Falconeria italiana candidata Unesco 2016

0
354

falconeria-2016La falconeria è una pratica che utilizza falchi o altri uccelli rapaci per la caccia, e i cui primi riferimenti si trovano già nell’Asia Centrale,circa 4500 anni fa. Diffusa in Europa e con ogni probabilità già ai tempi dell’antica Roma, in seguito ebbe grande sviluppo nel Medio evo con l’imperatore Federico II di Svevia che scrisse il famoso trattato “De arte venandi cum avibus”; negli ultimi decenni questa attività ha ritrovato grande interesse soprattutto in Europa e in Nord America. In Italia l’attività venatoria con il falco è regolamentata dalla L. 157/92, tanto che il falco è inserito tra i mezzi di caccia consentiti. Per venire incontro alle esigenze dei falconieri italiani e promuovere questa pratica, Federcaccia ha annoverato la falconeria nel 2003 tra le proprie settoriali creando l’Uncf.

“Falconeria tradizione secolare che appartiene alla storia dell’uomo”: così ha argomentato il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, la Candidatura Italiana della Falconeria a Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, avanzata su richiesta di tutte le maggiori Associazioni e Federazioni di settore. In tale occasione con l’indispensabile aiuto di Patrizia Cimberio (Responsabile della Comunicazione della IAF – International Association for Falconry) per l’Italia è stato redatto un documento conoscitivo non solo rivolto agli addetti ai lavori, ma a tutta la società civile.(Alessandro Bonacini – UNCF).

falconeria, documento intero.

Rispondi