PDA

Visualizza Versione Completa : e se facessimo una raccolta di firme?



macigno
29-10-2008, 17:25
ciao a tutti,
ho letto tutti i post riguardandi licenza o non licenza, separazione o distinzione licenze, volo senza predazione e durante il silenzio, volo tutto l'anno e addestramento ecc.. ecc... ecc...

chi possiede la licenza di caccia e' giusto che possa decidere se cacciare con fucile o con rapace a sua discrezione.
separare le due licenze sarebbe una zappa sui piedi.
invece che puntare ad ottenere la licenza di caccia con solo rapace "ho letto addirittuta illimitata" per tutto l'anno (cosa impossibile da ottenere) bisogna puntare ad ottenere un periodo o un giorno settimanale in cui sia inibita la caccia armata e in cui sia possibile cacciare esclusivamente col falco, ovviamente i giorni di caccia "con armi" non limiteranno quei falconieri che vogliono cacciare comunque.
non me ne vogliano i cacciatori "tradizionali" ma il rischio per il proprio rapace e' alto e la posta in gioco e' la vita del proprio falco e spesso al sentire dei primi spari si finisce col richiamare il falco e terminare l'attivita'.

invece un punto interessante e' il volo senza predazione al di fuori del periodo di apertura della caccia su cui bisognerebbe battere.

persone singole si sono rivolte alle proprie province spesso senza ottenere risultati,
in merito a questo sarebbe opportuna ,a mio dire, una raccolta di firme per presentare un progetto di legge.

secondo l'articolo 71 della Costituzione il popolo con una raccolta di 50000 firme ha il potere di presentare una proposta di legge.

se qualcuno e' d'accordo con me preparero' e pubblichero' un foglio da stampare per la raccolta firme.

secondo le ultime stime i falconieri e gli aspiranti falconieri compresi gli allevatori ecc..
sono circa 500. basterebbe che ognuro raccogliesse almeno 100 firme.

per quanto riguarda la stesura del progetto di legge possiamo elaborarne una bozza tutti insieme e poi farla visionare da chi ne abbia le competenze per correggerla e sistemarla "magari un legale iscritto a questo sito" quindi falconiere.

fatemi sapere cosa ne pensate..

davidepioltelli
29-10-2008, 21:14
ciao macigno.é molto bella la tua idea ma secondo me rimarrà* solo un sogno! :cry:
Primo è difficilissimo raccogliere 50000 firme e seconda cosa qualora le raccogliessimo sarà* ancora piö difficile (quasi impossibile)che diventi una nuova proposta di legge.
cmq la tua l'hai detta!poi non si sa mai :wink:
Buon volo
Davide

29-10-2008, 21:27
penso che raccogliere 50000 firme sia difficile,ma non impossibile...per me si potrebbe provare...niente da perdere,ma molto da guadagnare.

30-10-2008, 09:17
Siamo decisamente pochi per smuovere questo sistema incancrenitosi da tempo e mal funzionante sotto molti fronti,noi siamo una realtà* ma decisamente troppo piccola per stimolare a fare riforme che ci possano tutelare ed aiutare...ricordatevi che siamo in Italia!C'è anche da dire che solo il 50% o 60% di noi è in possesso della licenza di caccia e di conseguenza il numero si riduce drasticamente!Nella mia provincia siamo riusciti ad ottenere un permesso di volare a caccia chiusa con possibilità* di rilascio di selvaggina del tipo columbiformi.....piu' realistico è lavorare su questo e ampliare le speci da liberare in modo da avere la tranquillità* di volare senza che nessuno spari al nostro falco e allo stesso tempo allenarlo ad una sorta di caccia!
Questo è il mio pensiero!

dddnnn
30-10-2008, 10:26
Anche se piena di buone speranze e straripante ottimismo, la proposta di Macigno, l'ho letta decine di volte su queste pagine,.. ma purtroppo la realtà* è ben diversa.. lontana anni luce.

Quoto in pieno Freddy, che ha le "mani in pasta" da anni, ed ha fornito un parere realistico.



Ciao, Dom.

stefano
30-10-2008, 12:53
le raccolte di firme sono sempre un grosso problema, sono di difficile realizzazione, nn ce la fanno spesso i referendum figurati una cosa del genere. no l'italia è un paese molto arretrato a livello legislativo fatto di baronie e favoritismi, xcio seriamente macigno ritengo la tua proposta troppo fantasiosa o fantascentifica che dir si voglia.
buon volo

macigno
30-10-2008, 16:06
concordo che sia impresa ardua ma definire una raccolta di firme e il presentare una proposta di legge addirittura fantascenza mi sembra esagerato.
se pensate che non valga la pena tentare e' un altro discorso.

comunque il tutto potrebbe anche ridirezionarsi invece che sulla proposta di legge
su di una proposta verso un'estensione dei permessi regionali di volo senza predazione o con prede da rilascio.
se una regione ha concesso l'autorizzazione ha creato senzadubbio un precedente valido in sede di discussione per l'estensione a livello nazionale.
cosi' ocme vi sembra?

personalmente temo troppo per far volare il mio gheppio americano quando ci sono canne di fucile che sbucano dietro ogni pianta quindi, secondo la legge, non posso farlo volare mai.
sti cazzi... scusate il termine.

stefano
31-10-2008, 13:30
la tua riflessione sulla legge regionale è corretta ma siccome ogni regione ha un dio suo, il problema rimane, in quanto alcune regioni nn ammettono nemmeno la caccia col falco, ma forse il volo al logoro, quindi l'unica azione possible potrebbe essere quella di agire attraverso i propri rappresentanti politici che intraprendano un azione legislativa locale. forse ho esagerato dire che era fantascenza, pero nel caos legislativo di questi giorni, credo sia un momento poco felice x qaulsiasi azione di carattere popolare.
buon volo

macigno
31-10-2008, 15:04
in sede di discussione il consiglio comunale ha facolta' di richiedere un permesso che svincolerebbe dalle attuali restrizioni.
si potrebbe cominciare cosi' e poi via via documentarne il buon esito aggiungendo cosi' un comune dietro l'altro a macchia d'olio.
cosa ne dici? io provvedero, alla prossima riunione della giunta comunale del mio paese, a proporre questa causa.
poi vi faro' sapere.
secondo me se riuscissi sarebbe facile ottenerlo poi nei paesi limitrofi (visto che molto spesso i boschi e i terreni agricoli sono toccati da diversi comuni)
vediamo se cosi' riusciamo ad ottenere qualcosa.

macigno
31-10-2008, 15:17
L'iniziativa legislativa consiste nell'attribuzione a determinati soggetti del potere di presentare alcuni atti per la produzione normativa.

L'art. 71 della Costituzione definisce tali atti progetto di legge, l'art. 87 disegno di legge, l'art. 121 proposta di legge, ma sostanzialmente sono sinonimi.

I soggetti titolari dell'iniziativa legislativa sono fissati, per lo Stato italiano negli art. 71, 99, 121, 132 e 133 e precisamente:

- il Governo
- ciascun parlamentare
- il popolo con raccolta di 50.000 firme
- il CNEL
- i Consigli regionali
- Consigli comunali

crediamoci un po' tutti che si puo' ottenere quanlcosa. credo che sia necessario