Ci ha lasciato Frank Bond Presidente della IAF

0
196

Frank Bond iafNewsletter IAF – Frank Bond

Amici, Compagni falconieri ,

È con il cuore pesante che devo informarvi che Frank James Bond è morto il giorno di Natale a seguito di una lotta coraggiosa contro il cancro. La sua scomparsa ci lascia tutti più poveri poiché era un rappresentante accanito della falconeria e un forte pilastro di sostegno per la IAF.

Frank ha dato un enorme contributo alla IAF, inizialmente come Vice Presidente per le Americhe, in seguito ha ricoperto per sei anni il ruolo di nostro Presidente. Lo scorso anno è stato un prezioso supporto per me e per la nostra organizzazione, come General Counsel alla IAF. Il suo apporto è stato decisivo nel guidare lo sviluppo di un nuovo Business Plan per la IAF che, una volta istituito, trasformerà la nostra organizzazione in una forza professionale veramente efficace per la promozione della falconeria e la conservazione dei rapaci. Ha inoltre ampliato la visione della IAF, rendendola un’organizzazione globale e stimolandone la crescita esponenziale che abbiamo vissuto negli ultimi anni. Altri parleranno dei successi che ha ottenuto per la falconeria nel Nord America e del suo contributo come fondatore del Peregrine Found, che probabilmente oggi è la principale organizzazione per la Conservazione dei rapaci nel mondo.

Frank Bond iafFrank era un gigante all’interno della nostra comunità. Aveva il fascino e un modo di rapportarsi con le persone, che ha conquistato i cuori e ha stretto amicizie a ogni livello . Era a suo agio e disponibile durante gli incontri con politici e presidenti così come lo è stato con tutti i falconieri sul campo. In tutto ciò era un vero leader, astuto e determinato nella difesa della nostra Arte. Ha avuto la lungimirante visione di costruire il ruolo della IAF come ONG globale, leader nella caccia e nella conservazione. Allo stesso tempo, Frank ha portato avanti una brillante carriera di avvocato ed è sempre rimasto un uomo sportivo e un falconiere attivo.

Frank è stato coraggioso di fronte alla sua malattia. Fino alla fine è rimasto in contatto con i suoi amici ed è stato impegnato e interessato al lavoro della IAF. So che ha avuto grande conforto dal sostegno della sua famiglia. I miei pensieri e, sono sicuro, quelli dell’intera comunità dei falconieri sono in questo momento con la famiglia e gli amici di Frank. Lui è come l’albero in una foresta contro il quale tutti gli altri sono misurati.

Frank continuerà a vivere nei nostri ricordi e nei nostri cuori mentre proseguiamo il nostro lavoro per rispondere alle nuove sfide del prossimo anno. Il modo migliore per celebrare la sua memoria sarà di volare bene i nostri falchi e di adoperarsi per assicurare che tutti abbiano la libertà di volarli ovunque .

Adrian Lombard, presidente IAF , 27 dicembre 2013 .
Ecco il primo messaggio di cordoglio pubblicato da parte di Mark Williams: ”

Frank Bond iaf“Sono stato molto triste nel sentire che il mio amico Frank Bond è venuto a mancare ieri. Sapevo che non stava molto bene e ho tentato di contattarlo per Natale, ma non avevo idea che la sua malattia lo avrebbe preso così presto. Frank è stato un grande benefattore della North American Falconry ed era lì quando avevamo bisogno di un consiglio, senza dimenticare che ha contribuito moltissimo per la falconeria in questi ultimi anni in tutto il mondo come presidente della IAF. é stato un piacere ed un onore lavorare con lui. quest’uomo ha incontrato così tanti falconieri con la sua sconfinata generosità e passione per questo sport e ha lasciato un grande vuoto nel mondo della falconeria. Dio ti benedica Frank.”

Rispondi