccia a meno che non sia illecito.
Tutto qua.

LetiziaS
11-03-2009, 23:14
Questo è un lavoro che mette a confronto la vecchia legge con la nuova proposta (con annesso commento piö o meno condivisibile). Cacciatori o non cacciatori pero bisogna ammettere che la nuova proposta propone dei cambiamenti concettuali profondi che mi piacerebbe approfondire con voi.

http://blogeko.libero.it/wp-content/upl ... -orsi1.pdf (http://blogeko.libero.it/wp-content/uploads/2009/02/testo-commentato-del-disegno-di-legge-orsi1.pdf)

fra
12-03-2009, 05:47
Per curiosità*, tu hai la licenza di caccia?[/quote]

Secondo me non ha la licenza da caccia,ma quella di uccidere Sì:evil:

wapity
12-03-2009, 08:28
io direi che è la attuale normativa sulla caccia che è una presa in giro !!! quindi se finalmente venisse variata sarebbe ora !!
Basti vedere cosa fanno gli altri paesi europei :wink:

ciao Jago

Fulmine
12-03-2009, 11:17
Ho letto il documento... e troppo spesso questo tizio giunge a conclusioni sue personali senza che vengano citate nel testo... come dice Giovanni, qui si fa disinformazione.
Pero in tutta onestà*, a una prima lettura non mi sembra così devastante, ho letto pure della storia dei valichi migratori ed è espressamente scritto che è vietata la caccia su rotte migratorie principali.
Leggo con gioia che spariscono le guardie ecologiche... meno ignoranti in giro a farsi belli *:lol: *:lol: *:lol: *:lol:

stefano
12-03-2009, 18:54
le guardie dell'enpa ci saranno sempre ma la loro zona di influenza sarà* x così dire relegata ai parchi nazionali e oasi di protezione, e assimilabili.
buon volo

Fulmine
12-03-2009, 19:13
Finchè restano lì va tutto bene *:)

vince
13-03-2009, 16:22
Per curiosità*, tu hai la licenza di caccia?

Secondo me non ha la licenza da caccia,ma quella di uccidere Sì:evil:[/quote]

scusate se mi intrometto, ma non ho capito a ki è riferita la domanda.
:( *:( *:?:

Falko92
13-03-2009, 21:13
Scusate se mi intrometto, ma pare che qui l'aria stia diventando pesante, e poi si sta facendo molta confusione, credo che sia opportuno tornare alla prima pagina e leggere la risposta di Giovanni perchè se la si legge attentamente e non alla "leggo quello che voglio leggere" , vi assicuro che si capisce tutto

Fulmine
13-03-2009, 21:32
No ma quale aria pesante.... basta avere un attimo di pazienza e voglia e leggere il decreto legge come ho fatto io per capire che in giro dicono un sacco di cavolate!

Luigidst
14-03-2009, 17:16
Io non ho capito a cosa serve la civetta!?

Fulmine
14-03-2009, 17:34
La civetta si usa come richiamo per le allodole

Luigidst
14-03-2009, 18:23
Come mai le allodole sono attirate dai richiami delle civette?

momo79
14-03-2009, 18:32
non so se sbaglio, ma avevo letto che spesso e volentieri gli uccelli di giorno si avvicinavano alla civetta perchè non avevano paura, era come una sorte di presa in giro

stefano
16-03-2009, 12:51
se nn ricordo male le allodole in genere sono attirate dalla civetta x paura, x scacciarla, e in quel momento gli tirano......nn alla civetta ovviamente.
buon volo

Fulmine
16-03-2009, 13:54
Io sapevo che erano attirate del volo della civetta, pero magari mi sbaglio :D

toscano1
16-03-2009, 16:19
ehhhhhhhhhhhhhhh

benedetti ragazzuoli

volete cacciare ma sapete poco di caccia sigh sigh :(

orbene, la caccia alle allordole con la civetta si faceva principalmente in due modi:

da appostamento
alla pisana

da appostamento si metteva la civetta addestrata a ritornare sul suo posatoio (la gruccia o gruccione) posto su un alto palo (si usavano aste di bamboo fino a 5-6 mt) e quando le allodole di passo transitavano, oltre a fischiare, si tirava la cordicella che faceva svolazzate la civetta e le allodole, attirate da quel voletto, venivano in "curata" a vedere la civetta, loro nemica (tutti i rapaci notturni sono molestati dagli uccelletti e altri uccelli , tipo corvidi ecc). Molto piö credulone sono pero le pispole. Il credere o "curare" non avviene sempre, occorrono allodole fresche di passo e la stagione pèropizia, tipo ventarello da nord-est, sole ecc

alla pisana invece si va in giro per le campagne dove ci sono le allodole "fresche" di passo e non appena si involano ci si ferma e si fa svolazzare la civetta tenuta pero, in questo caso, sopra una corta asta (un metro-un metro e cinquanta)..le allodole dovrebbero credere e venire a curiosare la civetta.

Non è una caccia semplice, per vari motivi, oltra al fatto che bisogna saper fischiare e aver addestrato ottimamente la civetta a venire e posarsi sempre sulla gruccia senza tentare di scappare (è legata con una filagna di uno-due metri) ed a non aver paura della fucilate

è una caccia molto specialistica...la civetta è favolosa, è un bellissimo rapace...si addestra abbastanza facilmente
una volta venivano snidate e/o catturate, poi, ovviamente, proibite proprio perchè particolarmente protette com tutti i rapaci...adesso, con gli allevamenti ed i CITES potrebbe benissimo essere reintrodotta come ausiliare in questa caccia che danno alle popolazioni selvatiche non se ne farebbe piö. Per cui, solo di allevamento come tutti i rapaci che stiamo usando adesso, e con il classico CITES

Arpad58
16-03-2009, 23:30
:-P :-P Grazie mille Giovanni, altra istruttiva lezione. :D :D :D

alessiog
17-03-2009, 09:37
grande giovanni! sai pero qual'è la mia preoccupazione? che queste civette vengano tenute ed utilzzate a caccia da gente inesperta! avere un rapace a casa comporta comunque certe conoscenze. le province dovrebbero organizzare dei brevi corsi, tipo quello per l'art.37.
ma per la falconeria??boh mah chissà*... sotituire falco con "rapace" mi sembra una soluzione ottima per la legge quadro, sperando che le regioni si muovano bene. ad esempio sono mooolto preoccupato per l'uso massiccio di specie alloctone o l'uso di ibridi. in ogni caso obbligo di radio anche per gli harris. *e mi sembra anche il caso di far capire al mondo che " falco adestrato che vola" è diverso da "falco addestrato che caccia". ho sempre trovato dfficoltà* a farlo capire in Provincia. "ma se ti scappa fori la fagianella te la fa fori subito".... si buonanotte! terreno adatto, logoro e via! anche perché se inizio a volare un giovane la terza domenica di settembre è pronto a gennaio...
per la caccia nei parchi lo vedete che si continua a rompere le balle con campagne tipo "salviamo bambi", mentre bambi distrugge mezzo parco? caccia di selezione, punto.
pero ragazzi, vi giuro che qua da me c'è una pressione venatoria talmente elevata che la selvaggina viene sterminata.
stranamente nelle aree di rispetto sotto casa mia i fagiani e le pernici aumentano (anche solo in due anni!), mentre fuori c'è il massacro. non è caccia indiscriminata, non è nemmeno caccia, è ammazza piö che puoi. secondo me a molti cacciatori col fucile manca proprio il criterio. ma ci scommettete che gli ambientalisti lav lac lic lec romperanno di nuovo anche sulla falconeria? l'unica caccia "vera" rimasta?
attenti al.. lipu.. auuuuuuuuuuuuuuuuuuu!

melk
17-03-2009, 11:12
Ho appena letto una proposta fatta da FIDC, e anche quì non c'è nulla che riguardi qualche cambiamento a favore della falconeria.

stefano
17-03-2009, 13:42
giovanni come si chiama il paese nel pisano dove c'è la fiera della civetta? considerata grande ed antica compagna di caccia. crespina ? vero? nn ricordo so che ci sono andato tempo fa e mi piacque molto.
buon volo

wapity
22-04-2010, 12:31
Ho sentito al telegiornale la notizia che è passata la modifica, ma da quello che ho potuto intuire non è cambiato un bel nulla, cera da aspettarselo; voi sapene nulla di piu preciso??

ciao Jago

alessiog
22-04-2010, 12:37
forse la possibilità* di un prolungamento al 10 febbraio? ho visto solo la fine del servizio......

lanticovolo
22-04-2010, 13:09
Un allungamento di giorni di caccia ma solo previo parere dell'istituto bla bla bla....ma se si caccia 10 gg di piu' poi si apre 10 gg dopo..in sostanza raga e' sempre uguale!!le grosse possibilita' per ora nella mia zona di cacciare tutto l'anno son per il cinghiale e stop!!! 8)

Fulmine
22-04-2010, 13:43
Da quello che ho capito praticamente spetta alle regioni se aprire la caccia dopo e farla finire piö tardi o viceversa... in pratica non cambia una ceppa di nulla

wapity
22-04-2010, 14:18
io ho capito che l'apertura verrebbe ritardata ad es per il germano, per poi posticipare la chiusura, "dico germano solo per fare un esempio" quindi se l'apertura generale e la 3 sett. di settembre alla stanziale magari per una det. spece si apre a 1/2 ottobre e quindi si posticipa la chiusura.
MAH io sono sempre piu perplesso ma aspettiamo ulteriori sviluppi. :wink:

alessiog
22-04-2010, 16:29
beh già* così per le anatre mica male.... :mrgreen:

toscano1
22-04-2010, 18:20
lanticovolo

posso contraddirti un po ? :wink: :D

mo te spiego:

NON è la stessa cosa, ovvero come dici tu che è sempre uguale...posticipare, per esempio, 10 gg di caccia in febbraio significa poter cacciare le marzaiole, o le alzavole ecc ecc...in sostanza, è inutile che mi mettano nel calendario venatorio la possibilità* di cacciarle se in gennaio NON ci sono !! 10 giorni di febbraio puo essere piö facile, o meglio, possono esserci piö probabilità* di poterle cacciare dato che "ripassano"

In pratica sarebbe il vecchio discorso (un surrogato del vecchio discorso): caccia per tempi e per specie !!

Porto altro esempio:

è inutile che mi danno la possibilità* di cacciare le tortore o le quaglie in dicembre..NON ci sono !!
in settembre invece si !!

comunque, sono daccordissimo di posticipare l'apertura di 10 gg ed allungarla di conseguenza di 10 gg..sempre che l'ex INFS dia parere favorevole

fra
22-04-2010, 19:04
Scusate ma ho sbagliato

Fulmine
22-04-2010, 19:30
X Fra: Mmmm sei sicuro di non averlo scritto te? Nel post che hai evidenziato sembra che tu abbia quotato un'intervento di qualcuno e hai risposto... Ora io l'intevento che hai quotato non l'ho trovato. I casi sono due, o quello che ha scritto tale affermazione ha poi modificato il post e tu non ti ricordi di averlo scritto (perchè il post ha la data del 12/3/09 quindi un anno fa), oppure qualcuno sa nome utente e password del tuo account (credo cosa difficile a meno che tu non l'abbia data a qualcuno)

lanticovolo
22-04-2010, 20:52
Io direi: lanticovolo , posso correggerti? e' piu' carino , meno diretto e ...piu' mimetico!! :wink: cmq io di caccia nn so un c... per me le marzaiole & co. quando passano o ripassano mi trovano sempre ronfante nel letto :lol: cmq io ho capito che se cacci fino a febbraio , inizi dopo!!!cmq questo penso sia molto positivo per chi caccia " la selvaggina".