Esce nelle sale americane Overland, il film documentario sulla Falconeria

0
41
Cibo Naturale per cani
5
(1)
Giovanni Granati, vicepresidente di GAIA-L’Altritalia Ambiente con delega alla fauna selvatica, è stato ospite del festival internazionale del cinema che si è tenuto tra il 16 e il 26 gennaio in California, nel corso del quale è stato presentato il film documentario che lo vede tra i protagonisti. Una persona di spessore internazionale che ha scelto di militare come volontario ne L’Altritalia Ambiente, a testimonianza dell’impegno e della serietà riconosciuta alla nostra associazione.

Santa Barbara (USA). Giovanni Granati, vicepresidente di Gaia-L’Altritalia Ambiente, è stato ospite al festival internazionale del cinema tenutosi tra il 16 e il 26 gennaio nella cittadina americana situata in California, in occasione della presentazione del film documentario Overland che lo vede tra i protagonisti.

l film della durata di un’ora e quaranta minuti è opera dei registi Elisabeth Heviland e Revere La Noue, originari del North Carolina.  È stato girato in 4 continenti, negli Usa, in Sud Africa, in Mongolia e in Italia (nel parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga).

Le storie raccontate nel film si intrecciano tra loro creando un’interconnessione tra tradizione, cultura e storia, ripercorrendo tutte le fasi dell’antica arte falconiera fino ai giorni nostri.

L’opera si prefigge di sensibilizzare la società moderna verso il rispetto delle nostre identità, dell’arte e della natura nonché di  mostrare il difficile lavoro del falconiere che deve vivere a contatto diretto con il rapace. Tutto ruota intorno al rispetto, a partire dallo stesso volatile che il falconiere ha sul guanto. Uno splendido viaggio all’interno del mondo dei predatori piumati finalizzato alla comprensione dell’importanza che in questa particolare epoca storica rivestono l’esperienza e la professionalità di coloro che conoscono alla perfezione il loro modus pensandi poiché vivono praticamente in simbiosi con essi.

Granati riveste il ruolo di responsabile della fauna selvatica all’interno di GAIA-L’Altritalia Ambiente ed è ideatore e presentatore della rubrica Wild Man in onda su Canale 5 nel corso della trasmissione L’Arca di Noè. A fine mese Giovanni Granati sarà ospite in Texas a una riunione mondiale di coloro che si occupano della riabilitazione di animali feriti in via di estinzione.

«Sentire alla chiusura del film tutti quegli applausi all’unisono, quel chiasso a cui le mie orecchie non sono abituate e poi le mille domande e le foto con il pubblico è stata un’emozione enorme», racconta il falconiere di Campli diventato ormai famoso in Abruzzo per la sua capacità di stupire facendo volare i predatori del cielo, tra cui Inca, l’aquila reale, e poi i falchi addestrati con cura e competenza. «È impossibile amare qualcosa di cui non si ha la reale conoscenza», dice Granati che, prima della proiezione del film, ha calcato il red carpet, come fanno le star ad Hollywood. «Il film», sottolinea, «vuole trasmettere il valore del rispetto delle tradizioni e l’importanza della conoscenza diretta e pratica della natura».

 

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

Dedicato ai Falconieri Professionisti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.